mercoledì 11 maggio 2011

Michela Brambilla: "Non sono ancora in grado di risolvere la guerra" ... perchè il turismo si?


Il 29 aprile scorso il ministro del Turismo Michela Vittoria Brambilla aveva dichiarato l’emergenza sbarchi conclusa: “Gli sbarchi a Lampedusa sono un capitolo chiuso”, annunciando la rinata vocazione turistica dell’isola.
Ma la smentita è immediata.
Infatti in pochi minuti arrivano via mare, a bordo di nuovi barconi o addirittura di navi, altre migliaia di profughi traghettati dalle coste del Nord Africa.
E come se non bastasse, all’emergenza tutt’altro che conclusa, si aggiunge il dramma delle morti in mare dei naufragi.
Il ministro Brambilla, madrina dell’incentivo per chi sceglierà Lampedusa come meta delle sue vacanze, era ieri a Milano, per un progetto turistico legato al capoluogo lombardo.
A margine della conferenza stampa con il sindaco Letizia Moratti, la Brambilla si è concessa alle domande dei cronisti.
Ma non sembrava avere voglia di rispondere alla domanda de ilfattoquotidiano.it sulle emergenze non risolte, lasciandosi andare solo a un: ”Non sono ancora in grado di risolvere la guerra”.
Ora, c’è da dire che questo blog non si è mai occupato di cose non strettamente pertinenti al turismo, e ho/abbiamo sempre volutamente tralasciato le dichiarazioni della Brambilla and Co. che si distaccano dal buon senso.
Ho ben altre cose da fare e il tempo a mia disposizione per la “critica costruttiva sul turismo” è quello che è, e non avrei certo il tempo di seguire il quantitativo industriale di str … anezze (forse o senza il forse) che ci sarebbe da raccontare; ma questa poi …
Prima di tutto nessuno si è mai sognato di dirle (credo), o abbia minimamente pensato (ari credo), che la ministra del turismo debba provvedere alla risoluzione dei conflitti militari nel mondo, il buon Dio ce ne scampi e già ce n'avanza nel ministero che c'ha.
Magari si pretendeva da un ministro della Repubblica qualche dichiarazione meno sciocca e più adatta alle circostanze del caso.
Poiché era banalmente immaginabile (per un comune mortale) che gli sbarchi o i “recuperi” non si sarebbero di certo fermati, e neanche è ammissibile o giustificabile una dichiarazione così ... vabbè, lasciamo perdere ch'è meglio.
E invece la “brava” Michela s’è alquanto inquietata alle domande insistenti del giornalista, e la risposta che ne è scaturita è stata ancora peggiore del dire che gli sbarchi a Lampedusa erano un capitolo chiuso.
Sono anche quasi certo (forse senza il quasi) che “qualcuno” che l’accompagna nel suo delicato lavoro nonché qualche suo “buon e bravo” amico le abbia detto che è stata brava a rispondere così, e magari insaporendoci anche il … “ma chi credono d’essere ‘sti qui con ‘ste domande sceme”.
Mah chissà (?) … e che gente.

12 commenti:

sergio cusumano ha detto...

Sono i classici esempi da seguire per poter capire che cosa non fare e non dire.


;-)

Luciano Ardoino ha detto...

Si certo, ma lei gli esempi probabilmente non li segue perchè "forse" non ha niente da imparare.
;-)

vinc ha detto...

