lunedì 26 marzo 2012

Fiavet Piemonte e Valle d'Aosta: Carlo Bortott eletto nuovo Presidente

... n'ero sicuro e sono anche arci contento!


Con l'elezione di Carlo Bortott a Presidente di Fiavet Piemonte e Valle d'Aosta, avvenuta a Torino il 24 marzo 2012, è stato superato il periodo di commissariamento dell'Associazione regionale piemontese/valdostana  di Fiavet, la Federazione Italiana Associazioni Imprese Viaggi  e Turismo aderente a Confcommercio Imprese per l'Italia. 

"La  ricostituzione degli organi di direzione - ha dichiarato il neo Presidente -  permettera' agli associati, in un momento complesso come quello attuale per il settore turistico, di avere un interlocutore valido in grado di confrontarsi con le amministrazioni territoriali nei progetti di promozione e sviluppo del turismo e in difesa delle istanze della categoria,con la collaborazione e il sostegno della Presidenza Nazionale Fiavet".

L'Assemblea dei soci ha eletto anche i sei Consiglieri regionali che affiancheranno il neo Presidente nei prossimi tre anni: Francesco Russo (Oxbridge), Claudio Cristofaro (Espressamente Viaggi), Emanuela Galleano (Linea Verde Giachino), Carlo Buffa (Promotur), Rocco Fava (Lunediana viaggi) e Enrico Marletto (Viaggi Solidali).

Beh, acqua passata non macina più ... e un gran personale augurio di buon lavoro ... veramente e Sabaudamente!

P.S.: Fiavet Piemonte e Valle D’Aosta ha già in programma molte iniziative di formazione dedicate agli operatori turistici piemontesi e valdostani, che realizzerà con la collaborazione ed il sostegno della Presidenza Nazionale Fiavet.

7 commenti:

B. C. ha detto...

«Dobbiamo cercare di fare squadra» ha detto Paolo Rubini, direttore generale dell'Enit. Visto che lui ed altri sono nei "posti di comando", invece di dirlo, la facciano questa benedetta squadra.

B. C. ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
vinc ha detto...

Quel -Sabaudamente- mi ricorda qualcosa nei commenti del blog.
;-)

Non conosco la vicenda ma se sei contento tu, lo sono anch'io.

Luciano Ardoino ha detto...

@Vincenzo

Non ti sfugge niente, neh?


;-)

sergio cusumano ha detto...

:)

Sabaudo ha detto...

Sarebbe stato il momento ideale per "defilarsi" da ruoli di responsabilità in una situazione così critica per l'economia in generale, sicuramente dura per il settore turistico e particolarmente pesante per il comparto agenziale che continua a registrare devastanti effetti di mortalità delle imprese, anche se in presenza di un'ammirevole capacità di resistenza di tanti tenaci professionisti che cercano di trovare vie d'uscita per salvaguardare il loro patrimonio aziendale ed il lavoro dei loro collaboratori. Un settore, questo, cresciuto con l'incremento dei flussi turistici favorito da decenni di sviluppo di un turismo di massa ma anche di qualità, ma che oggi s'interroga su un futuro immerso nelle nebbie di una globalizzazione che non dà risposte e tantomeno certezze.
C'è bisogno dell'impegno di tutti e quindi anche di chi ha maturato esperienze associative al servizio della propria "comunità" professionale, anche per il "nuovo" Presidente piemontese (o sabaudo?): non è il momento di lasciare, anzi...

Luciano Ardoino ha detto...

... non è il momento di lasciare, anzi...

Ed è su quell'anzi che "colui" dimostra la qualità e la gran voglia di fare.

:)