martedì 30 luglio 2013

Audizione del ministro Massimo Bray alle due Camere riunite

Tra due giorni, giovedì 1° agosto (ore 14:00), il ministro della Cultura e del Turismo sarà in audizione presso le due Camere riunite (Deputati e Senato) sulle linee programmatiche del suo dicastero in materia di turismo.

Massimo Bray è stato nominato ministro il 28 aprile 2013 e ha ricevuto la delega al Turismo in data 4 giugno 2013.
E finalmente parlerà di #turismo.

A onor del vero non è la prima volta che lo fa (anche se …) e per l’appunto due o tre giorni or sono, durante la conferenza Stato – Regioni e Province autonome, ha detto questo.

Quindi, l’audizione avverrà dopo novanta giorni dall’elezione e circa sessanta dal ricevimento della delega.

Non c’è che dire, e se tanto mi da tanto, chissà quanto tempo ci vorrà per approntare le prime e necessarie attuazioni per la risoluzione dell’annoso problema del turismo nazionale … cultura ovviamente compresa.

Personalmente spero in qualcosa di nuovo che non sia la solita “menata” di migliorare l’Italia attraverso il web e i social per merito delle vagonate di tweets, mi piace, impressions, accounts reached e bla bla bla digitali … ma soluzioni fatte sulla strada.
E per strada intendo migliorare la qualità di tutto il settore ricettivo e dei collegamenti, a cominciare da … follia è fare sempre la stessa cosa aspettandosi risultati diversi … nonché con la medesima gente che da qualche tempo immemore ci sta raccontando (e purtroppo sono in molti a crederci) la favola del social web.

Le altre nazioni a noi concorrenti vendono un prodotto finito, accogliente e con tutti i crismi necessari, mentre noi vendiamo e basta, accontentandoci del “ma che bravo che sei” e del “tweet e ritweet” a vicenda.

Mentre i risultati di quest’affannosa metodologia di fare turismo, si vedono a ogni chiusura dei dati delle presenze nel Bel Paese.
E chissà, visti i risultati sempre peggiori, che non sia poi meglio cambiarne l'andazzo?

The word "brand" is derived from the Old Norse brandr meaning "to burn." It refers to the practice of producers burning their mark (or brand) onto their products.
The oldest generic brand, which is in continuous use in India since the Vedic period (ca. 1100 B.C.E to 500 B.C.E), is known as 'Chyawanprash', an herbal paste consumed for its purported health benefits and attributed to a revered rishi (or seer) named Chyawan. This brand was developed at Dhosi Hill, an extinct volcano in northern India.
The Italians were among the first to use brands, in the form of watermarks on paper in the 1200s. Blind Stamps, hallmarks and silver maker's marks are all types of brand.

… ma campa cavallo che l’erba cresce anche perché l'audizione nei primi di agosto probabilmente ... slitterà a data da destinarsi!
Troppo gravosi gli impegni di questi signori qui?









2 commenti:

vinc ha detto...

Sempre sotto la soglia dei 100 giorni
che di solito è quella che serve per far capire che si sta lavorando.


vinc ha detto...

Naturalmente scherzo!

:-DDDDD