domenica 19 giugno 2011

Colpo di genio? No, al massimo un colpo di fortuna o forse la manna dal cielo per Genova

Eh si, caro Massimiliano,

A mo’, e aridaje!
In poche parole se non li hai (i dinè) e non la fai (la lex), l’incuria ci rimane, e questo “maleficio”, a suo dire, sembra che attanagli quasi tutta l’Italia.
Mal comune mezzo gaudio o il perenne locale “nu ghe ninte da fa” (non c’è niente da fare)?
Beh allora che ci sta a fare un’assessore che non può far niente, o forse lì s’è accomodato aspettando la manna dal cielo?
E poi sembra che ‘sti signori abbiano il “virus del peggio” e lo dilettino, attraverso il web, a cercare in casa degli altri (ved. Milano a suo dire) per trovare delle realtà che ai loro occhi appaiano ancor più degradate.
Ma dico, di rintracciare ed imparare da quelle che vanno meglio, non se ne parla o è tempo perso?
E pensare che ce ne sono a iosa nella penisola e nel mondo intero, sindaci e assessori che con quattro lire hanno, hanno e poi hanno fatto ancora del gran buon lavoro [vedi Mississauga (Ontario), dove la Sindachessa, tale Hazel McCallion che ha raggiunto la venerabile età di 91anni, e che per ben 11 volte di fila (dal 1978) ne è diventata e rimane il Mayor (le ultime votazioni sono finite così: 92% a 6%). Da questa data (1978) la città non ha più preso in prestito del denaro dallo Stato, non ha alcun debito e nelle casse personali dispone di oltre 800 milioni di dollari per i casi di necessità. In 20 anni ha raddoppiato la popolazione portandosi a circa 800.000 abitanti ed è sede di molte aziende rinomate che hanno preferito Mississauga ad altre più grandi città del Canada, e che se non ne scrivo io, nessuno ne parla, forse perché non c’è da far una gran bella figura in un eventuale confronto con ‘sta gente, e quindi è meglio lasciar perdere, vero?], ma forse lui non sa digitare la frase giusta per poterle trovare.
Allora non sarebbe sufficiente recuperare qualcuno che gliele dica e il problema è finalmente risolto?
Risolto una mazza, perché poi bisognerebbe andare a vedere e imparare il come si fa per gestire una città, e per uno che sa già tutto è dura farglielo capire; si, però è dura per noi.
Eh no, troppo facile dire così ed aggrapparsi al possibile fato terreno, e già che c’è perché non aspettare che sopraggiunga quello divino?
Una preghiera (che non fa mai male) e poi un’altra, un’altra, e un’altra ancora, fino al raggiungimento del decoro cittadino come se fosse una grazia dal cielo.
Beh, in questo caso, e personalmente, avrei almeno qualche speranza, ma se aspetto che al Scidone vengano date le “palanche” e facciano le leggi che più l’aggradano per potersi togliere dall’impiccio, campa cavallo.
Ma quelle che ci sono non bastano già?
E non avevano detto (quattro anni fa), durante la campagna elettorale comunale, che sarebbero bastate o che avrebbero provveduto altrimenti con la loro “nuova stagione”?
E perché ha detto SI a quel lavoro se già sapeva che … o forse non seppe?
E se non seppe che ce l’hanno messo a fare uno che non sa (?), ma che però, digitando sul web, sa di Milano.
E di Genova no?
Ma guarda un po’ che strano.
La soluzione?
Beh, se pensi di potergliela spiegare, desisti pure ch’è tempo perso, loro sanno già tutto, e magari la Hazel McCallion è una povera illusa, che quasi quasi la chiamano per farla venire qui ad imparare da loro.

… e ciao.

4 commenti:

Francesco Pedroni ha detto...

Ho letto l'articolo sul giornale di quell'assessore che avete a Genova e ho seguito marginalmente la situazione del degrado che avete nella tua città.
Dall'ultima volta che ci sono venuto ho visto delle cose peggiori e se aspetta che il miglioramento gli venga dal cielo [soldi e leggi] può e potete aspettare anche dei secoli.
Sono senza parole e veramente tanti auguri con un assessore così.

Anonimo ha detto...

Hi hi hi ma che assessore avete a Genova?????????

vinc ha detto...

E pensare che abbiamo bisogno di manovalanza.

;-)

Anonimo ha detto...

Ardoino sei splendido!!!


Una ammiratrice di quello che scrivi e molto vicina ai tuoi ideali.