martedì 17 luglio 2012

Scemo chi non legge


Ci sono persone che oltre a non saper vincere non sanno nemmeno perdere, e questo neppure se giocano a ruba mazzetto nonostante l’acclamata semplicità di quel gioco a carte.

E a dispetto di tutto questo vogliono continuare a “giocare” non lasciando il posto a chi ne sa di più (non ci vuole poi molto), mentre pur perdendo non ne devono nemmeno pagare il pedaggio o l’eventuale scommessa.
In poche parole; loro “giocano”, si divertono con ricchi premi (guadagni), cotillons (la bella vita) e perdono, fintantoché noi facciamo gli spettatori; si però quelli paganti … e paganti a tutto andare.

Beh, ditemi voi se non è una str … anezza, oppure se dobbiamo ancora continuare a passare per scemi.
Mi si perdoni l’ardire, ma poche balle, non siamo che quelli.

Il turismo, la prima industria del Bel Paese, va male (anzi peggio) già da un bel po’, mentre la luce in fondo al tunnel non si vede neanche in lontananza e nemmeno col cannocchiale più potente del mondo.

Da primi assoluti (presenze e spesa), dopo trent’anni non ci ritroviamo neanche sul podio dei primi tre, anzi tra qualche anno, se questi “comandanti” ci rimarranno ancora o al loro posto c’arrivano dei simil “copia incolla”, non riusciremmo neanche ad entrare nella finale ad otto corsie.
Alè, eliminati nelle batterie, nei 16esimi o addirittura nei 32esimi, e le semifinali diventeranno delle sciocche e banali utopie, altroché.

Gli ultimi dati, dopo che per anni c’hanno raccontato delle statistiche che manco li cani ci credono più, dicono che nel giugno 2012 abbiamo avuto un calo del 7,1% per quanto riguarda le presenze italiane, mentre per gli “esteri”, nonostante le “trombe” e le “grancasse” dell’Enit, questi si sono assottigliati di ben 8,2%.
Che danno l’esatta misura del loro saperci fare e dell’eterno auto complimentarsi nel dire: “Sono contento d’essere arrivato due”.

Ma “razzo” (che fa tanta rima con quell’altra cosa), c’hanno fatto due bocce così proclamando ai settanta venti (per le altre nazioni i "venti" sono sempre e solo quattro … ma "questi" riescono ad aumentare anche i soffi di Eolo se ne hanno il piacere o l’utilità) che l’Italia dispone del più grande patrimonio artistico e culturale del mondo, del miglior mangiare e non da meno quello del bere; dei migliori paesaggi che gli altri neanche si sognano … e poi vi accontentate d’essere arrivati “due”?
Magari “due”!

Il fatto è che siamo contenti d’essere arrivati cinque o sei o sennò addirittura sette.
E il risultato sapete qual è?
Semplice, che per un motivo o per l’altro la colpa non è mai la loro ma delle avversità!
Ma che caz “razzo” di avversità ce stanno a dì?

Io (e non sono di certo da solo) l’avversità l’ho solo per loro; l’ho sempre avuta (e i risultati m’hanno dato ragione da vendere a iosa in gran quantità) e molto probabilmente l’avrò per sempre.
Poi da quando se la sono pensata di risolvere tutti i problemi del turismo italiano prendendo quasi tutti gli “abitanti” di uno stesso pianerottolo o ballatoio per nominarli a capo di questo settore … beh, non ci credete?
Bene, allora leggete qua … e manco “a gratis”, anzi!

… e poi ditemi se non siamo scemi ad accettare indefessamente ‘ste “belle” cose.




14 commenti:

vinc ha detto...

Io ho letto!


;-)

Anonimo ha detto...

Dopo aver letto il titolo sono stato obbligato

Bacheca Gestori ha detto...

Dire che sei un grande è troppo facile, lo è meno spiegare che tale appellativo deriva non solo dal coraggio di pubblicare verità molto scomode (sopratutto per i personaggi a cui ti riferisci), ma lo fai in modo comprensibile, chiaro ed efficace. Se ti permettono di candidarti a qualche poltrona attualmente occupata abusivamente mi raccomando, fai sapere.
P.S. fino a qualche giorno fa dicevano che il turismo quest'anno era in crescita nel nostro paese, ora esattamente l'opposto. Ma quante balle raccontano?

Luciano Ardoino ha detto...

@Bacheca Gestori

Ciao Davide, ti ringrazio per le belle parole ma non credo proprio che mi possano "candidare" per qualche comoda poltrona.
Tutt'al più opto l'eventuale loro richiesta di sedermi su di un bel palo alquanto appuntito.

Cosa che naturalmente non accetterò mai.

;-)

Francesco Pedroni ha detto...

Sei er mejo Luciano

Certo che se ti chiamassero le cose andrebbero sicuramente meglio e neanche in troppo tempo.
Conoscendoti .....


:)

Luciano Ardoino ha detto...

@Francesco

Ma va che c'è di mejo di me.

;-)

E poi mi toccherebbe chiudere il blog. Mica posso criticarmi da solo ... sono mica scemo, credo!

;-)

sergio cusumano ha detto...

E' bello leggerti ma non è bello sapere che quelli la continuano la stessa solfa dei tempi passati.


Se fosse per me ti avrei nominato ministro del turismo già da un bel pezzo.

Luciano Ardoino ha detto...

@Sergio

Così il blog non esisterebbe da mo e non avrei più neanche questa soddisfazione.

;-)

vinc ha detto...

@Luciano

Scusa Luciano ma il tuo assessore preferito ha appena dichiarato che nell'ultimo decreto sviluppo ci sono stanziati solo 8 milioni di euro per la cultura ma non li ho trovati nel decreto.
Ne sai qualcosa?

http://www.primocanale.it/notizie/turismo-culturale-berlangieri-stato-investe-meno-di-sanremo--111452.html

Luciano Ardoino ha detto...

@Vincenzo

Ho letto la dichiarazione di Berlangieri ma non ho trovato nulla che attesti la cosa.

Adesso mangio e dopo riprovo

Prova anche te

Davide ha detto...

Fai bene a non accettare di occupare un palo appuntito, credo che presto ne serviranno molti e devono restare disponibili per chi li merita veramente. :-)

vinc ha detto...

Chi ci tocca Luciano avrà a che fare con noi.
E sappia che siamo ben in ...... ehi, quanti siamo?

;-)

Okey pochi ma tosti

Jennaro ha detto...

Presente!!

:-)skemore 29

Luciano Ardoino ha detto...

@Jennaro

ah aha h, c'hai avuto paura a non leggerlo, eh?

;-)