giovedì 8 novembre 2012

Clamoroso in Francia: Charles Aznavour è il nuovo ministro al turismo francese?


Di alcuni presidenti di Regione ho già una mia particolare e non granché felice opinione.

E questa è dovuta soprattutto, anzi unicamente, al fatto che per un motivo o per l’altro, neanche poi così difficili da immaginare, nell’assessorato al turismo ci mettono delle persone che di turismo non hanno quasi mai quell’esperienza pregressa che servirebbe e che tanto bene farebbe.

E la Sicilia ha da poco il suo nuovo presidente.
Lui è Rosario Crocetta, e fin qui niente di male, ma la prima cosa che ha fatto e che non condivido per niente, è stata la nomina di Franco Battiato all’assessorato regionale al turismo e allo spettacolo.
Invero s’era subito sentito che il buon Battiato sarebbe andato alla Cultura, ma poi un repentino dietrofront … ed è passato appunto al turismo.

Innanzi tutto vorrei capire in quale posto lo spettacolo non è cultura, quindi perché dividerli, dopodiché comprendere il perché, se non pochissime volte, ci si ostina a separare il turismo con la cultura, e già che ci siamo, anche lo sport.
Poi, personalmente, c’aggiungerei anche il commercio, poiché di questo sempre si tratta.
C’è invece la scrittrice Evelina Santangelo,che così dice e aggiunge: "Ho apprezzato una sua dichiarazione: "la cultura è una cosa, lo spettacolo un'altra. La cultura non ha bisogno di spettacolo. Lo spettacolo avrebbe bisogno di cultura". Dichiarazioni come queste, se non altro, mettono in circolo un'aria buona, libera da compromessi".

Eh?
Ma che “cippa” vuol dire?
E cosa c’entra Franco Battiato con il turismo?
Comunque sia un po’ di quella “storia” è scritta qui.

Lui, il grande cantautore italiano, pare abbia accettato di buon grado l’incarico e ha spiegato la volontà però di "essere libero" e che, per questo, ha deciso che non percepirà alcuno stipendio.
E gliene rendiamo merito.

Come però non gli darò alcuna azione lodevole sul fatto che quell’assessorato lo farà nei ritagli di tempo libero, poiché pensa giustamente di poter continuare la sua carriera di musicista, visto che a breve avrà un tour che lo porterà in tutte le parti del mondo.
E allora chi lo fa l’assessore al turismo quando non c’è?

Ma dai, ma che sciocchezza è?

Il turismo, con la giusta cultura, può dare il buon sostentamento a tantissima gente in quella Regione, e che a quanto pare ne ha oltretutto un grande bisogno sfrenato.
E questi si sognano di darlo a uno che lo farebbe a tempo perso e non se ne capisce una cippa?

Roba da matti ... e per piacere!



4 commenti:

vinc ha detto...

E Gino paoli in Liguria?


Anonimo ha detto...

Ma dai

Jennaro ha detto...

C'è gente che pur di esporre un "titolo onorifico" perde ogni onore e dignità ...

:-(

Luciano Ardoino ha detto...

@Jennaro

In effetti non ci sono rimasto granché bene nel sentire che Franco Battiato aveva accettato l'offerta a danno della sua stessa Regione.
Perché è ovvio che un'altra persona a tempo libero e più preparata per quel dato settore, potrebbe fare meglio e ...