lunedì 18 gennaio 2010

Italia.it (l’innominabile)







Chissà se esiste un nesso logico tra il Samuel Beckett autore del famoso romanzo del ’53, il celeberrimo personaggio manzoniano con il portale nazionale del turismo?
Forse il solo testo; l'innominato o l’innominabile.
Ma non per la Brambilla che nonostante riceva giornalmente autorevoli critiche dal web (puntute e vagamente ironiche), o da probabili clienti, semplici curiosi o addirittura dai responsabili regionali preposti al settore che ne lamentano la scarsità dei contenuti, continua ad elencarlo come pronto all’uso ed in sentore di punto d’arrivo.
Solo che queste parole le sentiamo da svariato tempo (anni) e i risultati sono ancora ben lungi dalla parola fine.
Insomma, un’incredibile pagliacciata che oltretutto ci costa altri soldini, e non pochi, che se aggiunti a quelli delle “gestioni” precedenti, fanno una gran bella sommetta, che sono andati a finire….mah?
Chiaramente il tutto alla luce del sole, sia chiaro, ma ognuno la pensa un po come vuole, e noi quel tanto chiaro, di certo, proprio non ce lo vediamo.
Comunque sia, la brava Michela (“brava” chiaramente inteso come auto proclamazione), continua a sostenere che il portale Italia.it si stia riempiendo di nuovi contenuti.
Delle due una: o non lo clicca e quindi non lo legge da molto tempo oppure, vista la vita “difficile” che fa a cercare sempre nuovi (impossibili) dati positivi sul turismo e a “girovagare” a destra e a manca sulle TV, radio, giornali, feste, inaugurazioni, tribune politiche, eccetera eccetera; ha perso molte diottrie.
Beh, forse un nuovo rimpasto in quel dicastero non produrrebbe alcunché di male; anzi, anche perché di peggio di certo non si può.
E se qualcuno vuole, possiamo anche tranquillamente ed educatamente cercare di spiegarlo anche a voce.

4 commenti:

frap1964 ha detto...

Autorevoli mi pare un tantino eccessivo.
Diciamo piuttosto... puntute e vagamente ironiche. :-D

Luciano Ardoino ha detto...

@frap
autorevoli dal mio punto di vista e considerando che l'ho scritto io...
Eppoi ho letto cose più sensate nel tuo blog che in tutte quelle lette, sentite e viste nei loro.
;-)

vinc ha detto...

Sono d'accordo con Luciano, caro frap.
L'autorevolezza delle tue considerazioni al riguardo del portale, i -responsabili- che ne magnificano l'inutile utilità, se le possono scordare.

frap1964 ha detto...

Comunque Brambi ha dichiarato su Travel del 15 gennaio 2010 che "ogni giorno che passa il sito si arricchisce di contenuti".

Tutta questa ricchezza contenutistica, in effetti, rischia di disorientare il povero ed ignaro turista. ;-)