venerdì 3 giugno 2011

A Porta a Porta si parla(va) di turismo ma ...

Ieri sera ho “pescato” i classici due piccioni con una fava; eh si, Michela Brambilla e Bernabò Bocca erano presenti a Porta a Porta e per nessuna (quasi) ragione al mondo mi sarei perso la puntata.
Quale miglior occasione per capire il come non si fa il turismo per poi comprendere che si deve fare giusto l’opposto.
Ma bando alle ciance e passo subito a quando (6’01” del video) la Ministro del turismo ha detto che i dati della Banca d’Italia menzionano, per il 2010, un incremento dei turisti stranieri nella percentuale del 2,5% rispetto al 2009.
A parte il fatto che per tutto l'anno la Brambilla and co. hanno sostenuto con i dati (UNTWO) e altri di cui non s'è ben capito la provenienza, che la percentuale era del +5%, e che naturalmente quì sono stati criticati (costruttivamente) e molti chiaramente smentiti, poi ...
... e poi questi sono i dati della Banca d’Italia (pernottamenti) in merito alla differenziazione con l'anno 2009 (TAV. T5P-SP):
REGIONE
VISITATA
MOTIVI PERSONALI
MOTIVI DI LAVORO
TOTALE
TOTALE
DI CUI: VACANZE
2009
2010
2009
2010
2009
2010
2009
2010
TOTALE
259.031
258.331
169.976
166.161
55.439
53.354
314.470
311.686
… e se qualcuno riesce a vederci un + 2,5% la/lo prego d’informarmi.
Passo adesso ad alcuni secondi dopo (6’19”) dove la Brambilla sostiene che nei primi quattro mesi si è avuta in Italia un’ottima performance di presenze turistiche, e lo dice citando i dati di Federalberghi (toh, quelli del Bocca), che su un campione di 3.003 persone (su 50 milioni di maggiorenni) attestano che il “guadagno” è del circa +2%.
Di seguito vi riporto quello che invece dice la Banca d’Italia in merito ai primi due mesi …: La bilancia dei pagamenti turistica ha presentato nel mese di FEBBRAIO 2011 un saldo netto positivo di 164 milioni di euro, a fronte di uno di 366 milioni di euro nello stesso mese dell'anno precedente. Le spese dei viaggiatori stranieri in Italia, per 1.385 milioni di euro, sono diminuite del 7,3 per cento; quelle dei viaggiatori italiani all'estero, per 1.221 milioni di euro, sono aumentate dell'8,3 per cento.
Nel periodo GENNAIO-FEBBRAIO 2011 si è registrato un avanzo di 117 milioni di euro, a fronte di uno di 481 milioni di euro nello stesso periodo dell'anno precedente. Le spese dei viaggiatori stranieri in Italia, per 3.005 milioni di euro, sono diminuite del 2,8 per cento; quelle dei viaggiatori italiani all'estero, per 2.888 milioni di euro, sono aumentate del 10,6 per cento.
Quindi cari amici lettori, la differenza dell’avanzo (in meno) tra anda e rianda è di "soli" 364 milioni di euro.
Quindi tra “lodi” e “premi” a gogò abbiamo perso il 2,8%, mentre gli italiani che se ne vanno all’estero sono aumentati del 10,6%, a dimostrazione del gran rapporto qualità/prezzo che disponiamo nel Bel Paese … però lo dicono loro.
Naturalmente quando la parola passa all’opposizione, in questo caso il deputato Ermete Realacci del PD, beh di dati non ne sa niente, se nonché, e almeno, dichiara d'esserne un po' dubbioso.
Ma il metterci qualcuno che ne sappia un pochettino di più, no (?), sempre che esista, o forse avevano tutti da fare per non poter essere presenti alla trasmissione …?
O forse non l’hanno invitati?
Comunque sia o è stato, andiamo avanti.
Arriva il Bocca e la prima sparata è che il 90% degli italiani trascorrerà le proprie vacanze in Italia.
Ma che sta a dì … ‘sto qua, e chi gli ha dato ‘sti dati?
Vabbè, speriamo solo che il buon Vespa lo faccia parlare poco.
Poi al "din don" abilmente manovrato dal conduttore, ecco che giunge il Rosario Trafiletti (presidente Federconsumatori), che oltre a non contestare nessun dato della Brambilla (bastava leggere quelli della Banca d’Italia) non riesce nemmeno a descrivere i suoi sull’aumento dei prezzi.
Eh si, caro Bruno Vespa, ti posso dare del tu (?); bene, sei proprio un gran bel volpino (senza offesa naturalmente).
Quello che poi riesce a sbagliare il Trafiletti è inutile che lo ridica; non serve a nessuno se non a se stesso, forse per far vedere che qualcosa fa o dice, come quando “ceffa” completamente sui Buoni Vacanze (45’30”).
Riprende parola il Bernabò Bocca (Bruno Vespa, mannaggia a te) che sciorina (30’15”) il fatto che la Francia, a differenza di noi (lo dice lui), ha molti più turisti perché calcola anche i frontalieri.
E allora perché la Banca d’Italia (TAV. T4V-SP) elenca il numero dei viaggiatori alle frontiere (frontalieri) sia per Stato di residenza che per struttura ricettiva?
Non è forse la stessa maniera che si fa in Francia?
Ovvio che sia il Trafiletti che il Realacci non ne sappiano una benemerita mazza e quindi la cosa passa liscia liscia e tira a campà.
Tanto gli italiani se le bevono tutte, o no?
Ma il meglio di se il Bocca lo da annunciando che negli Stati Uniti non esistono le stelle per classificare gli alberghi (47’30”).
Sarebbe certo una cosa buona e giusta che finalmente qualcuno si possa prendere la briga d'informare il maggior responsabile degli alberghi italiani, nonché proprietario di una catena alberghiera, la SINA hotels, nonché l’eccetera eccetera che lo vede sempre ai massimi livelli nelle posizioni decisionali del comparto nella penisola, che negli USA il sistema di Stars esiste, eccome se esiste.
Solo che queste sono conferite agli hotel dalle diverse organizzazioni e non dal Governo, dalle Regioni o dagli Stati dell’unione; come a dire che ognuna ha il proprio sistema di rating, ma su per giù s’assomigliano tutte.
Infatti basta leggere quà per poter capire che negli USA le stelle ci sono.
Poi ad un certo punto non ce lo fatta più, ho spento il tutto e mi sono letto un bel Topolino; meno balle e personaggi più simpatici e veri, anche se sono “solo” dei cartoni animati.
Però una cosa ve la voglio ancora dire: “Lo capite adesso perché il turismo in Italia, pur essendo il Paese che è il più bello e bla bla bla, non andrà mai come dovrebbe e facilmente potrebbe ... perchè col solo loro bla bla bla e poi quell'altro bla bla bla dell'opposizione ... ah, l'opposizione quando però c'è?”

