mercoledì 6 novembre 2013

I tempi dell'Enit (Agenzia Nazionale del Turismo)

Questo è il terzo giorno che descrivo l'esasperante lentezza nelle decisioni dei preposti a manovrare il turismo nazionale.

Nel primo di questi evidenziavo il fatto che in quasi cento giorni, e nonostante il loro tanto berciare,  il Decreto sul Turismo è da tutte le parti tranne dove dovrebbe essere: la Gazzetta Ufficiale.
Nel secondo menzionavo alla necessità di usufruire di ben 224 giorni per trasportare 33 persone da un ufficio all'altro con una spesa da far paura.
E oggi che, a quelli dell'Enit, sia necessario quasi un anno per espletare una gara di marketing da meno di 100.000 euro e che poi vadano a cercare di avere tutto il materiale in due sole settimane.
Ma cercherò di spiegarmi meglio cominciando tutto l'ambaradan dall'inizio di 'sta storia infinita.

La cosa comincia QUI:
L’ENIT – Agenzia Nazionale del Turismo, con determinazione dirigenziale n.140 del 21/12/2012 ha avviato la procedura d’affidamento, mediante procedura negoziata, ai sensi dell’art.125 comma 9 del D.Lgs. n.163/2006 e s.m.i., del servizio di ideazione e creazione di messaggi pubblicitari, di coordinamento e monitoraggio della campagna di comunicazione, realizzazione di materiali promozionali di diversa natura.
Termine ricevimento offerte: entro le ore 12 del giorno 28 febbraio 2013.

COMUNICAZIONE ESITO OPERAZIONI DI GARA
La Stazione Appaltante in esecuzione di quanto stabilito dalla Commissione di gara nella seduta del 13 marzo 2013 si è avvalsa della facoltà di non procedere all'aggiudicazione della procedura di affidamento del servizio in oggetto.
Era la famosa gara da 140.000 euro con cui contavano di "riciclare" gli spot di italia much more che come massimo risultato sulle visualizzazioni in oltre quattro anni si fermano a tutt'ora in qualche spaurito centinaio ... figurati a quei tempi.
E questo nonostante l'Andrea Babbi sia partito al BTO di Firenze all'inizio del suo mandato di DG dell'Enit con le parole "innovazione" "innovazione" e ancora "innovazione".
Alla faccia dell'innovazione.
La gara poi fu annullata e al tempo del fatto un qualcosina la scrissi qui.

A questo punto nuova gara, stavolta a procedura aperta (capitolato esattamente come sopra, ma sparisce il riutilizzo di italia much more),
Termine ricevimento offerte: entro le ore 12 del giorno 8 maggio 2013.

COMUNICAZIONE ESITO OPERAZIONI DI GARA
Data verbale di aggiudicazione 12.09.2013
Numero delle offerte ricevute nei termini: 13
Numero delle offerte ammesse: 12
Numero delle offerte non ammesse: 1
Denominazione società aggiudicataria: Pomilio Blumm Srl
Importo aggiudicazione: € 81.611,57 al netto dell’IVA

E poi si legge:
L'ENIT - Agenzia Nazionale del Turismo con provvedimento n. 118 del 15 ottobre 2013, ha provveduto all'aggiudicazione della gara... (è l'aggiudicazione definitiva, dopo quella provvisoria da verbale).
A questo punto devono passare almeno 35 gg dalla data di comunicazione ai controinteressati (quelli che han perso la gara) prima di poter stendere il contratto operativo. Per cui si arriva minimo minimo al 23 novembre 2013.

Poi ci sono i tempi di consegna da capitolato: entro e non oltre 15 gg dalla data di stipula del contratto.
E praticamente arrivi a dicembre 2013 e hai fatto l'en-plein (un anno per espletare una gara da meno di 100mila euro!!).
Ma per il monitoraggio dei risultati, bontà loro, concedono 90 gg. dopo il termine della campagna in ciascuno dei mercati selezionati.
Reputo quindi ri-di-co-lo che questi impieghino 11 mesi e passa per tutto l'ambaradan e poi vadano in cerca di avere tutto il materiale in 2 settimane.

E ora arriva la "sparata" di Bruschini 
Intanto entro quest'anno partirà la nuova campagna pubblicitaria 2014: "Stiamo scegliendo in questi giorni l'agenzia che seguirà il progetto e il lancio -ha commentato Bruschini -. Il budget previsto è di 5 milioni di euro; ci concentreremo su Russia, Inghilterra, Francia, Germania, Polonia e Repubblica Ceca"
... dopo quella di Babbi di aprile 2013.

Peccato che sulla Gazzetta, anche allora, ci fosse il bando di una gara da 140.000 euro e non da 5 milioni di euro.
E che sul sito di ENIT non risulti nessun'altra gara a parte queste.

Mia personale opinione è che questi di ENIT (2+2 fa sempre 4) si erano comprati gli spazi prima ancora di aver fatto una gara per l'ideazione e creazione del messaggio pubblicitario e ... hai voglia di riformare l'ENIT con gente che lavora con questi tempi qui...

Ma secondo voi è tutto funzionale il mettere i bastoni tra le ruote di Andrea Babbi o sono io che corro con la mente e vedo "fantasmi" da tutte le parti?

E può un DG farseli mettere da subalterni, sempre che le mie supposizioni sia vere?
Mah...













3 commenti:

Anonimo ha detto...

Perché bastoni tra le ruote?

Jennaro ha detto...

@Luciano

Sarà che all'Enit: chi va con lo zoppo, arriva tardi... però impara ad "azzuppare"!

;)

vinc ha detto...

E' tutto così talmente senza senso che si fa anche fatica a crederci.
Purtroppo invece così è.


:(((((((