venerdì 25 febbraio 2011

Un tre per due nell'anno del Signore 2011


Ieri, alle ore 15.02 (ora prevista 14.30), il ministro Michela Vittoria Brambilla è stata in audizione presso la X Commissione Attività Produttive della Camera per discutere le “linee di azione” del suo dicastero (turismo).
In particolare, ma non solo, per illustrare il suo ultimo “capolavoro”, il nuovo Codice del turismo, già bocciato dalla Regioni e da alcune delle associazioni di categoria, nemmeno consultate; anche il Consiglio di Stato ha espresso i suoi dubbi sull’opportunità e sul metodo adottato per redigere il provvedimento.
Grazie a Radio Radicale l’intera audizione di oggi (1 ora e 10 minuti) può essere ascoltata nella barra audio in cima al post.
Come noto, nel recente passato, il rinnovato progetto due.punto.zero del portale italia.it da 5 (o 10 ?) milioni di euro è stato uno dei cavalli di battaglia della ministra “stakanovista brianzola” (cit. MVB alla BIT 2011).
Tra le “linee di azione” ne è stato quindi confermato il rilancio? Certamente.
Nell’occasione odierna MVB ha infatti coerentemente dedicato alla questione ben zero.punto.zero secondi.
Alcuni dei commissari, a margine dell’intervento della rossa di Calolziocorte durato una trentina di minuti e, al solito, letto riga-riga con tono “a pappagallo”, lo hanno vagamente notato.
36:35 – 37:10 Fabio Gava – PDL

A questo riguardo in passato si parlava, almeno… io ricordo si parlasse, della ipotesi di un cosidetto portale del turismo che potesse consentire soprattutto per l’offerta verso l’estero la possibilità di avere le indicazioni precise sia dal punto di vista geografico sia dal punto di vista dell’offerta alberghiera.
Da fare in maniera integrata con le Regioni.
Vorrei capire ad esempio se questo è un progetto troppo complesso e quindi messo da parte o se è un progetto che ha ancora una sua attualità, visto che oggi certamente Internet e il web rappresentano uno dei veicoli fondamentali per la promozione e anche per l’utilizzo del turismo.

44:00 – 44:20 Elisa Marchioni – PD

Il collega chiedeva del portale italia.it, i cui contenuti sono… ehm… non quelli che ci si attendeva.
Mi viene da usare la parola modesti
[ndb. troppo buona!], ma sicuramente non è il grande portale che faccia… che sia l’interfaccia vera di cosa l’Italia può rappresentare a livello turistico.
Va giù invece con toni piuttosto decisi il deputato del PD Ludovico Vico, già noto ai tempi del ministro Rutelli per aver presentato un’interrogazione sull’argomento; oltre ad aver espresso forti critiche a MVB nel corso di una precedente audizione del luglio 2008 e di una seconda nel gennaio 2009.
47:35 – 49:30 Ludovico Vico – PD
Ministra, benvenuta.
Il 10 ottobre del 2009 Lei ha dichiarato quanto segue: “il nuovo portale Italia costerà 5 milioni di euro contro i 43 spesi dal precedente governo. ” Annuncia anche che il demo promozionale online per il lancio promozionale del portale italia era stato realizzato dall’ACI gratuitamente. Solo il 16 luglio 2010, sempre sulla stessa materia, Lei durante la presentazione dello spot Magica Italia e rispondendo all’interrogazione dell’onorevole Froner ha avuto modo di dire che il portale Italia costava già… aveva bisogno di altri 10 milioni di euro.
La domanda è: oggi quanto ci costa il portale Italia, anno del Signore 2011 ?
Quando è stata nominata ministra, al momento dell’insediamento, ministra, e congiuntamente al Presidente del Consiglio, ha dichiarato alle agenzie quanto segue: “il turismo pesa per l’11% sul PIL nazionale. Ora bisogna puntare a raddoppiarlo in quattro anni“.
Io vorrei chiederle, perché dalla sua relazione non è evidente, in questi due anni se è cresciuto e se per piacere ci può dire se corrisponde al vero quanto afferma Agriturist, che oggi è al 9,5%, ovvero due punti in meno.
Ministra… lei pensa… ho l’impressione che Lei pensa molto agli animali domestici, ai buoni vacanza e al golf per risolvere la crisi del turismo.
La prego di immaginare, per carità, che sono cose utili anche queste, ma che magari anziché elencarle ai media un tre per due, si dovrebbe usare questo tempo per pensare altre… altre cose.

La vicepresidente della X Commissione Laura Froner ha chiesto ed ottenuto la disponibilità del ministro a tornare entro la prossima settimana per dare replica compiuta e dettagliata alle varie questioni sollevate dai commissari.
Può darsi quindi che, nei prossimi giorni, si riesca ad avere una risposta alla fondamentale domanda
oggi quanto ci costa il portale Italia, anno del Signore 2011 ?

5 commenti:

Francesco Pedroni ha detto...

Aspettiamo una settimana e vedremo che cos'altro avrà da aggiungere al Golf, animali domestici e Bonus Vacanze.
Per me credo ben poco.

Luciano Ardoino ha detto...

@Francesco

Per me ... pure.

;-)

vinc ha detto...

Due o tre belle 'mazzate' le sono arrivate ma non cambierà niente.
La sciura tira diritto per la sua strada e non ascolta nessuno.

Sic!

frap1964 ha detto...

Il 3 marzo alle 11.30 ci sarà il seguito. E alle ore 9.00 interrogazioni. Tra cui quella sulle "consulenze allegre" di MVB

Luciano Ardoino ha detto...

@frap

Se riesco domani butto giù la risposta della Ministra e la pubblico.
Non credo che ci siano molte difficoltà nell'immaginarla.

;-)