lunedì 18 giugno 2012

Equazione di primo grado (uguaglianza) ad una incognita: Se Piero Gnudi (il ministro del turismo) si riferiva ai pinguini, e i pinguini non sono "gente" normale, quello che ha detto Piero Gnudi è normale? E lui?


Il turismo del futuro verrà da paesi dove la gente a malapena sa dov'è l'Italia … no, anzi: “i flussi turistci soprattutti i flussi dei turisti del futuro verrànn da zone aafff in cui a mala pena conoscon già l’Italia eehmm noi bisogna che po po cominciamo a promuovere il marchio Italia, cosa che attualmente succede raramente”.

Fu proprio così che il neo ministro del turismo Piero Gnudi esternò in parte il suo pensiero durante una recente conferenza di Confesercenti.
Non c’è che dire; il nostro settore è nelle mani di un “genio portentoso”.

Ma andiamo ad esaminare le 17 parole che sulle prime m’hanno prodotto della grande ilarità … ma non è che ci sia poi così tanto da ridere.
Infatti mi sono vergognato.

Che quel settore sia la prima azienda italiana oramai lo sanno anche i sassi, e questo è dovuto essenzialmente all’ambaradan turistico che qui dimora dai secoli (e millenni) scorsi.
Cultura, enogastronomia, paesaggi da favola e bla bla bla, c’hanno mantenuto (per ora) nelle posizioni di rilievo.
Mentre una volta, pochi decenni fa, in questo settore ne eravamo i primi; indiscussi ed inarrivabili.
Ma neanche poi tanto irraggiungibili visto che ben quattro nazioni ci hanno di conseguenza scavalcato indefessamente.
E presto, se l’andazzo continua così con la banda degli attuali “genii portentosi” nonché di quelli precedenti (ved. Michela Brambilla & co.), senza per nulla dimenticare i grandi capi del comparto nazionale, ci sopravanzeranno dell’altre.
Cina docet.

Comunque sia, gradirei sapere dove vive quella gente che a malapena sa dov’è l’Italia.

Che siano gli abitanti dell’entroterra del Tibet?
No, lo sanno!

O forse sono quelli che stanziano nel centro dell’Africa sulle alture del Kilimangiaro?
No, anche questi sanno dov’è il Bel paese.

Beh, allora chi “razzo” non sa dov’è il nostro Paese, anche perché vorremmo prepararci all’invasione di quella gente che il Piero Gnudi c’ha preannunciato in un momento di grande genialità.

E sta volta non rido per niente!

P.S.: Piero Gnudi : Pinguini = L'Italia : ? 


4 commenti:

Gianni ha detto...

Mah?

Gianni ha detto...

... o mha?

vinc ha detto...

@Gianni

Boh o boh?

Resta il fatto che anche il Gnudi è meglio che si dia agli animali: i pinguini per esempio.......seguendo le orme del predecessore.

;-)

sergio cusumano ha detto...

Dunque vediamo.

Gnudi fratto pinguino diviso turismo fratto ... no no no.
Riprovo.

Gnudi fratto turismo sta a pinguino .......no no no

Riprovo

Gnudi sta al pinguino come Gnudi sta al turismo

Credo che sia giusto!!!!