lunedì 27 febbraio 2012

Roberto Vitali e ... Gitando (22 - 25 marzo 2012) a Vicenza


Oggi mi sono sentito a scuola, come quando c’andavo per imparare qualcosa, e credetemi, questa è stata una delle più belle “parentesi” dal tempo che fu.

Perché vedete, venero così tanto il mio lavoro che riesco a salire sulla cattedra (turismo) per circa 25 ore al giorno.
Cosa che non è nemmeno gradita al gatto ed il cane che vivono con la mia famiglia: lei soffia mentre lui m’abbaia se parlo (sempre) di turismo. 

Mentre quando ascolto o leggo gli altri che profetizzano sul settore, vorrei tanto non averlo mai fatto … infatti ci leggo e ci sento sempre delle cose trite e ritrite che mi fanno incavolare non poco ... ma non riesco a farne a meno.
Sarà per via dell'età o il perché è che questi ci marciano senza mai concludere niente di buono?

Comunque tutto è cominciato con una telefonata richiestami da Roberto Vitali dietro una mia preghiera per poter comprendere meglio quello che s’ha da fare per una città (Genova) che voglia dare il “giusto” alle persone disabili, e perché no (?), costruirci intorno il buon turismo per loro.
Da molto tempo leggevo di Roberto e Roberto leggeva di me.
Roberto è uno che del suo settore ha un’esperienza grande così, e talmente grande che può apparire quasi inumana, un mostro di bravura e con un timbro di voce sicura e una logica descrittiva che solitamente ricevi solo dalla gente che sa di quel che parla.
Roberto è tutto questo … e scusate se poco non è.

Ecco, io adoro la gente così, e che senza tante balle va subito al sodo.

Quattro chiacchiere del più e del meno (turismo/disabilità e disabilità/turismo, tanto per farvi capire che di qui non si scappa) ma in mezzo un’infinità di saggezza … la sua, naturalmente.

E mi sono sentito come un bimbo a scuola come quando “rompevo” ai prof per sapere e conoscere tutto, e oggi come ieri, è stato un mio persistente richiedere di cose e situazioni di cui credevo … ma in verità non ne sapevo proprio un bel niente.
Una sensazione che non ricordavo più!
 
E al mio incessante pretendere ho sempre ricevuto la risposta più giusta, più precisa; forse quella che in verità t’aspetti, ma che t’arroghi arrivi da lui per averne la certa conferma.
Beh, mò ci do un taglio con i complimenti, sennò la gente pensa il peggio (di ‘sti tempi), anche perché a Roberto preferisco di gran lunga la Monica Bellucci … e penso che per lui sia lo stesso.

Tra l’altro, poi s’è parlato del Brasile, e su questo mi soffermo, anche perché l’è stato il luogo del primo lavoro della mia vita, e fu proprio in quel di Rio de Janeiro (un lavapiatti che di più bravo non c'era), e Roberto m’ha raccontato che lì l’è stato inviato da Paolo Rubini, il direttore generale dell’Enit, per …



… Per nove giorni il Parco Ibirapuera di São Paulo è stato suggestiva cornice alla grande struttura a cupola nella quale le Regioni hanno esposto le peculiarità della loro offerta e le eccellenze della cultura e del turismo italiano che esercitano un fortissimo richiamo sul popolo brasiliano.

Tra gli eventi realizzati, una giornata, in particolare, dedicata all’incontro con le associazioni italiane e brasiliane per la presentazione dell’ Italia come Paese accessibile. Tra i risultati conseguiti un incontro con il Ministro del Turismo brasiliano Gastao Vieira che ha dimostrato molto interesse per il turismo accessibile in generale e per il lavoro svolto in Italia in modo particolare.

Roberto Vitali, presidente e fondatore di Village forall – V4A®, commenta entusiasta: “La nostra presenza a San Paolo del Brasile è stata un’opportunità enorme di conoscere una realtà diversa e di promuovere la qualità del turismo per tutti italiano a una delle nazioni più grandi del mondo. Sono felice che il pubblico e le istituzioni brasiliane abbiano dimostrato un interesse così profondo per il turismo accessibile e per Village for all – V4A®: senz’altro ci sono opportunità importanti di lavoro che in futuro potremo sviluppare. Ringrazio il Ministro Brambilla e il Commissario Enit Matteo Marzotto per l’opportunità che ci hanno dato, così come i direttori generali del Ministero Rocca e dell’Enit Rubini, oltre a Salvatore Costanzo, dirigente della Sede Enit dell’America Latina, per la disponibilità e il sostegno”.

Beh che dire; Chapeau a Matteo Marzotto e Paolo Rubini, però si può fare di più … e anche molto e meglio. E parlo per lo spicchio che mi riguarda, il turismo!

P.S.: Vabbè, mi auguro di risentirlo presto perché ho già un casino di cose da chiedergli, e imparare da chi veramente ne sa di più, è sempre bello.

Per ultimo ma non ultimo, vi ricordo che dal 22 al 25 marzo a VICENZA ci sarà questa Fiera “Gitando” … assolutamente da non perdere!
E se per quei giorni sarò in Italia, non me la faccio di certo scappare.

3 commenti:

vinc ha detto...

Ah queste confessioni ......



:-D

Luciano Ardoino ha detto...

@Vincenzo

Mi pento e mi dolgo ...


:)

frap1964 ha detto...

OT: gran bel periodo, eh ? ;-)