mercoledì 29 maggio 2013

Il Ministro Bray scrive così ... e c'è chi risponde cosà

Di Massimo Bray

I messaggi che ricevo ogni giorno attraverso Facebook, Twitter e la casella di posta elettronica collegata al mio sito web sono particolarmente utili per individuare problemi che, da solo, non riuscirei ad identificare.

Il numero delle segnalazioni è davvero molto alto: sono convinto che sia un segno della voglia di partecipazione e di conoscenza, così come della sensibilità e della passione che animano moltissimi cittadini in difesa del patrimonio artistico, del paesaggio, dei principali beni comuni del nostro Paese.

Ringraziandovi, vi faccio una proposta: quella di segnalarmi le priorità che, secondo voi, dovrei affrontare nei prossimi mesi.

Vorrei poi discutere le proposte ricevute con le comunità di riferimento, per ciascun settore: i docenti, i tecnici, i professionisti, le associazioni per individuare, caso per caso, risposte adeguate.

Risposta

Egregio signor Ministro della Cultura e del Turismo,
peccato che anche questa volta, come si evince nel suo post, abbia dimenticato (volontariamente?) di scrivere la parola "turismo".
Parrebbe che lei la menzioni solo ed esclusivamente per definire l’altra “fetta” del suo Ministero che appunto contempla, almeno lo dovrebbe, sì la Cultura ma anche il Turismo.

Infatti, nell'ultima sua presso la Commissione delle due Camere riunite del 23 maggio 2013, risulta che (ved. anche link al video) lei abbia parlato per l’equivalente di 8.060 parole (nove fogli A4) menzionando la parola “cultura” 117 volte, quella “culturale” 33, “culturali” 50 … e solo due volte "turismo".
Non c'è che dire ... 200 volte contro le miserrime due.

Mi preme informarla che amo la Cultura in una maniera che definirei esagerata, ma lei sta cominciando a farmela odiare.
Anche perché reputo che non sia giusto che esistano figli o figliastri, e che le due “cose” debbano obbligatoriamente e necessariamente, procedere in simultanea.
Permettendomi quindi di ricordarle che il suo Ministero è sì quello della Cultura ma lo è anche dell’altra fetta: il Turismo.

Mi chiedo inoltre che valore possa avere questo suo post per proporre delle priorità che, secondo noi, dovrebbero essere affrontate nei prossimi mesi.
Forse che lei non le conosca le discrepanze di questo settore, considerato che bazzica la "cultura" da molto tempo?
In merito le ricordo che altri c’hanno già provato, in altri settori e ben prima di lei (Spending Reiew, tanto per farle un esempio), a chiedere l’aiuto della popolazione italiana, senza per altro mai realizzare alcunché di quanto ricevuto.
La solita storia?

Sono altresì felice che lei si sia “convinto” della voglia di partecipazione e di conoscenza, così come della sensibilità e della passione che animano moltissimi cittadini (parole sue) … ma non credo che ci sia stato il granché bisogno di doversene accertare.
Oppure sull’accaduto lei ci gioca?


Risulta infatti, seguendo la sua pagina facebook, che se dapprima (ved. immagini a lato) lei riceveva a malapena qualche “mi piace” per tacito assenso (?), ecco che all’improvviso, in pochi minuti (dal giorno della sua nomina a Ministro) ha raggiunto delle cifre ragguardevoli in quanto alla gradevolezza di quello che dice.

Che mai sara?




Mi perdoni, egregio Ministro, ma sono uomo più da fatti che di parole, e da lei ho/abbiamo ben altre attese che aumentare il suo consenso su "fb" per opera di qualche "bonario ricercatore di notorietà", oppure la metta lei la parolina più idonea per definire quelli che mai l’hanno considerata, ma che nell'improvviso acciaccano il “mi piace” a qualsiasi sua ...

Ultimamente ho arzigogolato su un altro che, non molto tempo fa, ha “preso” (ottenuto?) (conquistato?) una posizione notoria istituzionale, all’incirca sul suo medesimo livello, e quando “chillullà” scrive (su facebook) che mangia chessò i fagioli (le giuro che è vero) all’improvviso gli arrivano valanghe di piacevoli consensi sottoforma degli immancabili “mi piace” per i potenti.
Che i “fagioli” altrui siano diventati così ricercati?

That’s all, nella speranza che continuiate a farmi sorridere … ma invero non lo fate (di far sorridere) con chi in questo settore ci vive; e manco tanto agiatamente, neh! 
... prego vedere suicidi anche in questo settore, i quali, come vera priorità, sarebbero completamente da eliminare.

