venerdì 19 settembre 2014

italia.it: occhio e malocchio, prezzemolo e finocchio. Se poi ci metti pure il cacio con le pere ... s'arriva all'ec-cesso.

Diamine!

italia.it è nella cacca completa … tra pochi mesi si aprirà l'Expo 2015 … il #TDLAB “a gratis” (e sul "gratis" mi girano le bocce a mo di ventilatore) sta cercando in tutte le maniere di dare un senso e una costruttività al portale degna delle palanche a gogò sperperate negli anni … e a parte i soliti due (questo blog e quest'altro) il silenzio assoluto … oltretutto lì (italia.it) c'è gente che non prende un euro dal febbraio scorso … e i guru del turismo nazionale sul web ci raccontano quanto è bello e buono il cacio con le pere.

Ieri notte me li sono cercati un po' tutti questi “professoroni” sui vari socials per vedere se accennassero al fatto durante gli ultimi tempi e ...
Risultato?
… 'na sega.

Tra chi parlava di abbacchio, finocchio, pinocchio, ranocchio (eh già, c'è sempre qualcuna che è ancora in attesa di baciare la rana per tramutarla in un principe azzurro nonostante abbia dei figli che hanno quasi quasi maturato la pensione) … niente, non ho trovato una sola loro parola che fosse riferita all'increscioso fatto del portale ... e a questi gli infilassero davvero un dito nell'occhio ... e così le balle mi sono arrivate fino al ginocchio.
Toh, ho fatto la rima.

Per fortuna (ved. qui) non tutti sono così e due deputati non appena informati della questione hanno presentato due interrogazioni parlamentari per saperne di più (una e due).

E i “guru” e i “professoroni” ir-responsabili fino all'ec-cesso, continuano a scrivere di cacio e di pere senza stare ... all'occhio, neh. 






18 commenti:

vinc ha detto...

Non dire al contadino .......


:-D

Luciano Ardoino ha detto...

La gente del turismo parla solo dei loro guai e niente altro.

Senza capire che quelli di italia.it sono anche i loro.

Ma vai a sgiegarglielo ... mica puoi discutere di trigonometria con dei bimbi all'asilo, neh!

:)

sergio cusumano ha detto...

I problemi del portale dovrebbe ruguardare tutto il turismo ma gli unici che parlano di italia.it siete solo voi due.

Però Frap1964 fa un altro mestiere e tu lavori solo in altre nazioni.

E poi ci chiediamo perchè l'Italia va male???

Luciano Ardoino ha detto...

... e chissà se a breve ci sarà un'altra gara per italia.it, eh?

:)

sergio cusumano ha detto...

@Luciano

Te e Frap1964 avete per caso scoperto qualcosa dopo l'ultimo tuo commento????

Luciano Ardoino ha detto...

@Sergio

Arguto

:)

... ma più Frap che me.

vinc ha detto...

Io non ho capito

aiutoooooo

sergio cusumano ha detto...

Non preoccuparti, è normale

vinc ha detto...

@Sergio

iena

Luciano Ardoino ha detto...

Ha ha ha, voi due

:)

Biodegradabile ha detto...

E' vero non ne parla nessuno

:-((((((

Biodegradabile ha detto...

te e frap1964 a parte

QUADRI E DIRIGENTI DEL TURISMO IN ITALIA ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
QUADRI E DIRIGENTI DEL TURISMO IN ITALIA ha detto...

Ne ha parlato Wired e il Corriere della Sera che ho rtw. Entrambi hanno accenti diversi da Luciano, come del resto ha fatto frap1964. Vi sono dei passaggi in questa vicenda che non andrebbero sottaciuti però perchè hanno una certa rilevanza ed importanza.

Luciano Ardoino ha detto...

@QUADRI E DIRIGENTI DEL TURISMO IN ITALIA

Sì avevo letto ma per quanto riguarda Wired sarebbe meglio spargere un velo pietoso sia sul fatto che quei 30.000 mensili sono in verità 43.000 che non sono certo di poco conto.
Infatti 1.548.000 diviso 36, che sono le mensilità del triennio 06/2012 - 06/2015, dà appunto quel risultato lì.

Poi che si prendano il merito di aver ricostruito le spese di italia.it, beh; forse sarebbe meglio dire la verità.

Infine sul come sia maturata quell'interrogazione, non c'è proprio nulla, e se solo avessero preso le informazioni dovute ... ved. qui

:(

Giornalismo?
Mah!

:)

QUADRI E DIRIGENTI DEL TURISMO IN ITALIA ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
QUADRI E DIRIGENTI DEL TURISMO IN ITALIA ha detto...

Luciano, probabilmente hai ragione ma credo che il problema sia molto piu' profondo.
Bisogna prendere atto che esiste una lobby che si sta dividendo la torta, I processi democratici e il cambiamento non avvengono in questo modo. Le costruzioni si fanno dalle fondamenta e dall'inizio

frap1964 ha detto...

E' tutto davvero meraviglioso... ;-)