lunedì 24 gennaio 2011

Una tassa di soggiorno da "animali"

C’è chi dice che il mondo (in particolare l’Italia) stia andando a puttane nel termine stretto della parola, ebbene dico che vi sbagliate, perché questo succede da sempre.

I miei avi, e non solo, hanno sempre sostenuto che questo “mestiere” (al pari della caccia) sia il più vecchio del mondo, e se lo dicevano loro che c’hanno lasciato un mondo migliore e che noi stiamo sempre più degradando … e chissà se qualche “bontempone” (quelli contrari a priori in qualsiasi cosa) non riesca ad opporsi anche a questo.

Poi, se non sbaglio, anche qui se ne parla (Luca 7,36-50), dove c’è scritto che Gesù perdonò una prostituta (e quindi tutte le prostitute) perché, eccetera eccetera.

Se invece vogliamo fare un discorso non veniale ma venale; dal ’58 (entrata in vigore della legge Merlin) ai giorni nostri, calcolando l’eventuale pagamento (tasse) delle prestazioni meretrici allo Stato, non si avrebbe manco un penny di debito pubblico; cosa ne pensate?

E questo nonostante l’andazzo non troppo gaudente (per noi) dei “faccendieri” che c’hanno governato e di “quelli” che ancora lo fanno, e che naturalmente (per loro) ci traggono “gaudio” e non solo.

Qualora il termine “il mondo sta andando a puttane” fosse considerato sotto l’aspetto figurato; beh, in questo caso invece c’avreste ragione… e anche da vendere.

Infatti il mondo non sta per niente migliorando, e la causa, manco a dirlo, siamo noi che inutilmente continuiamo prenderci per i fondelli, e per di più, pensando che gli altri siano mezzi scemi o scemi del tutto.

Insomma "mors tua vita mea".

Tutto questo andava detto per il finto perbuonismo (chi è senza peccato scagli la prima pietra) di alcuni che quotidianamente leggiamo e ascoltiamo da tutte le parti, e anche per dire, scusate il ripetermi, che la tassa di soggiorno ... no, non esiste proprio ... proprio come il farci due "maroni" così sulle eventuali "bramosie" sessuali del Presidente del Consiglio (sempre che siano vere e sempre che tocchi ad altri appurarne la verità), e senza avere mai un'opposizione più costruttiva per il Paese.

No, questo “matrimonio” non s’ha da fare perché, e mi riprendo al discorso di prima, è una puttanata.

O forse questi sono tutti “papponi” che vogliono portare all’altare ‘sta donna di malaffare?

Ma come, prima peste e corna, e adesso se l’ha vogliono tutti sposare?

Dicono per rimpinguare le “sterili” casse (provinciali) delle città, per sopperire alle spese “sociali” che però nessuno o pochi vedono nei rispettivi comuni, oppure per mantenere le “sporcaccionate” o le inconcludenze di qualche gestione un po’ ballerina.

E non si dica di no, perché non passa giorno che non se ne leggano o sentano a iosa nelle varie TV o nei quotidiani di tutte le razze.

E il risultato sarà invero l’opposto con perdita di turisti a più non posso; non contiamoci balle. 

Perché queste "gabelle" vanno bene le tre città storiche che in Italia vanno per la maggiore (Roma, Firenze e Venezia), ma ce la vedete ‘sta tassa a … chessò: Genova, Palermo, Milano,  Matera o via cantando?

 

La soluzione è invece un’altra, e vale a dire eliminare il sommerso nel settore alberghiero che … vabbeh, avete capito.

 

Come si fa?

Beh, allora in questo, come in molt'altro, non c’avete capito un razzo, perché qui è stato detto, ridetto e stradetto.

E se poi la Sciura Michela, a differenza di sempre, se ne sta zitta … mah (?), che sotto sotto sia tutto studiato senza, per altro, trovare o anche cercare una soluzione diversa?

 

 

 

 

 

 

3 commenti:

Gianni ha detto...

Mi sembra che Lei stia volgendo alla politica o sbaglio?

Luciano Ardoino ha detto...

@Gianni

Eh si, c'è un certo cambiamento, me ne sono "volutamente" accorto.
Questo è dovuto al comportamento dell'opposizione del Governo, che in mancanza degli attributi necessari di cui dovrebbe disporre, si attacca a quelli di altri organi nella speranza di esserne agevolato.
Tutto questo a prescindere da qualsivoglia ideologia politica personale.
IN 40anni in giro per il mondo qualcosa ho visto e queste "cosette" sono trite e ritrite ... per me.
Bambinate che non aumentano affatto i numeri di possibili nuovi e futuri "votanti", ma che invero porteranno gli indecisi, anzi.

;-)

Franco ha detto...

Il problema della tassa di soggiorno è che invece di colpire chi visita la città senza pernortavi e inquinando per raggiungerla colpisce chi usando un'hotel a Roma crea un giro d'affari per tutta la città.
Franco
www.adagiotours.net