P. S.: Da me i “mi piace” non li prenderà mai finché non realizzerà qualcosa che vada oltre il fiato o delle battute sulla sua tastiera … ma so bene che ben poco le importa, anche perché ci sarà sempre qualcuno a cui piacerà che lei mangi i fagioli.

Buon appetito a lei e a chi abbocca!









16 commenti:

frap1964 ha detto...

I forum questi sconosciuti.
Il web è pieno di siti che offrono gratuitamente la creazione di un forum (Altervista, ForumFree, ecc. ecc.).
Qualcuno magari lo spieghi al ministro che forse conosce solo e-mail, facebook e twitter.
Così magari smetteranno di intasargli l'e-mail... e la discussione viene automaticamente da sè. ;-)

vinc ha detto...

@Luciano

Se tu non esistessi la mia vita sarebbe più povera.

A buon intenditore, poche parole.

Sei un G R A N D E
e loro sono piccini.

Ti voglio bene, amico mio

Jennaro ha detto...

Raccolgo io la proposta di Bray segnalandogli un problema che dovrà affrontare: Caro ministro, sarà meglio mettere tra le sue priorità, Luciano Ardoino!!

:-)

sergio cusumano ha detto...

@Jennaro

Concordo al miliardo per cento.

Ma è troppo onesto per essere preso in considerazione in quelle stanze [in Italia].

All'estero si leccavano i baffi, e io lo so perché ................

Francesco Pedroni ha detto...

Fantastica risposta



:-D

Luciano Ardoino ha detto...

Quell'uomo (il nuovo ministro) mi piace sempre di meno.

Sperando che i fatti possano smentirmi.

... e grazie

:)

frap1964 ha detto...

C'è da dire che è anche ragionevole che Bray non abbia parlato granché di turismo, non essendo la 7a Commissione (Istruzione pubblica, Beni Culturali) quella competente.
In pratica ha accennato solo al POI (Programma Operativo Interregionale) Campania, Calabria, Puglia e Sicilia e alle sinergie fra cinema/audiovisivo e turismo, nell’ottica della promozione dell’immagine dell’Italia attraverso il cinema italiano e, soprattutto, attraverso il cinema internazionale girato in Italia.
Magari però poteva sforzarsi un tantinello in più...
Notare inoltre che il MIBAC è tutt'ora denominato, anche sul sito del governo, MInistero dei Beni e Attività Culturali (turismo, niet).
Anche sulla pagina dei ministri la parola turismo non compare.
Infine Bray è tutt'ora denominato sul sito governativo "Ministro per i Beni e le Attività culturali". Idem nel decreto di nomina (verificate!).
E meno male che secondo Enrico Letta, 4 mesi fa, il turismo doveva essere una delle massime priorità...
Comunque fare un'audizione leggendo rigo-rigo una relazione scritta è cosa totalmente inutile, imho: ricorda molto MVB.

frap1964 ha detto...

@Luciano
Comunque una prima cosa intelligente, che ha riflessi anche sul turismo, è già riuscito a farla.
Quindi puoi cominciare col ditino alzato pure tu, volendo. ;-)

Anonimo ha detto...

Luciano

Hai tutta la mia stima e approvazione.

Luciano Ardoino ha detto...

@Frap

Sì, capisco bene che era nelle Commissioni (le 7e) riunite della Cultura, ma che diamine ...

:(

Luciano Ardoino ha detto...

... poi quella della prima cosa intelligente" ... ma non c'è nessun'altra priorità?

Oibò!

:(
P.S.: Sono triste

frap1964 ha detto...

@Luciano
E' una "piccola cosa", d'accordo; ma sempre meglio dei cani & gatti di MVB, no?
Do you remember? ;-)

frap1964 ha detto...

Forse sarebbe il caso di scriverlo ora quel post di cui si parlava nei commenti... ;-)

frap1964 ha detto...

Le priorità segnalate... (sul turismo paiono un po' troppo generiche, imho)

Luciano Ardoino ha detto...

@Frap

A quale post ti riferisci?

A questo o quello su Villa Adriana?

Luciano Ardoino ha detto...

@Frap

A suo tempo scrivesti così: Se poi vuoi ospitare un mio post, potrei anche trovare il tempo di scriverlo.
Che poi devi sapere che ci sono altre belle trovate in quel decreto di Buttiglione.


:)