mercoledì 16 aprile 2014

Hey, ma non vi fate schifo da soli?

Qualsiasi persona che arriva a depositare il proprio sedere nelle poltrone che contano nel Turismo italiano, diventa di botto bravo, buono e pure bello anche se, per sua sfortuna, madre natura non gli aveva fornito a priori quella specifica proprietà.

Fateci caso.

Infatti nel mondo del web si sprecano le doti all'indirizzo di quelle/i, e se per caso qualcuno contesta o critica le decisioni da far paura per stupidità che lor signori prendono per questo settore, ecco che “essa/o” si prendono la dote giornaliera di: “Ma che sta a dire “chillullà” che non ci capisce un tubo”, e giù merda in gran quantità … alle spalle ovviamente, neh!

E l'onnipresente: “Diamogli tempo che poi vedremo”.
Diamogli tempo “'na sega” … ma ci vuole molto a capire che sono dei perditempo, e non li vedono i risultati?
Oppure conviene “lisciare”?

Anche perché che cosa dovrebbero dire i webbisti spagnoli all'indirizzo dei propri responsabili della Cultura e del Turismo?
Portarli in trionfo tutti i giorni e riempirli di grandi premi, coriandoli e cotillons?
Eh già! ... solo che questo è il loro “lavoro” e in quelle posizioni ce l'hanno messi per portare ricchezza al proprio Paese, altrimenti che “razzo” ce l'avrebbero messi o ci starebbero a fare”?

I dati spagnoli dicono che nel 2013 i visitatori totali sono stati 60,66 milioni (+5,6% rispetto al 2012) e la Spagna è tornata a occupare il terzo posto nel ranking turistico mondiale, dopo Francia e Stati Uniti, scavalcando la Cina.
Destinazioni preferite: Catalogna, Baleari, Andalusia.
Mentre nei primi due mesi del 2014 il turismo in Spagna ha generato oltre 6 miliardi di euro ricavi.
Una cifra record che segna un aumento del 9,1% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Il solo mese di febbraio ha registrato entrate per 2.98 miliardi (+8%).
Un terzo della spesa è generata dai mercati di Inghilterra e Germania, rispettivamente in crescita del 12,2 e del 9.7%.
Sempre a febbraio, le Canarie hanno mantenuto il ruolo di destinazione turistica leader raggiungendo 1,14 miliardi di euro.
Mentre con 616 milioni, pur mostrando un calo del 1,6%, la Catalogna si conferma la seconda meta in Spagna per popolarità.
L’incremento maggiore è registrato dall’Andalusia (+18.6%), con un guadagno complessivo di 423 milioni di dollari.

E in Italia?
Passo oltre che è meglio, va!

Ma quello che più stupisce (manco tanto, ma così giusto per dire) è che i webbisti nazionali evitano come gramigna i critici, mentre alcuni si vergognano pure d'essere stati o essere loro amici, negando addirittura i consigli ricevuti che si sono venduti come propri e che oltretutto alcune volte hanno salvato loro i posteriori.
Parlo di quelli che nel web scrivono che va tutto bene nei confronti dei “comandanti”, ma se li senti al telefono o li ascolti di persona, ecco che tutto cambia e non lesinano improperi a nessuno di quelli di cui poco prima (e anche dopo) scrivevano bravura, bontà e bellezza.

Hey, ma non vi fate schifo da soli?













4 commenti:

vinc ha detto...

Non credo lo sappiano.

:-DDDD

vinc ha detto...

@Luciano

Ti è appena successo?


;-)

Objuankenobi ha detto...

@Luciano

I consigli e il denaro... se li presti ad un amico, perdi quelli e pure l'altro... che è meglio, né!

:-)

Luciano Ardoino ha detto...

@Objuankenobi

Sì, appunto, amici per modo di dire.

:)