Ecco qui

Bankitalia, a febbraio le spese degli stranieri in Italia calano del 7,3%

La bilancia dei pagamenti turistica ha presentato nel mese di febbraio 2011 un saldo netto positivo di 164 milioni di euro a fronte di uno di 366 milioni di euro nello stesso mese dell’anno precedente. Le spese dei viaggiatori stranieri in Italia, per 1.385 milioni di euro, sono diminuite del 7,3%; quelle dei viaggiatori italiani all’estero, per 1.221 milioni di euro, sono aumentate dell’8,3%. Lo rende noto la Banca d’Italia nel suo rapporto mensile sul turismo internazionale. Nel periodo gennaio-febbraio 2011 si è registrato un avanzo di 117 milioni di euro a fronte di uno di 481 milioni di euro nello stesso periodo dell’anno precedente. Le spese dei viaggiatori stranieri in Italia, per 3.005 milioni di euro, sono diminuite del 2,8%; quelle dei viaggiatori italiani all’estero, per 2.888 milioni di euro, sono aumentate del 10,6%.

vinc ha detto...

E poi


Con oltre 60 milioni di pernottamenti nel 2010 la Germania si lascia alle spalle la crisi del 2009 e segna un +6,8% che arriva al 10% rapportato al 2009. Altrettanto positive le previsioni dei primi due mesi del 2011, che indicano un incremento di 11 punti percentuali nelle presenze. Nel 2010 gli arrivi hanno toccato il +11%, con quasi 27 milioni di arrivi. La Germania si pone così al secondo posto in Europa quanto ad inbound, subito dopo la Spagna ma superando la Francia. Cifre interessanti arrivano dall'incoming russo (+27% di arrivi), con un calo di 4 punti dalla Gran Bretagna.

E l'Italia del Marzotto e del premiato Rubini ?

frap1964 ha detto...

Ma come... non gioisci per i 4,6 milioni di euro che Brambi ha riservato alla Liguria?

Vedi anche qui.

Sta stanziando milioni di euro a dx e manca in questo periodo. Chissà come mai... ;-)

Luciano Ardoino ha detto...

@frap

Si si, ne sono al corrente, come pure al Piemonte e alle Marche.

Per quanto riguarda il perchè in questo periodo, mò m'informo e ci studio un pò su.
;-)

frap1964 ha detto...

La caterva di insulti irriferibili che si è presa su YT la dice già lunga di per sé.
Il commento più gentile è questo:

0:50 ministro 20 secondi non scappi f f fa fa la brutta figura !!!
ma perchè se rimane ferma abbiamo delle alternative?

91TheSpecialMan91

:-D

frap1964 ha detto...

MILANO (MF-DJ)--Il riciclaggio ha un peso superiore al 10% del pil italiano, un valore che e' doppio rispetto alla media internazionale stimata dall'Fmi, soprattutto a causa della diffusa presenza della criminalita' organizzata.

L'allarme, scrive MF, e' stato lanciato ieri da Anna Maria Tarantola, vicedirettore generale della Banca d'Italia, in un intervento alla Scuola Superiore dell'economia e delle finanze.


Be'... considerato che il turismo pesa per il 9,5% direi che la performance non è niente male.

Purtroppo temo che Brambi non sia ancora in grado di risolvere nemmeno questo. ;-)

Luciano Ardoino ha detto...

Mamma mia, non avevo mai letto una sequenza così lunga di brutte parole all'indirizzo di una sola persona.
A dire il vero non mi aggradano poi molto (alcuni) ma sembra che se li sia cercati, e soprattutto non fa niente per evitarli, anzi.
Per quanto riguarda l'incidenza della criminalità organizzata nel turismo ... credo che sia maggiore.
E in questo caso ragiono olfattivamente; come a dire per intuito.
Sic sic e ari sic!

:-(

vinc ha detto...

Da molto tempo si sente che la criminalità organizzata ha invaso il settore turismo.
Però a parte qualche alberghetto chiuso nel rispetto delle leggi .... il silenzio generale.

frap1964 ha detto...

E anche oggi... nuovi sbarchi.
Pardon, recuperi.
Eh, gli spot di MVB saranno davvero molto molto utili a Lampedusa.

Luciano Ardoino ha detto...

Ah se la facesso Ministro della difesa...

Vedresti che in quattro e quattro dodici (la sua matematica) il problema non esisterebbe più.
;-)