12 commenti:

frap1964 ha detto...

BB prima ha esordito con il 90% degli italiani che trascorreranno la vacanza in Italia.
Poi dopo che Mannheimer ha snocciolato i suoi dati, ovvero che solo il 40% degli italiani ha dichiarato che farà vacanze estive e che di questi l'80% rimarrà in Italia e che il 18% andrà all'estero e il 2% non lo sa, glissa allegramente e si mette a parlare di tassa di soggiorno.
(Nota: 'sti dati, peraltro, vengono immediatamente assunti in studio come la verità rivelata e quindi come assolutamente indiscutibili).
"Si deve stabilire il principio che la bellezza si paga" (Vespa).
No perché secondo lui il turista viene in Italia gratis, evidentemente, e non lascia già denaro (in media 19% in più che all'estero).
La cosa assurda è che a parlare di turismo (tolto forse Bocca) praticamente non ci fosse nessuno con un minimo di competenza su dinamiche e dati nostri rispetto alla situazione generale e internazionale.
Trafiletti, la Moric e la D'Eusanio che parlano di turismo: ma ci rendiamo conto?
Come ho già detto in commento al post precedente, una totale cialtronata.
Una chiacchierata in libertà che neanche al bar, una roba inguardabile, un'informazione di livello ridicolo, infimo e superficiale al massimo.
Se si tolgono forse i due professori che hanno tentato (male, imho) di informare sul rischio da esposizione solare e da raggi UVA e UVB.

frap1964 ha detto...

