domenica 31 luglio 2011

Classifica dei portali turistici regionali (agosto 2011)

Continua con il mese di agosto la (personale) classifica dei portali regionali sul turismo, realizzata con l’aiuto di Alexa che notoriamente si occupa di statistiche sul traffico di internet.
Ovviamente resto sempre in attesa di consigli per migliorare l’ambaradan poiché ho intenzione di continuare a stilarla anche per fare una critica … costruttiva però.

ASPETTANDO CONSIGLI
Ritengo che migliorarla (con il vostro aiuto), questa possa anche servire per la destagionalizzazione che è importante per i due milioni e passa di persone che in Italia ci lavorano (ma non solo), ma più avanti nel tempo vi spiegherò il perché.
Ma bando alla ciance e passo subito ai dati dei click.

RANK INTERNAZIONALE E NAZIONALE
Nel rank internazionale migliorano i portali turistici di Marche , Liguria, Trentino Alto Adige, Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Veneto, Lazio e Calabria, mentre in quello nazionale, ossia il numero dei contatti che avvengono entro i confini, in salita sono quelli del Piemonte, della Calabria, dell Veneto (molto bene al pari del Friuli Venezia Giulia) e quelli dell’Abruzzo.
E anche l’Emilia Romagna sta aumentando i contatti.
Mentre la Basilicata perde parte dell’incremento che aveva ottenuto il mese scorso.
Le altre Regioni rimangono pressoché stabili mentre peggiorano Sicilia, Sardegna e molto più sensibilmente il Lazio.
Un “complimentone” alla Regione capitanata dalla Polverini e in particolar modo al suo assessore, tal Stefano Zappalà, che dalla 26.246esima posizione in Italia, è riuscito a retrocedere in poco tempo alla 42.330esima.

PERCENTUALE CONTATTI ESTERI
Continua la debacle delle Marche per quanto riguarda la percentuale dei contatti dall’estero, che dal 14%, in due mesi ottiene adesso solo il 4,5% (nel periodo annuale di maggior concentramento turistico).
Perdono anche il Veneto e la Toscana, però quest’ultima rimane il portale più seguito d’Italia, mentre la Calabria vede svanire molti dei contatti che aveva incrementato il mese scorso.
Particolare discorso è per quanto riguarda il Molise, il Lazio e l’Abruzzo, che ottengono lo 0 (zero) in questa specifica ricerca dei contatti stranieri (attraverso i dati Alexa aggiornati giornalmente).

PAESI ESTERI CHE CLICCANO SU …
Per l’Umbria c’è notare i buoni click provenienti dall’Inghilterra e quelli tedeschi sul portale del Friuli Venezia Giulia.
Stati Uniti per la Puglia; Spagna e Germania per la Sardegna; Francia per la Valle d’Aosta e la Sicilia, mentre per quest’ultima arriva una buona percentuale di click inglesi.
Inghilterra, Spagna, Svizzera, Germania e Polonia aumentano sensibilmente il rank estero del Trentino Alto Adige.
E per quanto concerne la Toscana (il miglior portale sotto molti punti di vista), sono Stati Uniti, Inghilterra, Germania, Spagna, Francia, Canada, India e Slovenia a cliccare sul sito turistico.

P.S.: Da notare che recentemente è finito (finalmente) il commissariamento dell’Enit e nel CDA è stato inserito l’assessore regionale dell’Abruzzo, Mauro Di Dalmazio in rappresentanza appunto delle Regioni.
E fin qui niente di male, per carità; solo che quell’ente (Agenzia Nazionale del Turismo) che dovrebbe promuovere l’immagine unitaria dell’offerta turistica nazionale e favorirne quindi la commercializzazione all’estero, ha scelto proprio quello che sta riportando un bel 0 (zero) di contatti esteri sul proprio portale (Abruzzo) da circa due mesi (data da cui ho cominciato questa, diciamo personale classifica), e sempre che i dati di Alexa (che sono meglio di niente) siano autorevoli.
Mauro Di Dalmazio n’è stato “addirittura” nominato vice presidente a conferma che … vabbè dai, lasciamo perdere.
E avanti col merito e la meritocrazia!





