mercoledì 21 novembre 2012

Franco Battiato rifiuta la poltrona di assessore al turismo siciliano


E alla fine è andata com’era prevedibile.
Franco Battiato, ch’è tutt’altro che uno sciocco, probabilmente rifiuterà l’assessorato al turismo, e di questa decisione gli rendiamo grazie, grazie che naturalmente allego anche al buon Dio.

Infatti una cosa così insensata non avrebbe avuto modo d’esistere o d’essere.
Ma vediamo come s’era preannunciata l’orribile azione.

Rosario Crocetta è da poco tempo il nuovo Presidente della Regione Sicilia, e la prima str … anezza che s’è inventata è stata quella di proporre un assessorato importante al buon Franco Battiato, quello del turismo.
Turismo che invero la Sicilia ne avrebbe uno sfrenato bisogno e pertanto necessiterebbe di un personaggio più addentro al problema e quindi che da questo settore almeno provenga, nonché ci lavori a tempo bello pieno.

Qui c’è la mia personale opinione in merito che raggruppo in una sola frase: “Ma in Sicilia non c’è proprio nessun’altro?”.
Ovvio che non ci credo!

Però e per fortuna, anche se il Rosario Crocetta non c’è arrivato a capirlo, ecco che Franco Battiato non c’ha messo poi molto ad assimilarne l’impossibilità per poter fare quel certosino lavoro necessario per il bene della sua Regione e …

(di Maurizio Zoppi) … e il maestro Franco Battiato, designato dal neo governatore siciliano Rosario Crocetta assessore al Turismo e allo Spettacolo, sarà a Palermo, oggi mercoledì 21 novembre, per meglio definire le condizioni della sua carica politica.
Dopo i rumors sul possibile abbandono dell'incarico, il cantautore catanese, sarà infatti a Palazzo D'Orleans per chiarire la sua posizione.
Una cosa sembra certa, come lo stesso Battiato anticipa al Corriere del Mezzogiorno, la sua volontà è di occuparsi «solo di Spettacolo».
Amen!

IMPEGNO CONCRETO 
«I giornalisti fanno confusione, come faccio a dimettermi d'assessore se ancora non ho firmato nulla?».
E continua: «Il mio impegno in prima persona con il governatore è concreto, ieri sera Crocetta mi ha telefonato invitandomi alla Presidenza della Regione per definire la mia posizione ed attività all'interno del suo governo.
È chiaro che io vorrò occuparmi soltanto di spettacolo e cultura in linea con il mio mestiere di cantautore».

BATTIATO E LA DISTANZA DALLA POLITICA 
Le voci di questi giorni che parlavano di un imminente abbandono dell'impegno preso con il governo Crocetta, sono scaturite da alcune dichiarazioni dell'artista al festival del cinema di Roma: «Dopo 30 anni che frequento l'aeroporto di Catania mi sono sentito dire buongiorno assessore. Questa storia sta diventando un incubo.
Non voglio prendere ufficialmente le distanze dalla politica ma è così.
Non ho rapporti con la politica, solo col presidente della Regione che si è dimostrato un uomo spericolato».

(di me) Anche troppo!






3 commenti:

Francesco Pedroni ha detto...

Ha fatto bene e non avevo dubbi


Luciano Ardoino ha detto...

Propaganda o marketing?

:(

Gianni ha detto...

Avvocati e collaboratori del presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta, stanno valutando gli aspetti tecnici e giuridici relativi al ruolo che il cantautore Franco Battiato avrà nella giunta regionale. Il governatore ha affidato a Battiato la 'Cultura', ramo che fa capo all'assessorato al Turismo, una delega molto ampia inconciliabile con gli impegni del cantautore ma soprattutto con il progetto di lavoro che ha in mente l'artista che più volte ha detto di non volere rapporti con la politica. Per definire una delega alla Cultura servirebbe una legge ad hoc, con tempi lunghi. Tante le ipotesi al vaglio tra cui quella che la delega amministrativa rimanga in capo al governatore con Battiato nelle vesti di superconsulente agli eventi culturali con ampi margini di manovra. Domani l'artista potrebbe incontrare a Palermo il presidente della Regione per definire il suo ruolo nel governo.

Ieri era stato lo stesso Crocetta a prospettare la soluzione di una legge che riorganizzasse le deleghe degli assessorati, per cucire su misura un ruolo al cantautore, che ha manifestato la sua impossibilità di dedicarsi a tempo pieno all'attività amministrativa, anche alla luce della tournèe che lo terrà impegnato nei prossimi mesi. Ma il percorso di approvazione della legge richiederebbe dei tempi tecnici, che bloccherebbero l'attività amministrativa. Secondo lo staff del governatore, al momento per Battiato è confermata la delega al Turismo. Crocetta incontrerà il cantautore domani in tarda mattinata.