lunedì 21 gennaio 2013

Fuori dai luoghi comuni ... c'è un Paese da esplorare


Bah, non lo so, ma la nuova pubblicità dell’Audi e che riporta (almeno dovrebbe) lo splendore della nostra penisola, m’appare alquanto insolita.

Che ci sia sotto qualche messaggio sublimale o ben nascosto che non riesco a cogliere nelle giusta maniera?
Ma andiamo per gradi.

Già dalla musica, bellissima per amor del cielo, che però d’acchito mi sembra la parte finale di “Requiem for a dream”, il che è già tutto un gran bel dire.

Vabbeh, si parte.
Nei primi secondi appaiono delle rocce senza neanche un filo d’erba e nel sottofondo si ode: “Una Penisola bagnata da tre mari”, mentre di acqua salata, ma neanche di quella dolce, non ce n’è una goccia e tanto meno se ne vede all’orizzonte.

Ecco poi una sequenza di strade a tornanti che vanno su e giù per la montagna che al solo pensare di fartela tutta in auto o con qualsiasi altro mezzo di locomozione, ti viene subito voglia di prenderti una pasticca di antiemetici (anti – vomito), al cui contorno manca completamente qualsiasi forma di vita, sia essa animale che vegetale.

Una benemerita mazza di niente … solo pietra, roccia e tira a campà!

Per arrivare (continua il video) ad una super strada che attraversa delle colline e che oltretutto non credo neanche che in Italia esista, nonché contornata dal verde meno verde che c’è, ma dove il grigio la fa sempre da padrone.

E qui entra in gioco un altro “azzardo”, per modo di dire neh!

Si ode “Bagnata dal sole 365 giorni l’anno …. “, mentre quello che ti si para davanti sono delle onde che s’infrangono (presumo mare forza sette o su di lì) contro delle rocce, mentre il cielo è naturalmente grigio che di più grigio non si può.

Poi distese di ghiaccio dove appare un pallido sole e di nuovo le Alpi ,colme di neve e naturalmente la solita roccia … ed eccoci alla seconda str … anezza.

“Un popolo dal carattere caloroso e ospitale” dice la voce in sottofondo, solo che per darne una maggiore consistenza, ecco che c’hanno inserito un grosso orso grizzly che non appena la “voce” dice la parola “ospitale”, quello mena una zampata all’aria che … apriti cielo, che della grande nostra ospitalità non pare proprio che ce ne sia poi così tanta, neh.

E poi strade sconnesse e piene di fango mentre il sole albeggia e quindi tramonta in una città che di più brutto e cementata non si può.

Lo scorrere della lava giù per il pendio dell'Etna viene decritta come una cornice mediterranea e la fa da congiunzione al pascolo del gregge di pecore elencate come grandi città d’arte, per finire poi all’incontro tra storia e cultura proprio nel mentre due stambecchi o due mufloni si danno una sonora cornata.

E poi …
… fuori dai luoghi comuni … c’è un Paese da esplorare.

Alla faccia del “fuori dai luoghi comuni” … beh, più fuori di così … !



 E chissà se l'amica Mikaela Bandini ha visto ciò.

... a me è piaciuto un sacco, e a te?

9 commenti:

sergio cusumano ha detto...

Mi piace



sergio cusumano ha detto...

E mi sembra più un suggerimento che una critica al video

Luciano Ardoino ha detto...

@Sergio

Subito no, ma dopo si.

;-)

gastronomadi ha detto...

Bello e veritiero l'incontro tra storia e cultura e l'incornata tra due stambecchi!

Luciano Ardoino ha detto...

@gastronomadi


sono d'accordo, eccome.

:)

Jennaro ha detto...

A parte il consumo dell'Audi che per esplorare il Paese si finisce nel quarto mare, quello della bancarotta, la versione integrale ha dei pericolosi vuoti di potenza sopra i 2000 giri, inoltre, presenta dei problemi alla trasmissione ... compresa quella pubblicitaria a quanto vedo...

e quanno ce vo', cevo!! :-)

vinc ha detto...

Originale

frap1964 ha detto...

Il claim finale a metà tra l'italiano e l'inglese non è che convinca poi molto, eh.
Per giustificare la necessità di una trazione integrale si prova a dipingere un intero Paese come è solo una sua parte (la parte montuosa e/o più impervia).
Non è che sia molto molto credibile... anche se il "fuori dai luoghi comuni... ecc. ecc." affascina e colpisce ad un primo ascolto.

frap1964 ha detto...

C'è pure la versione tedesca.