domenica 22 luglio 2012

A Genova ci vuole pazienza per i contatti dei Paesi del Bric


Genova è da mo che c'è, esisteva una volta e ne sono arci sicuro che esiste ancora (anche perché ci vivo), ma per i probabili visitatori dei Paesi del Bric, Genova è quasi sconosciuta ai più.

Eppure Genova è stata ed è un sacco di cose (attualmente neanche troppo) che non è neanche il caso di ricordare … però dai, alcune si.

Il più grande porto italiano (tempo fa lo era anche del Mediterraneo intero) e ha dato i natali a Cristoforo Colombo, Giuseppe Mazzini e Goffredo Mameli; ha fatto parte delle quattro grandi Repubbliche marinare e per oltre otto secoli è stata la capitale dell'omonima repubblica.
Genova è stata citata con gli appellativi di La Superba, La Dominante, La Dominante dei mari e La Repubblica dei Magnifici … capitale dell'industria italiana e poi c’è nato Niccolò Paganini che ancor oggi è considerato il più grande violinista mai esistito al mondo.
Che non è poco ma basta lì.

Nonostante questo e molto d’altro, Genova non è manco pubblicizzata, e se lo è l'è fatto male di certo, ed è perciò che ben pochi al mondo sanno dov’è.

Forse è anche meglio così (almeno non ci facciamo ridere dietro) in considerazione del degrado che questa città manifesta in ogni dove, e basta vedere che siamo praticamente gli stessi abitanti del 1931 (ottantun anni fa) e in che situazione l’hanno ridotta, con l’industria che già da tempo ha portato via gli “zebedei” per altre destinazioni dello Stivale.

Per il motivo tutto genovese dell’emu sempre fetu cuscì … (abbiamo sempre fatto così e quindi perché cambiare); per la burocrazia che ha raggiunto delle vette insopportabili anche ai più pii; per il non ambito “premio” che la vede prima nelle contravvenzioni, neanche fossimo i più scorretti (in Italia e al mondo si vede molto di peggio).


Ma s’ha da mungere quell’ingranaggio per le spese dell’amministrazione che però “ancora gratta” poiché non trova mai olio a sufficienza per oliare ben bene le "dentature" ... e immancabilmente se ne studiano dell’altre per massacrarci con nuove tasse, decreti e gli immancabili de cretini (decreti più piccoli).

Poi “loro”, i professoroni che amministrano ‘sta città, dicono che i turisti sono sempre costantemente in aumento … mentre Bankitalia “accenna” a ben 1.500.000 pernottamenti in meno negli ultimi cinque anni (Provincia di Genova).

Comunque sia, tutto il mondo si da fare per far arrivare più turisti e soprattutto dalle nazioni emergenti, i famosi Paesi del Bric.

Bene, quelli a fianco, sopra e sotto sono i contatti (click sul web) che da quelle regioni, nel loro idioma, fanno all’indirizzo di questa città, e il paragone con altre tre del Bel Paese.

I colori li ha scelti Google e non io, però ...

Genova:           Azzurro
Venezia:           Rosso
Milano:            Arancione
Roma:              Verde


P. S.: Ma dove "belin" è il colore azzurro?







7 commenti:

Anonimo ha detto...

Perchè cerchi l'azzurro se Genova è 'rossa' da quasi 40 anni?

vinc ha detto...

@Luciano

Grandi quei dati, dove li hai trovati?


E nel comune di Genova le sanno queste cose ?

CptC ha detto...

Sei unico!
Un grande!

CptC ha detto...

Come fu** fanno nella tua città ad avere uno come te e ad andare male nel turismo?

:(

Porta via gli 'zebedei' [come dici tu] e vieni qui di corsa!!!

:)

sergio cusumano ha detto...

@CptC

Ma lo vuoi lasciare perdere che tanto rimane in Italia.


:-D

Luciano Ardoino ha detto...

@Sergio


Non si sa mai ...

;-)

Luciano Ardoino ha detto...

@CptC

Non t'arrendi mai neh?

Certo che come carattere c'assomigliamo parecchio


;-)