mercoledì 25 luglio 2012

Va be' se proprio te lo devo dire


 … e se proprio non riesci a capirne la differenza …

L'ultimo Video svizzero 




... e poi l'ultimo video italiano (se non me n'è scappato qualcuno di più nuovo o meno vecchio)



Poi se tu, si proprio tu, che "organizzi" l'ambaradan del turismo nazionale non ci vedi alcuna gran differenza ... bontà tua/vostra!

Questo post è stato "rubato" senza alcuna vergogna e simil copincollato dal DavideValpreda’s blog, ma ne valeva la pena.


18 commenti:

sergio cusumano ha detto...

Direi che quello italiano è meglio .......se fossi un gran bugiardo

Se poi pensiamo a quelli che avevano fatto per Lampedusa ............

Davide ha detto...

Porca miseria tu sei uno che prende 'spunto' e cita la fonte ? Ma allora sei una persona per bene ! ;) ndr grazie Luciano, a breve un aggiornamento su alcuni 'bagliori di luce' nel nostro bistrattato territorio cioè singole realtà territoriali che con sforzo e impegno si muovono per 'comunicare' in modo innovativo ... a presto con un post di aggiornamento che adesso si rende indispensabile dopo il tuo di post :)

B. C. ha detto...

La Unwto - World Tourism Organization prevede per l'estate 2012 (maggio-agosto) circa 415 milioni di viaggiatori, quasi +40% sull'estate 2011, grazie soprattutto all'outgoing dai paesi Brics. Inoltre la Unwto ha rilevato una crescita degli arrivi internazionali del 5% nei primi quattro mesi del 2012 con un totale di 285 milioni di viaggiatori. L'area Asia Pacifico mostra le performance migliori (+8%), con arrivi in Giappone in crescita del 40% nei primi 5 mesi 2012, mentre il Nord Africa recupera grazie soprattutto alla Tunisia (+48% tra gennaio e maggio) e all'Egitto (+29% tra gennaio e maggio).

Luciano Ardoino ha detto...

@Davide

Ebbene si, non soventemente copiamo ma quando lo si fa si cita "ovviamente" la fonte.
Aspetto con impazienza il tuo nuovo post d'aggiornamento.


:-D

Luciano Ardoino ha detto...

@B.C.

Non credo molto a quei dati del +40%!

:(

B. C. ha detto...

È la provincia di Monza e Brianza a primeggiare nella classifica stilata da TripAdvisor sulle province italiane che hanno riscosso il più alto aumento d’interesse tra i viaggiatori. Cinque province su dieci fra quelle nella top 10 sono lombarde e nella classifica si piazza al secondo posto Lecco e Lodi. Secondo i viaggiatori di TripAdvisor il Parco di Monza, il quarto parco recintato più grande d’Europa ed il maggiore tra quelli recintati da mura nel Vecchio Continente, è la prima attrazione da non perdere. Per chi si reca a Lecco è un classico il Percorso Manzoniano, definito dagli utenti del sito di recensioni “un’esperienza a tutto tondo nell’epoca storica di Manzoni”. Al quarto posto si trova la provincia di Isernia, in Molise, ed al quinto quella di Pavia.

B. C. ha detto...

Travel & Leisure ha premiato l’hotel Santa Caterina di Amalfi come top resort d’Europa. Fiori all’occhiello di quest’albergo della Costiera Amalfitana sono la dépendance Villa il Rosso nel parco lussureggiante, con due suite e due camere deluxe. L’eccellenza del ristorante, l’ubicazione, l’atmosfera, il design ed il servizio hanno fatto sì che questa struttura divenisse un 5 stelle lusso parte dei The Leading Small Hotels of the World. Tutte le camere hanno balcone, terrazzo o giardino con vista. L’hotel, inoltre, è costituito da una villa liberty a picco sul mare, inserita con delle dépendances in un parco rigoglioso a terrazze, ricco di fiori e buganvillee, aranceti e limonaie a circa un chilometro dal centro di Amalfi.