Poi francamente non si è capito come avrebbe fatto il Trentino a "spalmare"... se l'applicazione della tassa di soggiorno non è stata ancora regolata.
Cioè, hanno infilato una tale serie di str... ezze in tutta la serata, che si fa davvero fatica a enumerarle tutte.
Mitica anche quella sul buco dell'ozono: Realacci che rimane di sasso quando gli si fa notare che il buco, in realtà, era ed è nell'altro emisfero.
Figura di palta memorabile, per un verde.

frap1964 ha detto...

Berna-ohibò.
Ma scopro solo ora che il Villa Medici di Firenze è del B.Bocca.
Ci incontrai de visu la MVB un po' di tempo fa (elezione sindaco di Firenze) e i suoi allegri compari, molto gentilmente, mi fecero identificare dalla Digos, tenendomi fuori da una conferenza stampa pubblica (mai capito il perché: ero tranquillissimo).
Gentili no?

(11 hotels di lusso, di cui 3 a Venezia: mica male)

Luciano Ardoino ha detto...

@frap

Ricordo molto bene (?) che in quell'occasione a mia domanda, avevi risposto d'avere avuto delle scarpe rosse (credo superga) dei pantaloni gialli e ... la maglietta non la ricordo.

E ricordo d'averti detto che con le scarpe rosse mica puoi entrare dalla Brambilla.
E' vero o sto rintrucillendo?

;-)

Luciano Ardoino ha detto...

Sono convinto che B. Vespa ci farà sapere qualcosa in merito alla puntata di ieri...

Alemno credo ... sempre che esista la Befana.
;-)

frap1964 ha detto...

Riporto dai commenti di due anni fa (passa il tempo...):

frap1964
jeans neri, maglietta polo gialla, scarpe rosso-nere, occhiali da vista.
C’erano militanti in calzoncini corti, t-shirt bianca con logo PDL, cappellino in tinta.
Altri nella classica divisa blu.
Ma io avevo in mano Repubblica, il giornale dei sovversivi.
:-D

luciano ardoino
Abbigliamento conveniente ed anche quotidiano (sulla Repubblica ci scriveva ultimamente anche la Veronica Lario) ma credo che il fattaccio dipenda dall’ultimo di Travaglio con prefazione di Enzo Biagi che magari anche se avvolto dal giornale emette delle onde che gli appartenenti al PDL captano anche in lontananza. E’ lì che cadde l’asino…è mica scivolata la Brambilla?
No, intendevo l’asino, o forse la MBV; vabbé qualcuno è caduto e probabilmente è lo stesso.

frap1964 ha detto...

Poi la tassa di soggiorno non sarà stata ancora regolata... ma evidentemente a Roma già si paga dal 1/1/2011.
Alberghi 4* e 5*: 3 euro a notte max 10gg per i maggiori di 10 anni
Campeggi: 1 euro a notte max 5gg

Sentito qualcuno in trasmissione che l'abbia detto, per caso?

Luciano Ardoino ha detto...

Si, perfetto, ora ricordo.
Certo che sei andato a farti un lungo giretto sui tuoi primi commenti.
Devo anche dire che rileggendomi ero molto più ironico che incazzato.
Ahimè ho perso quello "smalto" con la Brambilla and company ... peccato.
E bisogna che assolutamente ritorni a prendermela leggera.
Ok, lo farò!
O forse no?

Berna ohibò!
Comunque qualcosa di giallo e rosso l'avevi, e poi quel giornale che ...

;-)

Luciano Ardoino ha detto...

Nessuno Fra, non l'ha detto nessuno.
Oggi ho rivisto completamente la puntata ... niente.

:-(

frap1964 ha detto...

OT: dove ho gia visto questa immagine? :-D

Luciano Ardoino ha detto...

...Detestata, sussurrano i maligni, da ampi strati dell’attuale dirigenza Pdl...

Chissà Alfano cosa ne pensa?

vinc ha detto...

Alfano?

La Brambilla non piace a nessuno e mi auguro che la ridimensioni.

:-D