sabato 5 ottobre 2013

Turismo: "ancora" un ministro così

Scuse ufficiali del ministro Massimo Bray ai cittadini e alle imprese del turismo per cinque mesi di ritardi ed errori che hanno penalizzato il settore e si impegna a varare nelle prossime settimane un decreto per il turismo.

«Mi scuso con tutti i cittadini e le imprese – ha quindi dichiarato Bray – per i molti errori commessi. Si poteva fare di più in questi cinque mesi, e ora farò di tutto per portare a casa, presto, un pacchetto di norme in favore del turismo, di un turismo consapevole, responsabile, rispettoso delle persone, delle risorse e del territorio».
  
No, non è vero che si poteva fare di più … ma è vero che non si poteva fare di meno.


P. S.: Nessun problema, per carità; solo qualche milione di persone che in questo settore a mala pena riesce a sopravvivere oppure fallisce ... che fretta c'è?
L'importante era fare le scuse, e per far dire allo stolto di turno: "Ma hai sentito che bravo, cortese e gentile che l'è il ministro della Cultura e del ........................... Turismo?
















6 commenti:

BRANCA DORIA ha detto...

bravo, cortese e gentile....
cosa pretendi di più?? GFC

Luciano Ardoino ha detto...

@BRANCA DORIA

Un Lucano ... no, un luciano?

;-)

Anonimo ha detto...

Anche negli altri ministeri non se la passano meglio


Luciano Ardoino ha detto...

@Anonimo

Sì è vero, ma degli altri non me ne capisco molto ... sempre che capisca qualcosa di quello del Turismo.

E solitamente di ciò che non capisco, non parlo e non scrivo.

:)

Jennaro ha detto...

Se oltre alle scuse per non aver fatto una cippa questi ministri ci restituissero anche gli esosi stipendi che ci hanno estorto, allora forse comincerei a valutare la loro buona fede ...

Luciano Ardoino ha detto...

@Jennaro

Appunto

:)