venerdì 8 giugno 2012

Invitalia: Corte Conti, utile 2010 'in decisa flessione'


Per il secondo anno consecutivo, il conto economico 2010 dell'Agenzia nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa (Invitalia) si e' chiuso con un utile "in decisa flessione". E' quanto rileva la Corte dei conti - Sezione controllo Enti (Presidente Squitieri, relatore Arrigoni) nella Determinazione n. 53/2012 del 18 maggio 2012, sul risultato del controllo eseguito sulla gestione finanziaria dell' Agenzia S.p.A. per l'esercizio 2010.

 Anche le attivita' patrimoniali, rileva la magistratura contabile, evidenziano una complessiva diminuzione (-5,3%).
A contribuirvi e' stata soprattutto la riduzione di capitale sociale deliberata dall'assemblea straordinaria nel corso del 2009 e finalizzata al versamento al bilancio dello Stato di complessivi 290 milioni (leggi 201 e 203 del 2008), che ha determinato lo smobilizzo di parte delle attivita' finanziarie (principalmente titoli obbligazionari).
Il conto economico consolidato evidenzia un risultato negativo di 2,2 milioni di euro che trova principale causa nell'incremento delle perdite relative ai gruppi di attivita' in via di dismissione. Risultati negativi espongono la maggior parte delle societa' controllate, ivi comprese quelle considerate strategiche e destinate percio' a permanere nel perimetro del gruppo, riguardo delle quali si registra anche un incremento di personale in controtendenza rispetto a quanto manifestatosi sino a tutto il 2009.

Per Invitalia Reti, l'esercizio 2010 e' stato il primo anno di attivita' dopo la fusione per incorporazione di Innovazione Italia spa e di Sviluppo Italia Engineering.
Nel 2011 la fusione per incorporazione di Invitalia Reti in Sviluppo Italia Attivita' produttive ha dato vita alla societa' Invitalia Attivita' Produttive.
Per la Newco Finanza si e' proceduto, previa autorizzazione del MISE, alla fusione per incorporazione nella Capogruppo.
Alla Societa' Veicolo sono state trasferite 56 partecipazioni ritenute non strategiche mentre resta ancora da avviare la Newco Progetti identificata nella controllata Italia Navigando, per la quale permangono serie difficolta' finanziarie e gestionali, che hanno indotto l'Assemblea straordinaria a deliberare un aumento di capitale di 18,2 milioni (la cui prima tranche, di 10 milioni, e' stata interamente sottoscritta, mentre e' stato prorogato a fine giugno 2012 il termine per la sottoscrizione della seconda tranche, in connessione con l'accordo transattivo sottoscritto con la societa' Mare 2 s.r.l., azionista di minoranza di Italia Navigando).

 La Corte ha segnalato che difficolta' operative hanno interessato anche Italia Turismo per alcune vicende relative ai rapporti con la societa' Valtur, manifestando anche perplessita' sull'o perazione di investimento di 73 milioni per la valorizzazione e l'ammodernamento del villaggio di Cefalu', deliberata nell'ottobre 2010, in considerazione delle ricadute economiche e finanziarie della stessa sui conti di Italia Turismo e indirettamente dell'Agenzia.
Preoccupante per la Corte e' risultata la situazione di criticita' patrimoniale della societa' Nuovi Cantieri Apuania, in quanto i ripetuti interventi di ripianamento delle perdite, che determinano un impatto negativo sui bilanci dell'Agenzia, non possono comunque considerarsi risolutivi per gli equilibri economici e finanziari della societa'.

In ripresa, nel 2010, l'attivita' istituzionale, grazie anche alla Convenzione con il Ministero dello sviluppo economico (MISE), a seguito della quale sono stati destinati 83, 7 milioni agli incentivi e alle agevolazioni di cui al d.lgs. 185/2000, con un impatto occupazionale che dovrebbe interessare quasi 11.000 unita' lavorative.

Un incremento occupazionale di circa 370 unita' dovrebbe realizzarsi anche con gli interventi avviati ai sensi delle leggi 181/'89 e 513/'93.
Secondo la Corte, le esperienze sui risultati raggiunti in passato impongono, comunque, un puntuale monitoraggio sul tasso di sopravvivenza delle aziende, sulla reale efficacia delle politiche di incentivazione sulla dinamica occupazionale, sul tasso di rientro dei finanziamenti e sui connessi problemi.
Tra le attivita' svolte dall'Agenzia, particolare rilievo ha assunto nel 2010 quella relativa all'attrazione degli investimenti esteri destinati a favorire lo sviluppo economico e produttivo nazionale.
Grazie all'azione svolta dall'Agenzia nel biennio 2010-2011, nei confronti dei potenziali investitori, si sono realizzati nuovi insediamenti di imprese provenienti in prevalenza dalla Cina e dal Giappone.

9 commenti:

Anonimo ha detto...

Invitalia?


Per evitare denunce non commento ma ci sarebbe da commentare, e lo farò da anonimo.

vinc ha detto...

Capperi che storia!


:(

Zena ha detto...

Non ho capito niente!

Jennaro ha detto...

La parola Invitalia ha molta assonanza con Equitalia, solo che nella prima gli utili scendono, mentre nella seconda salgono... ma ciò che hanno veramente in comune è il tasso di sopravvivenza delle aziende...

:(

Gianni ha detto...

L'assessore al Turismo della Provincia di Rimini Fabio Galli ha affidato ad una lettera inviata al ministro del Turismo Piero Gnudi un appello affinche' sia tutelato il sistema turistico della Riviera romagnola, messo in crisi da "informazioni distorte" diffuse in seguito al sisma che ha colpito l'Emilia.

Nella missiva a Gnudi, Galli esprime "l'enorme preoccupazione per episodi che, se non adeguatamente monitorati in queste ore e in questi giorni, possono provocare un danno grave al turismo romagnolo e in generale italiano". "La tragedia del terremoto - scrive l'assessore - ha messo in evidenza un'Italia dal cuore grande e solidale ma anche fatto emergere un minoritario 'lato oscuro' che non esito definire rivoltante".

L'appello e' affinche' "una corretta informazione dei fatti non venga distorta sino a minacciare l'economia di territori che vivono sull'accoglienza e ospitalita', i nostri imprenditori sono costretti a 'difendersi' da assalti come quello che, buon ultimo, presenta anche stamattina un sito d'informazione web calabrese"

Luciano Ardoino ha detto...

@Jennaro

La tua è una deduzione intelligente (non ne avevo il minimo dubbio) e mi hai dato un input per un prossimo.

;-)

Jennaro ha detto...

Grazie Luciano, per il complimento, ma sopratutto per la parentesi...

:-)

frap1964 ha detto...

Per Invitalia Reti, l'esercizio 2010 e' stato il primo anno di attivita' dopo la fusione per incorporazione di Innovazione Italia spa e di Sviluppo Italia Engineering.

Ed è proprio Innovazione Italia a vantare tra i suoi progetti di maggior successo la realizzazione della versione 1.0 del portale Italia.it . Su delega di Lucio Stanca, allora ministro dell'Innovazione.
Per i dettagli: QUI.

sergio cusumano ha detto...

@Luciano

Stai smaltendo la sbornia turistica dell'altro giorno in regione liguria?


;-)