sabato 26 luglio 2014

Le teste di razzo

Taleb Rifai, il segretario generale dell’Unwto, dichiara che secondo i dati del World Tourism Barometer, da gennaio ad aprile 2014 i pernottamenti in Europa sono aumentati del 5%, pari a 14 milioni in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno … e allora esaminiamo.

Però prima vi vorrei parlare dell'eventuale simmetria che c'è tra le parole che si assomigliano molto.

Le migliori teste di razzo restano in aria per molto tempo, hanno una gittata molto lunga che le porta a coprire molte migliaia di chilometri da qualsiasi parte le indirizzi, e solitamente quando arrivano alla meta fanno un casino della miseria.
In poche parole fanno un bel botto.
Ci sono quindi le teste di razzo che vengono lanciate intorno al pianeta per vari motivi scientifici, ma tutte hanno uno scopo bel delineato atto a conoscere tante cosine che altrimenti non si sarebbero mai sapute e che sono di grandissima utilità.

Simmetrie con le teste di cazzo.

Come le teste di razzo, anche quelle di cazzo, sono presenti nel Bel Paese in un quantitativo industriale … e praticamente vengono partorite come le blatte e pure i topi.
La gestazione è molto breve e quasi tutte vanno a finire in un solo settore: il turismo.
Statistiche mie personali danno la percentuale sul 90%.

Anche le teste di cazzo si sollevano da terra come il quasi omonimo razzo, veleggiano nel cielo per tanto tempo (incollati alle cadreghe), mantenendo però la testa sempre dentro le nuvole dove orbitano dal tempo che fu, e anche loro raggiungono delle distante considerevoli.
Oggi sono qui e domani te li ritrovi dall'altra parte del mondo a far bella mostra di se … tanto pagano i fessi (cioè noi).
Ma dal razzo si differenzia nel fatto che non colpisce mai il bersaglio, non sono utili per una beata minkia, però il botto lo fanno a ripetizione.
Infatti sparano un sacco di cazzate (come potrebbe essere altrimenti se sono delle teste di cazzo?) che fanno tutte boom … mentre intorno a questi crateri (le cazzate) non cresce più nemmeno l'erba e di conseguenza manco i turisti.

A differenza delle teste di razzo, quelle di cazzo si accompagnano sempre con due palloncini (toh, che strano!) a volte di colore diverso (ma poco importa).
Questi palloncini sono definiti da esimi professori che si occupano solo di quella materia, come “coglioni”, che però vengono pagati profumatamente per non produrre un'emerita mazza fionda di niente.

Risultando così che anche noi siamo dei palloncini … i coglioni in poche parole.
Bene, detto questo al solo scopo di far finalmente luce su queste differenze di base, qualcuno mi vuole spiegare il perché si continui a voler “adottare” le teste di cazzo con quei due “belin” di palloncini se ...

... i dell'Untwo di Taleb Rifai, i quali danno nei primi quattro mesi un aumento delle presenze (pernottamenti) in Europa del 5%, mentre in Italia, sempre in quel periodo di tempo, queste sono in calo (pernottamenti stranieri) del 3%?

Portando il totale della differenza tra le teste di razzo e quelle di cazzo all'8%.


P. S.: Non sarebbe tosto l'ora di cambiare quelle teste di cazzo?
E se non si può per vari motivi, almeno mutare quei due "belin" di palloncini che (pagati) gli circolano intorno, o no?




2 commenti:

Jennaro ha detto...

@Luciano

A Napoli diciamo: "mannaggia alle teste di razzo", in Calabria dicono: "mannaia..." sarà uguale, o i calabresi sono più "taglienti"?

^_^

Luciano Ardoino ha detto...

@Jennaro

Ottima conclusione ... quella calabrese nell'occasione

:)