lunedì 18 marzo 2013

Perché esiste la Struttura di Missione per il Rilancio dell'Immagine dell'Italia?



Mah, se lo dice lei ...

Qual è l’atto fondamentale e la logica del perché esiste la Struttura di Missione per il rilancio dell’immagine Italia presieduta proprio dalla Flavia Coccia?

Mo provo a capirlo … e vediamo!

… giusto un anno fa, con D.P.C.M. in data 15 dicembre 2011, registrato alla Corte dei Conti il 9 febbraio 2012, reg. n. 1, foglio 308, è stata confermata la Struttura di Missione per il Rilancio dell’Immagine dell’Italia, alle dirette dipendenze del Ministro per gli Affari Regionali, il turismo e lo Sport.


Compito della struttura di missione era ed è, quello di curare le attività e gli adempimenti necessari per la programmazione, la gestione e il coordinamento delle attività di comunicazione e promozione dell’immagine dell’Italia nel settore turistico, nonché per la realizzazione dei relativi interventi strumentali.


Porre in essere azioni di sostegno all’offerta turistica italiana o di specifiche aree del Paese, anche nei casi in cui la stessa risulti pregiudicata o compromessa a seguito di eventi calamitosi o di altri fattori anche sociali ed economici, generatori della crisi.

E lo sviluppo delle capacità, delle potenzialità dell’immagine del “Sistema Italia” da realizzare con appropriate iniziative di comunicazione istituzionale, anche in relazione a grandi eventi.
E fino a qui ci siamo!

Ora andiamo a vedere cosa fa o dovrebbe fare l’Enit (Agenzia Nazionale del Turismo) … toh, pari pari e anche qual cosina di più.
Ma allora a che cippa serve ‘sta Struttura di Missione e bla bla bla, e non potrebbe essere inglobata con l’Enit per poter quindi risparmiare un bel po’ di soldini visto che in quest’ultima ce n’è proprio pochini?
Ma quante “palanche” costa mantenere ‘sta cosa che per tal combinazione (ma guarda un po’) grava anch’essa sulle nostre spalle, e soprattutto che utilità ha nonché ciò che produce di buono?

Il rapporto dirigenti/addetti è di 1 a 1, il che è sicuramente un record del mondo, non menzionabile però per un’eventuale Gold Medal olimpionica o l’inserimento ipotetico in qualche Nobel futuro.

Non mancano gli irrinunciabili cinque esperti che per nove mesi ricevono 20.000 euro cadauno … poi:

Coccia Flavia Maria                196.771,39
Dragotta Carmelo                     88.192,73
Farris Emanuela                      88.192,73
Guidi Valentino                        88.192,73

Il che porta al totale di 461.349,58 che sommati ai 100.000 di sopra … 561.349,58!

Il resto del personale dovrebbe aggirarsi (ipoteticamente) sui 200/240 mila euro … e siamo a circa 800.000 euro.
Niente male, no?

Ora dovrei, e lo faccio, considerare in concreto, cosa han fatto “questi qua” nel 2012 e trarre le dovute conclusioni.
Ah... però coordinano pure il Comitato per la promozione ed il sostegno del Turismo accessibile. Mentre i risultati … ?
Da notare poi che la Coccia guadagna quasi 17.000 € lordi l'anno più del DG dell’Enit, e non è che sia una cosa tanto bella, neh!
Privilegi del lavorare per la PdC?

E le spese per il personale sono quantificate in max €1.349.330,92 annui.
Poi naturalmente ci sono le ulteriori spese per il funzionamento della struttura che gravitano sul bilancio della Presidenza del Consiglio.

Totale?
E chi lo sa!
Facciamo circa due milioni di euro?

P. S.: Alla faccia della Spending Review e della trasparenza

L'unico aspetto positivo della faccenda si legge nel DPCM del 15/12/2011 (a firma, apparentemente, di Mario Monti) all'art. 1 comma 3:
La struttura di missione di cui al comma 1 svolge la propria attività fino alla scadenza del mandato del Governo in carica.

