venerdì 14 maggio 2010

Gli schiacciatori NON parlano dell'alzata, la risolvono


E’ un destino, un vero goffo destino (…..) che i “professionisti” del turismo nazionale siano come un metronomo; una sciocchezza al tic, un’altra al tac, e poi di nuovo al tic e al tac, tic tac, tic tac.
Va subito detto che questo accanimento del fato non è certo causa nostra; lì qualcuno ce l’ha messi e ci tocca a sorbirli.
Ma qualcosa va fatto.
Comunque in attesa, nonché (ahimè) fiducia, che questi signori trovino al più presto delle altre destinazioni il più lontano possibile da questo comparto, naturalmente inteso a livello direttivo, vi leggo il tic, vale a dire l’ennesima sciocchezza a cui farà seguito il tac, quella di rimando.
Non sia mai detto che si limitino a fornircene una sola alla volta.
Forse in tutto questo c'entra o forse no, ma Bernabò Bocca, il Presidente di Federalberghi, dichiara che il mese di aprile ha fatto registrare una imprevista battuta d’arresto di arrivi e presenze alberghiere rispetto allo stesso periodo del 2009, che purtroppo lascia intendere come la ripartenza del comparto sia ancora sottoposta agli umori ed alle turbolenze del mercato, e il dato è di un calo del 1,7% per il recente mese di aprile.
Ma lo stesso, poco più di un mese fa, dichiarava in occasione delle festività pasquali (sempre aprile), che l’incremento si attestava su valori del +8% (?) sia in presenze che in giro d’affari.
Naturalmente i dati vengono confermati da tutti, Brambilla compresa; anzi....
Beh, a questo punto la cosa suona più come una presa per i fondelli, se calcoliamo che l’anno scorso c’hanno fatto due cose tonde così, coll’affermare giornalmente del calo dei prezzi, e addirittura a due cifre percentuali per molte realtà ricettive.
Questo porta alla logica sull’impossibilità che sia le presenze che il giro d’affari aumentino di pari passo (8%).
Tac.
In 4 (quattro) mesi, dicono, sono andati “sfumati” il 16,2% dei lavoratori occupati a tempo indeterminato e il 7,3% di quelli a tempo determinato, e questo indipendentemente dal fatto che due (febbraio e marzo) dei primi tre mesi dell’anno hanno fatto registrare un segno positivo in fatto di presenze.
La razionalità di questa cosa è da interpretare in una sola ottica per l’eventuale soluzione e che è intuibile dal video (sopra) del buon Velasco, che praticamente sta a dire che ognuno dovrebbe occuparsi solo ed esclusivamente dei fatti suoi, ed eventualmente cercare di risolverlo qualche problema anzichè darli, ma qui in Italia la maggior parte dei Guru sanno tutto di tutto e su tutto.
Bisognerebbe capire se sono in grado di usare il comprendonio ogni tanto ma dubito fortemente, e piuttosto che richiedere (ennesimo) il tavolo di confronto con le parti interessate: Imprese, Sindacati ed Esecutivo, mi chiedo se non sia meglio che se ne vadano a casa, nessuno escluso:
In altre parole tutti i responsabili rappresentanti delle imprese, sindacati e dell’esecutivo che nonostante si riuniscano e si sentano più di due fidanzatini che si amano alla follia, non riescono a trovare quelle soluzioni che gli operatori si aspettano. I risultati sono ben in mostra.
Sempre che non vengano sostituiti dai “soliti raccomandati” di buona speranza o, vabbè fate voi che ben capite; si sa come vanno le cose qui in Italia.
Tic tac, tic tac, tic tac.....


Video "copiato" dalla Roberta Milano

2 commenti:

frap1964 ha detto...

No problem.
Da domani sarà tutto molto easy.

Luciano Ardoino ha detto...

Sono prontissimo, anzi prontissimi con lingue varie e richieste intelligenti per conoscere lo stato qualitativo della cosa.
E poi ...e poi vedremo se scriverne bene o tutto sbagliato tutto da rifare.
Giuro che vorrei parlarne bene perchè le notizie che mi arrivano non sono delle migliori (presenze turistiche), non quelle che ci propinano.