venerdì 25 marzo 2011

Alla fine della fiera ... di Genova

Al massimo usatevi l'internet se proprio lo volete, dice il Lombardi.
O forse è meglio metterla sotto la forma, ahimè fin troppo usuale da queste parti, che a nessuno “tocca” la responsabilità di avere avuto torto o chi eventualmente ha sbagliato.
Beh, lo si sapeva di già che sarebbe andata a finire così.
Nel precedente fondo avevo manifestato unicamente delle problematiche che riguardavano il senso politico dell’accaduto e cosa, a mio modestissimo avviso, andava fatto per ovviare a future simili problematiche.
Avevo scritto d questioni solo politiche perchè continuo a pensare che nel turismo e nella cultura, che per me rimangono le uniche vere e possibili fonti di guadagno per questa città (tutto il resto viene di conseguenza), non c’è destra o sinistra che tenga, e le due “cose” dovrebbero andare in perfetto accordo.
Ma campa cavallo…
Trascurando volutamente, per non "urtare" nessuno, di inserire un mio personale commento sull'operatività della Fiera di Genova.
Però dopo aver letto la “difesa” di Paolo Lombardi, il Presidente della Fiera di Genova, devo caratterialmente cadere nel tecnico e nella logica di quello che veramente si può definire un buon marketing.
E giuro che non lo volevo fare, ma quando ce vò, ce vò.
E poi basta con ‘sta mania di far intendere che "siam tutti bravi", che non abbiamo mai niente da imparare, che non sbagliamo mai e il logorroico: “l’emmu sempre fetu cuscì” (abbiamo sempre fatto così).
Non se ne può più.
Leggo, dal buon Lombardi, che nel 2011 internet la fa da padrona e quindi quello che conta non è il depliant, ma che la rassegna dei fiori abbia un sito fatto bene.
Beh, per prima cosa il sito di Genova Fiere è piuttosto antiquato (la spia è anche il Copyright 2002-2006 di fondo pagina), lo si vede analizzando il codice delle pagine HTML (ad es. usa ancora le tabelle invece dei fogli CSS, ma questo conta dal punto di vista strettamente tecnico). Quello dei Fiori va un pò meglio.
Sul piano dell'usabilità, ad es., il pannello delle news dovrebbe stare a dx e non a sx: il 90% della popolazione mondiale è destrimano.
Dal punto di vista grafico non è certo il massimo (non è nemmeno centrato sul browser) e abbastanza ridotto nel complesso delle informazioni (vedi mappa del sito).
Non sembra utilizzare uno dei tanti Content Management System (CMS, anche open source) che oggi vengono normalmente usati per siti informativi di questo tipo.
C’è poi da dire che i contatti giornalieri (110) che riceve il sito sono veramente ben poca cosa, perché se ci togliamo quelli dei tecnici che inseriscono le news e quelli degli impiegati che sicuramente hanno nella home page il sito della Fiera, si arriva a 40/50 contatti al dì.
Senza contare che Genova è la città più vecchia d’Italia e di conseguenza non è che l’internet sia tanto trattato.
Comunque sia, e come sempre al finale delle mie “critiche costruttive”, vorrei infine lanciare un consiglio: “è stato fatto, negli anni addietro, un censimento di provenienza dei visitatori?”.
Perche se si, io non l’ho mai visto (che mi sia sfuggito?); se invece no, si potrebbe cominciare a farlo per capire dove e come eventualmente distribuire il marketing negli anni a venire.
Insomma, un database semplice semplice.
E già che ci sono, un altro mio piccolo parere al Dott. Paolo Lombardo: “Vada sul sito relativo all’EXPO, ecco... oggi i siti si fanno in questo modo qui (oltre che dal punto di vista grafico è valido anche dal punto di vista tecnico, se si analizzano le pagine HTML). 
Video, foto, links ai social network, ecc. ecc.”.
Perché con 40/50 contatti al giorno non si va da nessuna parte e a qualcuno “tocca” per forza … rimediare, perché non è molto vero che a Genova tutto va bene; o no?

20 commenti:

sergio cusumano ha detto...

@Luciano

Considerato che sei di Genova perchè non li aiuti?

Ti hanno mai chiamato?
Costi troppo?
Si può sapere o ...

:-)

vinc ha detto...

Me lo sono sempre chiesto anch'io.
Hai sempre fatto questo mestiere e sono addirittura invidioso delle tue conoscenze nel settore.
Hai a cuore la tua città.
Ho letto sul giornale che lo faresti anche senza retribuzione.
Sei sempre pronto a dare consigli sul come fare.
Tutti i giorni scrivi sul blog per dare delle critiche che sono costruttive e mai banali.
E succede sempre come dici tu.
E' il più visitato d'Italia.
Etc. etc. etc.
Cos'è che ti trattiene?
Non ci capisco una benemerita mazza [lo dico alla tua maniera
E ---quando ce vò ....ce vò!

Luciano Ardoino ha detto...

Non ho l'età!

;-)

Anonimo ha detto...

Non hai l'età per che cosa?

