lunedì 24 marzo 2014

E come al solito ... manco un piccolo grazie (imho).

La nuova campagna promozionale dell'Enit, quella che ho già avuto modo di definire qui, l'hanno chiamata "Made in Italy" che guarda caso ... ma prima due paroline sulla casualità.

Chi di mestiere fa il falegname e molto sovente martella sui chiodi, è molto facile che prima o poi s'acciacchi qualche dito distrattamente.
E così pure in qualsiasi cosa faccia l'essere umano e anche quelli no.
Può capitare che a chi fa di conto si lasci scappare l'errore in qualche totale, e questo anche con l'ausilio degli ultimissimi ritrovati e accessori per far sì che questo non avvenga, col solo inserire distrattamente una virgola quando questa non ci va, lasciando poco spazio alla casualità e alle coincidenze, all'imprevisto e alle circostanze fortuite
Infatti quasi nulla avviene per caso se non proprio per niente.

Dicevo che il nome della campagna promozionale dell'Enit, Made in Italy, appare per la prima volta nel loro sito il 14 marzo 2014 (ved. qui), come non apparve nemmeno nel capitolato di gara (ved. qui).
Prima di allora non se ne sapeva praticamente niente, almeno per quanto riguarda il nome per quanto ne so.

Mentre qualche tempo prima (ved. immagine a lato) proprio su queste pagine qua, il 21 gennaio 2014 (quindi 52 giorni prima) descrivemmo il logo del Padiglione Italia dell'Expo 2015 definito "Orgoglio Italia" che ci apparve più come uno slogan fascista sullo stile "tradizione italica" e alla moda dei testi delle sigle dei cartoni animati dei robot anni 80.
Aggiungendo tra l'altro che sarebbe stato più semplice e anche più piacevole nonché mirato chiamarlo "Made in Italy".
Toh, proprio come la recente campagna pubblicitaria dell'Enit.

Ora, so bene che queste pagine le leggono anche perché è l'unico blog che descrive le loro .... , e che nei circa 1.800 (milleottocento) post, se non tutti, moltissimi li riguardano.
Ne fanno mai tante che non ci manca mai del materiale da poter poi raccontare.

Ma almeno un "grazie" in queste circostanze avrebbero anche potuto mandarcelo, no?
Andrea Babbi, Pomilio Blumm o la Mikaela Bandini?
Ma campa cavallo ...

E se soltanto avessero seguito anche l'altro nostro suggerimento in base al video che dovevano fare nonché al claim ... forse sarebbe andato anche meglio di come ... (ved. qui).

Comunque il mio suggerimento lo aggiungo ancora una volta di seguito e chissà se prima o poi non ... pure quello.





... e basta scopiazzare sul blog (sarà anche questo un caso, una coincidenza, un caso fortuito etc?) senza mai ringraziare chi ...
Su dai!






1 commento:

sergio cusumano ha detto...

Fatti pagare


:-DDDD