venerdì 21 dicembre 2012

Fatti



E alla fine il piano triennale del turismo ligure, in collaborazione con l’Agenzia “InLiguria”, ha visto l’alba e quindi si parte.

Un “piano” dove tra le novità ci sarà un sistema, attualmente in fase finale di preparazione ma di cui l'assessore regionale ne è ben al corrente, il quale, oltre ad altre cosette sulle OLTA che per ora è meglio non dire, potrà mettere al riparo le strutture ricettive da giudizi diffusi in rete non sempre veritieri.

E due giorni fa (vedere video dopo 1'15")… l’assessore al turismo della Liguria, Angelo Berlangieri ha così dichiarato: “Noi cercheremo d’affrontarlo introducendo, in accordo con le associazioni di categoria, un sistema molto innovativo sulla certificazione di qualità delle strutture ricettive, che sia in linea con quella che è, non tanto per quella che è la classificazione per stelle che rimarrà ovviamente pressoché invariata, ma in linea con quelli che sono i criteri oggi dei blog e del web 2.0.
Però gestito a livello centrale, in modo tale che ci sia garanzia, sia per il turista, ma garanzia anche per l’operatore affinché non si verifichino degli episodi come talvolta si sono verificati, per cui c’è addirittura qualcuno che si vende per fare giudizi positivi o negativi su TripAdvisor”.

E’ si vero che verranno presi alcuni criteri dei blog e del web 2.0 per produrre la nuova classificazione alberghiera di qualità della Liguria, ma è bene aggiungere che la maggior parte del programma è dovuto essenzialmente alla qualità e vale a dire al mondo lavorativo negli hotel, estrapolando internazionalmente eccetera eccetera.

Il tutto quindi a chiaro vantaggio degli operatori alberghieri e quindi delle varie associazioni di categoria, ma soprattutto a favore dei clienti che troveranno … vabbeh, adesso non posso dire tutto, sennò che novità è?

Benefici anche per i T. O. e le ADV.

In poche parole … evvai!


P.S.: E tutto perché qui in Liguria finalmente c'abbiamo un'assessore che sa ascoltare chi ... sennò queste cosette andavano a finire in un altro Paese, e vale a dire tale e quale è già successo altre volte in passato. 




10 commenti:

vinc ha detto...

@Luciano

Cosa vuol dire quel sacco di farina?

Forse che è farina del tuo sacco?

;-)

sergio cusumano ha detto...

@Vinc

E di chi vuoi che sia la farina?

C'è chi parla e c'è chi aziona, tu cosa fai?

vinc ha detto...

Quello che fai tu!!!

:)

Jennaro ha detto...

Quello che mi piace di più è il: ma soprattutto a favore dei clienti ...

:-)

vinc ha detto...

@Jennaro

Per Luciano è normale

:)

Luciano Ardoino ha detto...

@Gennaro


Mai ricevuta la richiesta di un solo dollaro di rimborso da parte dei clienti.

:)

Anonimo ha detto...

@Luciano Ardoino
Bella idea ma c'è scritto poco sul come sarà!?!
Grazie




B. C. ha detto...

"L'andamento delle imminenti vacanze natalizie degli italiani fotografa l'apice di una crisi che auspichiamo possa essere giunta al suo fondo". E' il commento del Presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca, alla lettura dei risultati di una indagine previsionale sulle vacanze di Natale e Capodanno degli italiani. Complessivamente 12,4 milioni di italiani effettueranno una vacanza a Natale e/o a Capodanno, dato che raffrontato al risultato del 2011 rappresenta una flessione del 13%.
Bocca durante la lettura dei dati previsionali sulle vacanze di Natale e Capodanno ha anche sottolineato il calo del fatturato subito dalle imprese alberghiere: "Abbiamo sicuramente vissuto uno degli anni più difficili della storia moderna del nostro Paese con pesanti perdite di fatturato e presenze per le imprese ricettive stimabili in almeno il 10%, una flessione di lavoratori attorno alle 50 mila unità ed un aggravio di tassazione per imprese e consumatori al limite del sopportabile".
"E' indispensabile guardare con fiducia alle imminenti elezioni politiche, - ha precisato Bocca- dalle quali siamo convinti che uscirà un Governo in grado di saper cogliere le esigenze reali del Paese e delle imprese, trovando, pur in un contesto evidentemente difficile a livello mondiale, quegli spunti indispensabili per far ripartire a tutto tondo l'economia". Il Presidente di Federalberghi ha poi lanciato un monito al governo : "ribadiamo pertanto come il settore debba acquisire nella prossima legislatura il ruolo primario che gli spetta e ribadiamo ai partiti la sollecitazione affinché in queste settimane di campagna elettorale dicano chiaramente alle imprese ed ai consumatori quali iniziative concrete intenderanno assumere per il rilancio di un settore che indiscutibilmente è e rimane tra i pochi a detenere alta potenzialità economica ed occupazionale".

Francesco Pedroni ha detto...

@Luciano


Grandissimo!!!!!


:-D

119 emyorse

Jennaro ha detto...

@Vinc

Peccato che a Luciano non vanno giù le sviolinate, sennò potrei dirgli che è un attento osservatore di ciò che piace o dispiace agli altri cosciente che le stesse cose farebbero piacere o dispiacere anche a lui ...

:-)