B. C. ha detto...

Il turismo nazionale e' alla ricerca di nuova linfa, per un rilancio anche a livello internazionale. Il momento, come e' noto, non e' dei piu' favorevoli. Non bisogna pero' sedersi e restare passivamente in attesa. Occorre programmare.
In tele ottica, la Regione Liguria ha gia' avviato dal 2011 un percorso che, al termine di quest'anno, portera' alla realizzazione del Piano Turistico Triennale.
Gia' altre regioni italiane adottano piani turistici pluriennali. Quello della Regione Liguria, puo' vantare alcune novita' assolute, sia per quanto riguarda le metodologie impiegate per la sua redazione, sia per quanto riguarda le proposte "scaccia crisi" da attuare.
Per la realizzazione del nuovo piano turistico triennale la Regione Liguria, affiancata dello studio di consulenza Giaccardi & Associati, ha scelto di utilizzare una metodologia "bottom-up", ovvero basata sul coinvolgimento e sulla partecipazione "dal basso" di operatori turistici, cittadini, turisti, istituzioni pubbliche ed enti privati, chiamati a intervenire attivamente e direttamente al confronto sui temi di sviluppo turistico del territorio. Fra le varie azioni realizzate (come ad esempio: formazione del personale, analisi e ricerche su come migliorare le performance anche nei confronti con i principali competitor Toscana e Provenza-Alpi-Costa Azzurra, incontri pubblici) merita sicuramente attenzione il blog partecipativo http://liguria.ilturismochevorrei.it, che rappresenta il cuore della strategia "bottom-up" e che dagli esperti del settore e' stato classificato come un modello di promozione territoriale tra i piu' innovativi a livello nazionale. Da quello che hanno raccontato e pubblicato gli oltre 4.400 visitatori unici e i 250 operatori iscritti al blog sono infatti emersi gli spunti e le necessita' per avviare concretamente i lavori e per concentrare e ricalibrare le scelte strategiche anche in corso d'opera.
Dai risultati emersi nelle varie fasi del progetto sono emersi 12 punti che costituiscono le linee guida del nuovo Piano. Fra queste: il digitale (un'inedita rete online sempre e ovunque accessibile ai turisti tramite wi-fi e aggiornata in modo continuativo dal lavoro dei nuovi IAT); la cultura (il prodotto turistico della Liguria deve essere unico e "glocale"); il capitale umano (il primo valore di accoglienza ricettiva nei desideri dei turisti e' la qualita' del personale); l'accesso alle risorse finanziarie europee (attraverso la costituzione di una Fondazione di partecipazione pubblica-provata che si occupi anche di fund raising). Il Piano Turistico Triennale della Regione Liguria punta a fare dell'economia turistica integrata un fenomeno internazionale e una leva di crescita di tutto il territorio, soddisfacendo le esigenze degli operatori e dei turisti e in grado di affrontare i cambiamenti del mercato.

Luciano Ardoino ha detto...

@B.C.

Quella della Liguria potevi anche evitarmela, neh?

:(

O forse l'hai fatto apposta?

:)

Francesco Pedroni ha detto...

@BC

Cosa vai a rimescolare nel fondo del [?] sulla Liguria.


;-)

B. C. ha detto...

@Luciano

Scherzetto!

;-)

Anonimo ha detto...

http://www.oggi.it/attualita/personaggi/2012/07/25/benedetta-geronzi-e-bernabo-bocca-vacanze-con-stile/

Luciano Ardoino ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Luciano Ardoino ha detto...

@Anonimo

Credo che tu abbia frainteso lo scopo di questo blog.
Noi non ci interessiamo delle faccende private famigliari di alcuno che non siano cose pertinenti al turismo.
Per il Gossip ti rimando a Novella 2 o 3000.

A parte il fatto che vedere il B. Bocca che ama la sua famiglia non può che farmi/ci piacere, anche perchè personalmente non ho/abbiamo niente contro di lui, ma unicamente per il fatto di come gestisce il suo potere, che sicuramente (per me) potrebbe dare migliori frutti al turismo nazionale.

:(

frap1964 ha detto...

Aggiungerei un piccolo e trascurabile dettaglio.
Quel video svizzero è stato localizzato in appena 15 lingue diverse.
Il nostro, a parte l'italiano, nessuna (anche perché il target era il solo popolo italiano).
Comunque, giusto per la precisione eh, era scappato quello sull'Italia del sud, successivo e tutt'ora residente sul portalone nazionale.
Anche peggio di quello berlusconiano e con tristissimi sottotitoli in inglese, francese, tedesco e spagnolo (sic!).

Luciano Ardoino ha detto...

@Frap

Mi ero proprio dimenticato di quel ... vabbè coi sottotitoli.
Forse che la mia mente l'abbia rifiutato fin dalla prima volta che l'ho visto?
Probabile.

Credo che anche "loro" vedano gli altri video internazionali, come penso che anche chi li fa ne sia a conoscenza, e quindi: "Ma gli uni e gli altri, possibile che non si rendano conto della differenza e si vergognino un pochettino?".

Non conosco i costi ma non credo che ci sia poi così tanta differenza, o no?

frap1964 ha detto...

Comunque nota che gli svizzeri è dal 2009 che vanno avanti su quella linea (hanno iniziato con i pulitori delle montagne). Potrebbero anche rinnovarsi, no?
E in qualche caso (recente) sottotitolano pure loro.

Luciano Ardoino ha detto...

@Frap

Si certo, l'avevamo scritto circa tre anni fa di quella serie di video sulla "pulizia" Svizzera.
Ma nonostante questo noi (loro) riusciamo (riescono) a fare di peggio.

Però alcune pubblicità della TV, vedi Aldo Giovanni e Giacomo o quell'altra di Cristoforo Colombo, Marco Polo di cui non ricordo il nome dell'attore principale, stanno andando (se pur ripetitive) alla grande. Così anche quella del caffè in Paradiso.

;-)