venerdì 9 novembre 2012

L'Italia è esplosa da sola ... lo giurano!


Che il Governo Mario Monti dei tecnici voglia andare a parare sulla destabilizzazione della piccola e media impresa, è oramai alquanto risaputo nelle mie meningi … ma non solo!

E così pure che la “cosa” sia altrettanto studiata da tempo da tutte le parti politiche, che per buttare dello “smoke in your eyes”, fanno come i famosi ladri di Pisa che di giorno litigavano e la notte andavano a rubare insieme.

Altrimenti non mi spiego il perché continuino prendersela con i lavoratori o piccoli - medi imprenditori, che oltretutto da decadi e decadi stanno subendo dei soprusi pur non avendo delle grosse responsabilità.

Li hanno solo malauguratamente votati, e mi riferisco a tutte le fazioni politiche, nessuna esclusa.
E questi eletti si sono studiati di metterci dei tecnici poiché tutte queste tasse sarebbero certamente risultate poco gratificanti per quello o quell’altro partito.
E chissà perché, ogni qualvolta arriva un governo tecnico, ecco che le imposte aumentano a dismisura.

Alla fine della favola, nessuno (dx, centro e sx) s’è sporcato le mani pur buttandoci (a noi, né?) addosso un quantitativo industriale di popò.  
Mentre laddove si sono riempiti la pancia a più non posso e anche qualcosa d’altro, continuano ad essere difesi, aiutati ed addirittura osannati.
Le banche e parte delle multinazionali per intenderci.

Niente contro di loro, ma a questi punti cominciano a starmi sugli zebedei.
Le banche devono fare le banche e non gli imprenditori, sennò che “razzo” di concorrenza è (?) … e in merito nessuno ha mai legiferato per limitarne il potere.
Convenienza?

Comunque sia l’andazzo, la speranza che lor signori terminato l’incarico se ne vadano per la tangente, è personalmente molto forte.
E un eventuale governo Monti II, sarebbe una catastrofe senza via d’uscita, in considerazione di quello che sono riusciti a fare, o a non fare, nel pur breve periodo da quando sono al potere.
Loro raccontano che c’hanno salvati, ma chiunque altro avrebbe potuto fare altrettanto se solo avessero pensato più ai cittadini che a rompersi le balle l’un l’altro, destabilizzando la nazione intera.

Berlusconi con le sue eterne “razzate” e quell’altri più intenti a “rubargli” il careghino facendolo apparire sciocco e inutile al mondo, ma non attuando nulla per migliorare il Paese.
Chiaro è che il Silvio si sia dovuto difendere dagli attacchi, e se l’è anche più che meritati, col risultato che le riforme per il popolo sono andate a finire in cavalleria.
Troppo presi a spalmarsi l’un l’altro dello sterco fresco e quindi a lavarsene di conseguenza le mani.

Non ultima, la grande novità, ma in verità già apparsa anni indietro, della rottamazione degli alberghi piccoli e vecchi (per loro) di cui ho già ampiamente parlato qui.
Come a dire che al loro posto ci vogliono mettere delle belle multinazionali e magari anche le banche … ma ci sono già.

Fatemi capire. State approvando una legge elettorale che decreta in partenza l’inutilità del voto di primavera. State allestendo una fiction elettorale solo per lasciare Monti al governo?
Dando la maggioranza numerica solo a chi prenderà il 42 e mezzo per cento, stabilite a priori che nessuno potrà vincere alle prossime elezioni ma dovrà fare pappa e ciccia con l'avversario elettorale del giorno prima e tentare un fritto misto di governo.

Un regalo ai partitini ricattatori, agli aghetti della bilancia, ai doppi forni e alle ammucchiate che, si sa, non portano mai bene al Paese perché quando si sommano propositi divergenti di solito la somma è zero, cioè il poco o il nulla.
Dunque votiamo per restare nella situazione presente, con maggioranze strane e incapaci di tutto. State allestendo una fiction elettorale solo per lasciare Monti al governo?
Ditelo, porca zozza, non prendeteci per i fondelli.
E in questa situazione volete fare le primarie, ma de che?
A che servono questi giochi di simulazione?
E lei, Presidente, che sta a fare sul Colle, si rende conto che è più utile alla democrazia Antonella Clerici che lei, visto che lei garantisce il voto?

Poi vi lamentate che gli italiani votano Grillo o meglio non votano affatto.
Non avete dimezzato il parlamento e i costi della politica, non avete abolito le Regioni né risanato un tubo, e ora non varate nemmeno regole elettorali decenti per far funzionare la democrazia.
Mi dite perché dovremmo andare al voto, con che spirito, con quale prospettiva?
Bella la vita, per noi italiani, tra voto inutile e governo dannoso.
E fuori, con la crisi, piovono mazzate.





4 commenti:

Jennaro ha detto...

Giuramento... è diventato un termine così astratto che quasi mi fa vergognare d'aver messo tanta enfasi quando 40 anni fa giurai di servire il Tricolore...

Luciano Ardoino ha detto...

@Jennaro

Se non ricordo male, in quell'occasione, i miei "colleghi" di allora dissero: L'ho duro e non lo giuro.

Scherzetti di gioventù!

:)

Spof forth ha detto...

La guerra, non è il male assoluto, questo punto...

vinc ha detto...

@Spof forth

Non capisco