venerdì 13 settembre 2013

Ma va là

Ieri leggevo l’ennesima dichiarazione di Andrea Babbi, il DG dell’Enit che in questi giorni dovrebbe trovarsi in Giappone nell’ambito della Jata “Tabihaku” di Tokio, fiera turistica in corso di svolgimento fino al 15 settembre.
Ed ecco che come al solito arrivano i "suoi” dati ... ovviamente positivi. 
It is better, thus it is (tant'è)!

Nell’occasione gli arriva anche l’aiutino di Riccardo Strano, il direttore dell’Agenzia dell’area Estremo Oriente, che attraverso le indicazioni che gli pervengono dai T. O. sulla vendita (vendita?) dei cataloghi Italia, dichiara che si evidenziano degli incrementi sull’ordine del 15-20% su base annua.

Cerco di argomentare.

Andrea Babbi dice che la presenza in questa fiera punta a rafforzare un mercato che ha ripreso a segnare un trend in salita nei confronti dell’Italia facendo registrare nel 2012, secondo la Banca d’Italia, una spesa per vacanze nel nostro Paese di 578 milioni di euro (+12,5% rispetto all’anno precedente) e circa 3 milioni di presenze.

Dati giusti, per carità, ma non credo che gli siano granché pertinenti considerato che è DG dell’Enit dalla fine di novembre 2012, e in un solo mese (dicembre 2012) è molto difficile riuscire a produrre questi risultati.
A onor del vero non è che se ne sia privilegiato, ma cosa non si fa o non si cerca per inserire il segno più davanti a qualsiasi dato (anche non pertinente) durante il proprio “regno”, neh!
Dimenticando però che non è poi così  giusto definire che il trend sia in salita (o forse è sufficiente un solo anno per poterlo affermare?) anche perché l’anno prima, il 2011, il decremento sui pernottamenti è stato del – 24,9%; quello sulla spesa del – 4,8% mentre quello sulle presenze alle frontiere fu del – 11,8% ... quindi, alla faccia del trend positivo.


Poi per quanto riguarda i primi sei mesi del 2013 rispetto all’anno precedente (anche questi dati Bankitalia) e quindi sotto la loro “responsabilità diretta", le presenze alle frontiere sono aumentate dell’8,8%, la spesa dei giapponesi del 3% ... però i pernottamenti sono invece diminuiti del – 11%.

E dove diavolo è quella percentuale del + 15-20% che afferma Riccardo Strano?
Vabbè, mancano ancora sei mesi e staremo a vedere se quel – 11% (pernottamenti) diventerà di botto + 15-20%.

















7 commenti:

sergio cusumano ha detto...

@Luciano


Ti odieranno!

;-)

Luciano Ardoino ha detto...

@Sergio

E non solo!

:)

Infatti, c'è della "gente" (per modo di dire) che evita addirittura di apprezzare il fatto che mi dia da fare per scoprire le "favole" che lor signori raccontano.

Si sa mai che non ne possano pagare di seguito le conseguenze.

E di casi così ne ho almeno un centinaio con le pezze d'appoggio.

Ma va bene anche così.
:)

vinc ha detto...

Soprattutto cercheranno di evitare dei confronti diretti.



;-)

Luciano Ardoino ha detto...

@Vincenzo

Quelli poi ... non se ne parla proprio.
:)

sergio cusumano ha detto...

Per loro è come se mi mettessi a correre i 100 metri contro U. Bolt

:-)


Anonimo ha detto...

...non vorrai mica dire che è merito del Rubini con Italian Friends for Japan??!!

Luciano Ardoino ha detto...

@Anonimo


Ha ha ha

Non arriverei mai a tanto

P.S.: So chi sei
:)