;-)

Renata

Francesco Pedroni ha detto...

Si si, proprio un bel sito.

Si si, proprio un bel sito.

Si si, proprio un bel sito.

L'ho scritto tre volte, nel caso ci leggano, per farlo capire meglio.

........se lo capiscono.
;-)

Luciano Ardoino ha detto...

@Renata

Per continuare a sopportarli.

Ho già dato!

;-)

P.S.: Sei ancora in Italia?

vinc ha detto...

Una risposta esauriente, non c'è che dire.
Ho scritto per mezz'ora e tu mi hai risposto NON HO L'ETA'.

Ho scritto con rabbia e amore e tu mi hai scritto NON HO L'ETA'.

Ho scritto .... e tu ...

Perchè?

;-)

Gianni ha detto...

@Luciano

Hai letto degli ultimi incrementi turistici statunitensi?
Se hai tempo dai una vista, sono interessantissimi.

Ciao

Gianni

Luciano Ardoino ha detto...

@Gianni

L'ho fatto oggi e credo che domani ...

Grazie!

:-)

frap1964 ha detto...

Ma la R. Bottino de IlGiornale è la stessa de "Ufficio di collocamento Brambilla"?

Per quanto riguarda Euroflora 2011 il sito di riferimento credo sia questo

http://www.euroflora2011.it/index.aspx

e non quello della fiera di Genova.
E oggettivamente, come concezione (e anche implementazione), è un tantino più moderno.

Idem quello di SlowFish.

Certo, se rifacessero pure il sito della fiera non sarebbe tanto male...

frap1964 ha detto...

Chiamassero, ad es., quelli di Genova UrbanLab, per una consulenza

http://www.genovaurbanlab.it/

Peraltro sul sito di Euroflora il video sulla citta di Genova, versione estesa di quello già visto un paio di anni fa, è fatto anche bene.
Se paragonato, ad es., con quello recente (e disastroso) del Berlusca.
Anche se la versione precedente, a mio avviso, era più originale, movimentata e coinvolgente, mentre questa, con le scritte in sovraimpressione, appare un po' troppo didascalica.
Imho.

http://www.euroflora2011.it/video_genova.aspx

frap1964 ha detto...

La versione Genova 3 minuti era questa:

http://www.youtube.com/watch?v=xSMsg8bgAME

Luciano Ardoino ha detto...

No, non credo che sia la stessa.
E come potrebbe?

Comunque la pulce nell'orecchio me l'hai messa e adesso m'informo.

sic!

frap1964 ha detto...

Per contro i video-riviere fanno pena

http://www.euroflora2011.it/video_riviere.aspx

Roba da Mulino Bianco, anzi peggio.
Ottimo esempio di come NON fare comunicazone turistica, imho.

frap1964 ha detto...

Io scommetto che è la stessa Roberta... ;-)

http://www.youtube.com/watch?v=RBiyc_IKbqA

Luciano Ardoino ha detto...

Questa R. Bottino scrive dal maggio 2009 su IL Giornale sez. Genova.

Che spavento!!!

frap1964 ha detto...

Due Roberte Bottino genovesi e giornaliste paiono una coincidenza eccessiva, imho.

http://www.ilgiornale.it/genova/la_tv_liberta_parla_sempre_piu_genovese/23-08-2007/articolo-id=201049-page=0-comments=1

Piccolo il mondo, eh?

Luciano Ardoino ha detto...

E' lei!

Oibò!

frap1964 ha detto...

Ma tu non partecipi al concorso Euroflora Game?
Dovresti essere pure esperto in composizioni floreali...

Considera poi che per il primo, secondo e terzo classificato ci sono un anno, sei mesi e tre mesi di pet food. Così fai contento pure Ugo.

Oppure regali l'eventuale fornitura alla Brambilla e fai contenta lei.
;-)

x cane
------
1° premio (valore di mercato € 769,12 IVA 20% inclusa)
8 sacchi Holistic Dog 12 kg (gusti misti)
2 ct misti Almo Nature 340 g
4 ct misti Cuisine 340 g
4 ct misti Daily Menu 400 g

2° premio (valore di mercato € 384,56 IVA 20% inclusa)
4 sacchi Holistic Dog 12 kg (gusti misti)
1 ct Almo Nature 340 g
2 ct Cuisine 340 g
2 ct Daily Menu 400 g

3° premio (valore di mercato € 161,08 IVA 20% inclusa)
2 sacchi Holistic Dog 12 kg (gusti misti)
1 ct Cuisine 340 g
1 ct Daily Menu 400 g

(in alternativa, fornitura x gatto)

Holistic Dog?

Luciano Ardoino ha detto...

E già, non c'avevo pensato di fare un regalino alla Brambilla in caso di vittoria o piazzamento nei primi tre premi.
Ma credo che il mio Ugo non l'accetti di buon grado.
Sarà per una prossima volta.
Ma per il cibo dei suoi animali, la "brava" Michela non si serve nel canile di Lecco?
(http://www.marcellosaponaro.it/blog/2010/06/02/michela-brambilla-canile/).
;-)