6 commenti:

Anonimo ha detto...

Guardate che bello! finalmente qualcosa di veramente belloooooo!!!!!!

http://www.youtube.com/watch?v=ycq0DECyj1s

La scritta in russo dovrebbe significare "Un disco volante dall'Italia"
vedete i risultati delle nuove generazioni si vedono? perchè invece ci sono ancora tanti diffidenti in giro? mi raccomando, se commentate, solo in positivo! non riprendete tutte quelle lamentele che avete fatto all'altra manifestazione in Europa, quella della Magia, che peraltro a me è molto piaciuta, come anche questa!
mi dicono che c'e' stata anche la sfilata di moda, ma non ho capito chi ha sfilato, armani, cavalli, dolece e gabbana, valentino, ermanno scervino, trussardi, versace? se lo sapete ditemelo, perchè sono un'appassionata di moda, e vorrei sapere per amici miei quanto costa ad uno stilista fare una propria sfilata all'interno di tali manifestazioni pubbliche, soprattutto all'estero.
qualcuno mi ha detto che il disco volante non è riuscito ad atterrare a San Pietroburgo nel volo da Mosca, e si è distrutto in fase di atterraggio al suolo, e che la location allora non è stata più kubrickiana.... peccato mi piaceva molto l'idea dei marziani venuti dell'italia, molto originale, e sicuramente di grande attrazione di pubblico verso l'italian lifestyle. in cina non ho trovato dischi volanti, ma forse là sono proibiti ancora! e youtube sarà pure interdetto....
mi è piaciuto molto nel video la trasformazione da luna park, a fontana, a disco volante! Geniale! il luogo non lo conosco, ma dalle canottiere, credo che facesse caldo. A proposito, ma secondo voi, questi sono i russi che vengono in Italia e che ci fanno aumentare il pil? o invece quelli che i nostri albergatori vogliono sono solo quelli ricconi?
Da qualche parte ho letto che a mosca sono entrati nella navicella spaziale, circa 12 mila persone, che volendo pensare che verranno tutti in Italia, significa con il criterio giusto dell'investimento in spesa per rilanciare il turismo, cioè alla spesa di 1€ in promozione, deve arrivare almeno un turista in Italia; significa allora che la manifestazione deve essere costata allo Stato non più di 12mila euro! Fantastico! forse allora con i soldi presi dagli stilisti (chissà quanti!!!!) e da chi esponeva all'interno della manifestazione si sono coperte le spese! Bravi, mi piace quest'iniziativa senza attingere dalle tasche degli italiani! e che lancia finalmente, nel modo migliore, l'Italia anche in questi importantissimi paesi emergenti, che sognano di venire nelle nostre città, roma venezia firenze milano napoli! luoghi di stile ed eleganza!
uniche pecche del video, mi si consenta: al di là di troppe canottiere in bella vista, le transenne fuori lasciavano un po' perdere il sogno spaziale italiano, troppe sedie e tavolini vuoti, box credo di espositori italiani senza hostess ma solo video e nessuno dietro, mi sembra anche la presenza di un solitario artigiano della scarpa, facce sbalordite di alcune persone che probabilmente hanno i soldi solo per prendere l'autobus per portarli a casa, e poi....grande pecca a mio modo di vedere, e mi dispiace tantissimo, la scena degna di shining.... della bambina nel corridoio tra quadri d'epoca (con evidenza mal stesi ed incorniciati...), e forse nessuna insegna esterna che diceva all'ingresso che il disco volante era italiano! Ma perchè il reporter non è stato attento a cancellare queste scene? un dilettante? il video è su youtube, cavolo, lo possono vedere tutti!!! all over the world!!!! oppure, è stato un russo che si è voluto prendere gioco di noi! questo allora mi fa incaz...non poco!!!!!
peccato, una volta che l'Italia fa finalmente un'iniziativa all'altezza del nostro paese...vabbè, forse sono un po' troppo perfezionista
forza Italia, questa è comunque la via giusta! sono certo che anche voi condividete la mia opinione
forza ragazzi! bisogna essere sempre fieri! in questo modo, si volerà sempre più in altooooooo!!!!!!! come la grappa del povero Mike Bongiorno!

