lunedì 8 ottobre 2012

L'acqua calda di Pier Luigi Celli


Secondo l’esimio Professore Pier Luigi Celli, l’Amministratore Delegato-Direttore Generale della LUISS Guido Carli e recentemente nominato Presidente dell’Enit (Agenzia Nazionale del turismo) nonostante che del turismo Lui abbia le medesime conoscenze che posso avere io in materia di sanità, e vale a dire zero (giusto per avvalorare la definizione di “MERITO”), dichiara che: “ … oggi l’Italia ha un problema di reputazione e chissà quanti milioni di euro dovremmo spendere per riparare al danno degli scandali scoppiati proprio nel Lazio?”.

Toh, la stessa frase che pochi giorni fa disse il Presidente del Consiglio Mario Monti: “ Immagine a pezzi … possiamo immaginare quale effetto può avere sull'immagine dell'Italia quando si verificano episodi di evasione fiscale o corruzione. Che può pensare un cittadino straniero quando vede scorrere certe immagini di festini inqualificabili alla televisione? Per l'Italia è un danno incalcolabile”.
E quindi della serie “se lo dice lui, sarà bene che lo dica anch’io” … giusto per accattivarsene le simpatie, né?

Comunque portandomi a dire: “Perbacco, per una volta sono d’accordo con loro”.
Solo che questa bella reputazione la si deve soprattutto a quei galantuomini (loro colleghi) che si sono depositati al comando dell’ambaradan nazionale.
E non solo dal giorno d’oggi, anche perché queste cosette, e pure dall’altre di non gradevole pubblicità nazionale, avvengono dal tempo che fu.
Inutile farne una dettagliata descrizione anche perché non basterebbero i prossimi vent’anni per elencarle tutte.

Quindi e in definitiva, per loro, la pessima immagine che l’Italia da di se, compromette l’arrivo dei turisti esteri, portandomi a pensare il come mai non avvenisse prima, e questo nonostante le nostre priorità siano da tempo, ahinoi, molto conosciute.
E soprattutto vorrei sapere quanti turisti stranieri ci procurerà questa foto di fianco … o forse il signor Mario Monti, sorridente per l’occasione (?), non conosce o non conosceva Blaise Compaoré, che non credo abbia mai fatto intendere d'essere un santo, o che le sue gesta siano passate del tutto inosservate.
Strano!

Poi per quanto riguarda l’ultimo pezzo della dichiarazione del Celli in merito al documento sullo Sviluppo varato dal Governo, e vale a dire il Suo: “Per il turismo non c’è nemmeno una riga e questo non va. Non si parte bene se si ignora nel principale documento dell’Esecutivo quello che è realmente uno dei pochi settori trainanti della nostra economia”.
Beh, forse sarebbe il caso che il Celli si fosse svegliato un po’ prima e vale a dire quel 18 giugno 2012 quando altri, dopo averlo completamente letto, l’avevano poi scritto e descritto minuziosamente.

P. S.: Va anche ricordato che nell’esecutivo dello Sviluppo c’è Piero Gnudi, il ministro del turismo, che è poi quello che ha “spinto” il Celli a diventare presidente dell’Enit.




15 commenti:

sergio cusumano ha detto...

Sono regole che valgono per gli altri e non per loro stessi

Basta capirlo e non c'è più problema


;-)

vinc ha detto...

@Sergio

Ci provo ma non ci riesco


;-)

Anonimo ha detto...

Che pena quella foto



Luciano Ardoino ha detto...

In fin dei conti a questa gente non frega niente.

:(

Gianni ha detto...

Un bel personaggino, non c'è che dire. E che tutti vorrebbero al proprio fianco



frap1964 ha detto...

Genova. Si è parlato molto questa mattina, durante gli Stati generali e la presentazione del Piano Triennale sul Turismo in programma al teatro Duse, della bozza di riforma uscita in nottata da palazzo Chigi che con la revisione del Titolo V della Costituzione, toglie alle Regioni la competenza esclusiva in materia di turismo.
...
Non ditemi che finalmente l'han capita...

frap1964 ha detto...

RIFORMA DEL TITOLO V DELLA COSTITUZIONE

Il Consiglio dei ministri ha approvato un disegno di legge costituzionale di riforma del Titolo V. Il testo interviene a undici anni di distanza dalla precedente revisione attuata con la legge costituzionale 18 ottobre 2001, n. 3.
L’intervento si è reso necessario viste le criticità emerse nel corso di questi anni; tuttavia, dato il breve spazio di legislatura ancora a disposizione, l’obiettivo è quello di apportare modifiche quantitativamente limitate, ma significative dal punto di vista della regolamentazione dei rapporti fra lo Stato e le regioni.
...
Si inseriscono nel campo della legislazione esclusiva dello Stato alcune materie che erano precedentemente considerazione della legislazione concorrente: il coordinamento della finanza pubblica e del sistema tributario, le grandi reti di trasporto e di navigazione, la disciplina dell’istruzione, il commercio con l’estero, la produzione, il trasporto e la distribuzione nazionale dell'energia.
...
La materia del turismo è stata altresì trasferita dalla competenza esclusiva delle regioni alla competenza concorrente dello Stato e potrà quindi introdurre una sua disciplina.

AL-LE-LU-IA A AL-LE-LU-IA A ALLE-E-LU-IAAA !! :-)


frap1964 ha detto...

La banca popolare del turismo ????

Luciano Ardoino ha detto...

@Frap

Ci sono stato tutto il giorno (dalle 09:30 alle 18:30) e nessuno ne ha parlato.

Solo il Celli ha accennato al fatto che i soldi in mano all'Enit sono pochi per fare marketing.
18 mln di euro e che 15 se ne vanno per i 90 dipendenti e le sedi all'estero.

That's all

:-D


frap1964 ha detto...

Impressioni su PLC... e su tutto il resto?

Luciano Ardoino ha detto...

@Frap

Non vorrei ma se vuoi ... m'è piaciuto un sacco.

:-D

Luciano Ardoino ha detto...

Ho cercato anche nelle virgole un minimo errore ma non l'ho trovato.

Pensa che alla fine ho anche applaudito con forza.

:(

frap1964 ha detto...

Se ti è piaciuto PLC è molto grave, imho. Ma si vede che era la giornata dei capovolgimenti...
Io comunque continuo a preferire la Bellucci, eh. :-D

Luciano Ardoino ha detto...

Una giornata fantastica.

Assessore Berlangieri: al di sopra tutti.
Roberta MIlano: fantastico il suo corner e fantastici i 10 innovatori nel ricettivo, nei servizi e nella tecnologia e che già conoscevo in gran parte. Tra i quali c'era l'amico Luca Moschini con cui ho scambiato molte chiacchiere.

Luciano Ardoino ha detto...

Sulla Bellucci mantengo saldamente l'opzione di preferenza.


;-)