giovedì 28 agosto 2014

Liguria: nel primo anno del Piano Turistico Triennale le presenze nazionali sono calate del 13,2%, poi (nel secondo anno, l'attuale) si presume anche di peggio

Senza tanti giri di parole passo subito ai fatti e a quella gara effettuata in data 17 luglio 2012 dalla Regione Liguria (assessorato al turismo) in merito a chi avrebbe dovuto portarci tanti turisti.

La gara in questione era questa: MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER LA FORNITURA DI SERVIZI VOLTI AL RILANCIO DELLA DESTINAZIONE “LIGURIA” MEDIANTE LO SVILUPPO COMMERCIALE DEI SUOI PRODOTTI TURISTICI – DURATA MESI SEI - IMPORTO PRESUNTO DI GARA EURO 42.000,00= (QUARANTADUEMILA/00) IVA ESCLUSA. CIG 4436600E20, aggiudicatasi dallo Studio Giaccardi e Associati di Ravenna con lo “sconto” di 2.000 euro per un importo totale di euro 48.400,00 (iva inclusa) con firma e accordo raggiunto in data 16 ottobre 2012 ... portandolo così (combinazione?) sotto la soglia di gara.

In poche parole un nuovo Piano turistico Triennale con queste prerogative ben messe in rilievo (ved. immagine sotto) … tutto il resto della proposta la si può trovare qui, e che avrebbe dovuto innalzare considerevolmente la presenza dei turisti in questa Regione già nel 2013 ... si presume (imho).


Ora dal documento non sono riuscito ad estrapolare le parole “estero” oppure “stranieri” (pare non ci siano proprio) ma credo che siano incluse a priori trattandosi di un piano triennale atto a migliorare il prodotto della Liguria.
Ma molte frasi della proposta riportano al web, all'internet e se non ricordo male anche ai social.

Infatti credo (imho) che parta da qui l'affannosa ricerca dell'Agenzia InLiguria per essere inseriti nelle migliori posizioni nazionali in merito ai click ricevuti come se questi dovessero portare a valanghe i turisti (vedi qui che la cosa però non pare accada non avendo nell'Italia intera un grande riscontro).
Contatti che per lo più sono avvenuti nei confini italiani.

Ma di turisti nazionali non se ne sono visti poiché è lo stesso Osservatorio Turistico della Liguria a sostenere che gli italiani sono calati (nel primo anno del triennale) nella percentuale così suddivisa: arrivi -9,7% e presenze del -13,2%.
Chapeau!

Perché dico questo?

Semplice.
Fui presente ad una sola riunione in Regione con quei signori (dicevano che avrebbero ascoltato le opinioni di quelli dal "basso") e non passarono che pochi minuti per rendermi conto che il risultato sarebbe poi stato questo per via di certi discorsi che mai ho udito nella mia vita dopo 45 anni in questo settore e in tantissime parti del mondo … e così pure non pensai minimamente di astenermi dal dirlo in diretta.
Diciamo che pensai che delle nostre opinioni non fregava granché (fumo negli occhi?) e che il progetto era già bello che studiato a priori. 

La soluzione ?

Beh, io ho già dato col solo risultato di farmi prendere in giro e quindi la lascio a voi, ma credo che sia talmente ovvia che non sia certo il caso d'aggiungere altro.

Quindi la dialettica, la brachilogia, la maieutica, l'ironia e l'etica non credo abbiano granché funzionato, e magari si se usava il solo buon senso, forse le cose sarebbero andate meglio.

P. S.: Di solito si guarda ai risultati e quando questi non ci sono secondo le aspettative, beh; si cambia registro.








3 commenti:

Jennaro ha detto...

@Luciano

Tante belle parole moderne ma il buon vecchio olio di gomito non lo vuole usare più nessuno...

:-)

Luciano Ardoino ha detto...

@Jennaro

No, ora usano la dialettica, la brachilogia, la maieutica, l'ironia e l'etica.

:)

frap1964 ha detto...

Meno male che c'è l'ironia. ;-)

Ma anche la brachilogia e la maieutica non sono da buttar via, imho.

Si vede comunque che chi ha redatto quella proposta di marketing ha fatto studi alti.

Certo che da Socrate all'inutile aggregatore di cinguettii... han fatto un bel salto, neh. ;-)