martedì 24 novembre 2009

"Italy hotels" o giù di lì








C’è qualcosa di pazzesco in questo Paese ed è perfino imbarazzante raccontarlo, mentre ci rimane la sgradevole sensazione della continua presa in giro.
Ormai ne abbiamo un callo grosso così e vi spiego, o almeno ci provo, qual'è il perchè.
Ogni anno l'Unione Europea sceglie un tema per una campagna di sensibilizzazione su un argomento specifico, e per il 2009, ha scelto di puntare, quasi fosse uno stimolo e un suggerimento, sulla creatività dei suoi cittadini sulla base di tre parole chiave o slogan; immaginare, creare, innovare.
Quindi realizzare interventi contro i ‘cambiamenti climatici’ e la capacità di rivedere profondamente una serie di aspetti che regolano la convivenza organizzata di persone e popoli.
Rivediamo per un attimo le tre parole: immaginazione, creazione ed innovazione, e proviamo questa volta noi, ad immaginare il cosa c’entri tutto questo con un portale di alberghi.
Beh, in un elenco di “questi” non ci troviamo nulla di così innovativo o adatto ad interventi contro i cambiamenti climatici, mentre invero notiamo qualcosa che regoli la convivenza organizzata di persone e popoli, ma questo esisteva anche ai tempi dell'Arca, si, quella di Noè; infine sono decenni che esistono i portali turistici ed anche di migliori; quindi che innovazione è?
Appunto vi chiederete, ed appunto è quello che sosteniamo noi, infatti, ItalyHotels, il portale della Federalberghi/Confturismo che elenca tutti gli alberghi nazionali, forse non ci crederete, ma l’ha vinto.
Un momento, non dopo essere stato visionato in rete (troppo facile) ma antecedentemente di essere messo nel web.
Che non ci sia stato proprio niente o nessun’altro in tutta l’Europa che abbia programmato un qualcosa di più innovativo (BTO – marketing 2,0), è già di per se abbastanza un po’ strano, ma che venga premiata un “affare” che ripercorre gli stessi passi degli altri che nessuno ha ancora visto; suvvia, ma che roba è?
Che sia il grande potere della meritocrazia nazional/europea o un sottile messaggio di B. Bocca alla M. Brambilla?

21 commenti:

Anonimo ha detto...

E non parliamo della qualità del sito.
Alberghi senza descrizioni, compaiono anche tutti gli alberghi che non hanno stanze disponibili, ecc.
Proseguire la recensione negativa è lasciato come esercizio al lettore, tanto non è difficile.

Anonimo ha detto...

Si dice che anche i premi Nobel vengono acquistati, quindi...

B.C.

vinc ha detto...

Si dice che anche i premi Nobel vengono acquistati, quindi....

Anonimo ha detto...

Si dice e si parla anche sempre di meritocrazia.
?????????

Anonimo ha detto...

@Vinc

non capisco il moto pappagallesco che hai nel ripetere le mie parole.
Perchè?
B.C.

Paolo Zaccheo ha detto...

Un portale è sicuramente utile ma questo è inguardabile, inutilizzabile, incompleto, antico, superficiale. In una parola squallido. Ma chi l'avrebbe dato questo premio?

Luciano Ardoino ha detto...

@Paolo

http://ec.europa.eu/italia/attualita/primo_piano/istruzione/annoinnovazione_it.htm

Quì ci sono tutti, proprio tutti i componenti della scelta.
Gli Ambasciatori che però credo abbiano demandato a chissà chi?
Di quello che penso di Federalberghi credo sia abbastanza risaputo e quindi pensare male di B. Bocca è per me normale e
terreno fertile.
Comunque, anche se non ce n'era bisogno, è l'ennesima riconferma.

palingenius ha detto...

E riconferma anche che mostro sia l'Unione Europea, di quanto sia ipocrita, inutile, dannosa e schifosa. Averci aderito e' stato come aver venduto l'anima al diavolo.

Francesco Pedroni ha detto...

@Luciano

Ho visto il portale "incriminato" da più voci e devo confermare che non c'è niente di nuovo.
Fatti loro e di quelli che hanno pagato.

@Palingenius
Europa, mah?
:-)

Anonimo ha detto...

Avete qualche idea migliore per il premio in questione?
Grazie dell'ospitalità

Anonimo ha detto...

@anonimo

Non è certo nei nostri compiti il dover fornire il nominativo di eventuali vincitori.

anonimo

palingenius ha detto...

E' meglio che lo diano al Papa o al Dalai Lama visto dove ci ha portato e ci sta portando la loro immaginazione, creativita' ed innovazione...

Anonimo ha detto...

Un ottimo consiglio e sicuramente, oltre ad essere più autorevole lo preferisco.

Paolo Zaccheo ha detto...

@anonimo
questo per esempio è carino http://www.roomatlas.com/

sergio cusumano ha detto...

@Paolo

Carino, semplicissimo e sicuramente meglio di quello della federalberghi.
bravo!!!!

Anonimo ha detto...

Ottimo consiglio.
Lo salvo nei preferiti, grazie.

frap1964 ha detto...

A parte che la "mappa interattiva" funziona solo in italiano... ci sono delle cose palesemente senza senso.
Tipo: se faccio clic su una regione, poi mi aspetto uno zoom sulla medesima con l'elenco delle località turistiche principali.
E il widget con le condizioni meteo sottostante che cambi secondo il contesto.
Voglio dire... se faccio click sull'Emilia, sai quanto me ne frega di sapere che tempo fa a Cagliari?
Per non parlare della legenda in basso con foto a tendina scorrevoli. Io mica ho capito a che serve.
Mi dispiace per l'AD di Amadeus ma l'usabilità del portale è davvero piuttosto modesta.

palingenius ha detto...

Io credo che pero' il costo non sia stato altrettanto modesto...
Chissa' poi chi e' che paga...

Luciano Ardoino ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
palingenius ha detto...

Indifferentemente dalla cifra comunque sono stati mal spesi... e' una questione di principio. Tanto vale spendere di piu' ed avere qualcosa di meglio piuttosto che buttare via per rifare di nuovi a costi doppi e tripli...
Del resto e' la societa del consumismo, finche' c'e' da consumare c'e' sempre chi non si tira indietro!

Paolo Zaccheo ha detto...

Per quel poco che conosco Fabio Lazzerini direi che le sue dichiarazioni su Italyhotels sono... di circostanza. Al momento il sito non è raggiungibile. Forse è una versione alpha.