mercoledì 17 aprile 2013

Anche De Nicola ed Einaudi hanno cominciato come giornalisti, proprio come la Milena Gabanelli.


De Nicola ed Einaudi avevano cominciato come giornalisti, e non è che stazionino nelle ultime posizioni del gradimento sui Presidenti della Repubblica Italiana, neh!

Quindi?
Che male ci sarebbe nel mettere la Milena Gabanelli al Quirinale che proviene appunto da questo “settore”?
E in un attimo innovazione, indipendenza e rivoluzione.
E ben sappiamo di quanto ce ne sarebbe bisogno di queste cosette qua.

Pertanto tramontato il mio preferito, Riccardo Muti il grande Maestro, di cui siamo stati in solo due a darne l’eventuale accesso nel Palazzo presidenziale (Vittorio Sgarbi e me), alè forza, che sia dato fiato alle trombe, e si decida alla Gabanelli incoronazione.

Gran bella idea!

Perché queste considerazioni in un blog che critica “costruttivamente” solo il turismo?
Beh, se innovazione, indipendenza e rivoluzione non vi sono sufficienti, continuate pure con quest’andazzo e vedrete che non cambierà mai un ….. cippa!


Gran bella idea!








18 commenti:

Jennaro ha detto...

Per carità, Luciano,

lungi da me voler apparire come un bieco maschilista, ma ... un uomo coi "cosiddetti" non ce l'abbiamo proprio in Italia???

Chiedo sommessamente scusa a tutte le donne, ma già ne ho una che mi "comanda" ... e mi basta!!

:-)

vinc ha detto...

@Luciano

Muti, Gabanelli e poi?

:-D

Anonimo ha detto...

..se vuoi far dire qualcosa..scegli un uomo..se vuoi far fare qualcosa..scegli una donna. Viva la Gabanelli al Colle.

Luciano Ardoino ha detto...

@Anonimo (quasi)

Giusto Mr. G.

;-)

Luciano Ardoino ha detto...

@Jennaro

Mi associo nel comando famigliare, ma credo che ci siano molti altri mariti che potrebbero associarsi.

;-)

Luciano Ardoino ha detto...

@Vincenzo

Te

:)

CptC ha detto...

@Luciano

Sono con te anche dall'Australia


Concordo e approvo

:)

frap1964 ha detto...

E' ora che ci sia una donna al Quirinale.
Pure la terza carica dello Stato (Laura Boldrini) è giornalista di professione e alla sua prima esperienza in Parlamento (peraltro cooptata da Sel alla faccia delle primarie).
E non mi pare che questo abbia costituito un gran problema.
Poi la Gabanelli, da inviata di guerra, ha girato il mondo (e male non fa).
E non ha mai guardato in faccia nessuno.
Quirinale compreso: domenica prossima a Report, per dire, si parla di come si diventa Cavalieri del Lavoro.
Leggersi la struttura organizzativa nonché la lista dei consiglieri di Napolitano.
Il supporto tecnico c'è tutto.
Basta con gli ottantenni: aria nuova, aria fresca !!
Io le ho scritto esortandola ad accettare, anche se temo che rimarrà un sogno impossibile.

Anonimo ha detto...

Mi piace

Luciano Ardoino ha detto...

@Frap

Chissà ... voce di popolo voce di ... e se lo vuole Lui ...


:)

B. C. ha detto...

Milena Gabanelli dice no

http://www.giornalettismo.com/archives/883057/milena-gabanelli-dice-no/

B. C. ha detto...

Mi rivolgo ai tanti cittadini che hanno visto in me una professionista sopra le parti e quindi adeguata a rappresentare l’inizio di un cambiamento nel Paese. Sono giornalista da 30 anni e ho cercato sempre, in buona fede, di fare il mio mestiere al meglio; il riconoscimento che in questi giorni ho ricevuto mi commuove, e mi imbarazza.
Certamente non mi sono mai trovata in una situazione dove sottrarsi è un tradimento e dichiararsi disponibile un segno di vanità. Forse non si sta parlando di me, ma dell’urgenza di dare un volto a un’aspettativa troppo a lungo tradita.
Che io non avessi le competenze per aspirare alla Presidenza della Repubblica mi era chiaro sin da ieri, ma ho comunque ritenuto che la questione meritasse qualche ora di riflessione. E non è stata una riflessione serena.
Quello che mi ha messo più in difficoltà in questa scelta è stato il timore di sembrare una che volta le spalle, che spinge gli altri a cambiare le cose ma che poi quando tocca a lei se ne lava le mani. Il mio mestiere è quello di presentare i fatti, far riflettere i cittadini e spronarli anche ad agire in prima persona. Ma quell’agire in prima persona è tanto più efficace quanto più si realizza attraverso le cose che ognuno di noi sa fare al meglio.
Io sono una giornalista, e solo attraverso il mio lavoro – che amo profondamente – provo a cambiare le cose, ad agire in prima persona, appunto.

frap1964 ha detto...

Fine del sogno (sic!). :-)

Luciano Ardoino ha detto...

:(

Eccheccavolo

frap1964 ha detto...

Peccato.
Sarebbe stato un bel terremoto.
In compenso il terremoto è arrivato davvero dalle mie parti una mezz'oretta fa (roba piccola, ma percepibile anche al primo piano e leggermente sopra la media degli eventi italiani del mese di aprile). ;-)

Jennaro ha detto...

@Luciano, ritiro tutto!

Sono rammaricato di aver detto quella cose prima. Adesso che mi sono convinto che l'Italia sarebbe stata ben rappresentata dalla Gabanelli pare sia troppo tardi...

:-(

Luciano Ardoino ha detto...

@Frap

Porcaccia miseria, ma che cosa sta succedendo?!?

:(

Luciano Ardoino ha detto...

@Jennaro

:)

Non ce niente da fare, voi napoletani avete una marcia in più.