Luciano Ardoino ha detto...

@Anonimo

Rischio i diritti d'autore, caro/a anonimo, ma questo commento diventa un "bel" post.
Magari inserendo qualche maiuscolo e qualcosina qui e la ...

... e grazie dell'imbeccata.

;-)

Luciano Ardoino ha detto...

@Anonimo

Dimenticavo di dire che il video è stato eseguito (credo) da un gruppo di conoscenti che avevo contattato tempo fa e che fanno parte della motorizzazione di Mosca.

Anonimo ha detto...

attendiamo allora uno dei suoi soliti brillanti post!!!
quando si esagera nello sperpero e nella "propaganda".....grandi comunicati, grandi annunci.....tanti milioni....e poi?
ma mi scusi, ma nel turismo italiano di oggi non c'e' anche Matteo Marzotto, uomo di grande classe? perche' non affidano a lui l'organizzazione di questi eventi?
sono nella moda, e ricordo che per Valentino ha fatto davvero gran belle cose, e forse si e' circondato di persone davvero in gamba ed esperte del mondo della moda....
qui invece qualcosa latita, sono novellina sull'argomento....ma sia proprio out...spero davvero per noi italiani che l'"ITALIA" abbia speso poco per tutto questo....e che davvero sponsor privati abbiano partecipato.....
un dubbio mi prende....ma qual e' il privato che investe denari in queste operazioni boomerang?
o no!!!!! aiuto.....e' un situazione uguale a quella del portalone italiano di Rutelli?

e non e' che invece i privati che partecipano non pagano nulla e il vero sponsor e' invece lo Stato? voglio dire con soldi pubblici si portano in giro stilisti e artisti?
e con quale criterio? c'era stato un avviso?
sa quanti giovani stilisti avrebbero voluto partecipare "a gratis" a questi show....a costo zero, va bene anche quel contesto....
ma lo Stato puo' fare questo? organizzare per privati eventi pagandoglieli?
chi ha sfilato avra' pure firmato qualche contratto e fatto business, o no?
forse non ho capito niente.
mi raccomando, illuminateci!!!! una sua ammiratrice...per ora anonima....

Luciano Ardoino ha detto...

@Anonimo

Ahimè entri in un settore che, nonostante possa adorare per via dell'innalzamento mondiale che da al valore del marchio Italia, non conosco per niente.
A parte qualche "signorina sfilante" conosciuta nel secolo scorso.
Scusami la "presunta volgare" confidenza.
Per quanto riguarda il M. Marzotto hai tutta la mia approvazione a dispetto di quello che sovente ho scritto su queste pagine, ma non avendo altro mezzo per mettere un pò di sale nella coda ... ho scelto la critica COSTRUTTIVA, di cui ipotizzo che qualche piccolo frutto lo dia.
Ma scusa, forse ti sfugge che l'Enit è presieduta già dalla stesso M. Marzotto.
E poi quello di Sokolniky è stata (a mio modestissimo parere) la migliore manifestazione o chiamala come vuoi, da quando sono subentrati i "nuovi" gestori del marketing turistico all'Enit.
Prima?
Lasciamo perdere ch'è meglio.
Poi per quanto riguarda le tue "lamentele" sulle spese statali, beh che dire?
Cavolo, è da mille anni che vado sostenendo che è così che si fa (USA e non solo docet): industria e istituzioni che CORRANO (ma corrano veramente) di pari passo, ma sembra che ci siano degli interessi che non posso di certo scrivere qua, rischierei qualche denuncia all'averlo solo pensato.

Luciano Ardoino ha detto...

Ah dimenticavo.
Se a Mosca ci fosse stato anche il Marzotto ... sai che cosa avrebbero detto o scritto?
Ecco, il presidente dell'Enit si fa propaganda con i nostri soldi per i suoi capi d'abbigliamento ... e tutto questo senza minimamente ad andare a cercare se nel qual caso fosse anche vero.
Che cosa dici, l'avrebbe o l'avrà fatto?