Lo stesso decreto prevede all'art 5:
Gli oneri derivanti dall'attuazione del presente decreto, quantificati in relazione alle spese per il personale nel massimo in € 1.349.330,92 annui
oltre alle spese per il funzionamento e la gestione delle attività... (ecc. ecc.)

Ma per fare cosa poi, istituzionalmente ?
E leggendo i compiti all'art. 2, queste appaiono, a prima vista ma anche alla seconda terza e via cantando, tutte cose che potrebbero benissimo fare all'ENIT.

C'è solo da sperare che il prossimo governo li mandi a casa tutti quanti, imho.

Il trionfo della banalità? ..  ma a sentire il tutto non ce l’ho proprio fatta.









12 commenti:

Notorius G. ha detto...

800 mila euro per fare cosa?

Luciano Ardoino ha detto...

@Notorius G.

Molti di più tra str...anezze varie.
Credo che siano circa 2 milioni di euro per mantenere l'ambaradan.

Che se andassero all'Enit potrebbero risolvere molti problemi.
:(

Luca Martucci ha detto...


....ecco una conversazione via twitter del 11 Gennaio con FMC

@rioconcierge
possibile che regioni ed enit non parliano mai di corsi e learning per formare ed educare il trade estero ? Nei paesi #BRIC è fondamentale !


‏@flaviamcoccia
@rioconcierge sono d'accordo! Occorre andare preparati per non disperdere più il denaro pubblico e per avere risultati.


sergio cusumano ha detto...

@Luciano

Sei un GRANDE! GRANDE! GRANDE!


:-DDDDD

Jennaro ha detto...

@Luciano

Oltre al trionfo della banalità, a me Flavia Maria Coccia dà l'impressione che non creda nemmeno a se stessa. Non un accenno ad un sorriso in questo video e sguardo basso nel parlare, evidentemente per mascherare qualche vergogna o senso di colpa...

:-)

sergio cusumano ha detto...

Stessa impressione

frap1964 ha detto...

Stipendi lordi, naturalmente, neh.
Siccome pagheranno pure loro le tasse (no?), diciamo che un 30-35% di quei soldi sono in realtà una partita di giro.
Poi naturalmente vanno considerati però oneri sociali, contributi, ecc. ecc.
Ora il problema non sono tanto i generosi stipendi che la PdC mette a disposizione dei propri dirigenti di I e II fascia, quanto piuttosto il rapporto tra il costo struttura, la funzione ed i risultati effettivi ottenuti e prodotti.
30.000 € lordi di quei 196 della FMC sarebbero appunto un premio di risultato. E gli obiettivi dove sono?
Sembra quasi che 'sta struttura, originariamente voluta da MVB per sistemare i suoi ex collaboratori della TV della Libertà, sia stata mantenuta in vita da Gnudi per garantire il posto ad alcuni dirigenti diversamente non sistemabili altrove.
Poi rilancio dell'immagine dell'Italia dove, scusa?
All'estero?
Ed ICE ed ENIT cosa ci starebbero a fare?
Son proprio curioso di vedere se ottengono di sopravvivere anche con il nuovo governo.

Gregorio ha detto...

Sono milioni le persone da 200k euro/anno, che controllano tutto, impediscono tutto, perchè a loro conviene lasciare tutto come sta.

Poi se servono soldi: tagliare pensioni, aumentare iva e benzina, se non basta ci sono i conti correnti.. cipro docet!
E come ce la possiamo fare?

Luciano Ardoino ha detto...

@Frap
Se è come penso non dovrebbero più avere di quei "santi" in "paradiso"

Luciano Ardoino ha detto...

@Jennaro

Una nenia studiata a memoria?

Luciano Ardoino ha detto...

@Gregorio

L'unica cosa che potrà fare incavolare il popolo italiano è fermare il campionato di calcio di serie A.
Solo in quel caso allora tutti, ma proprio tutti (io e pochi altri no) scenderebbero in piazza per protestare, altrimenti ognuno per conto suo.

:(

frap1964 ha detto...

... per produrre queste ....ate, essenzialmente. ;-)