domenica 2 novembre 2014

E un bradipo tridattilo nella Commissione Permanente per velocizzare le cose, a quando?

… quindi un bel 39 persone nel Comitato Permanente, a cui se ne sono aggiunte altre 7 in un battibaleno (tavolo), portando il totale a 46, per ora …

Che tra tutte quelle che s'aggirano indefessamente in quei corridoi e uffici (qualche decina di migliaia) per raccontarci il come si fa il turismo in Italia, ecco che t'accorgi (lo fa frap1964) che il MIBACT non ha ancora presentato il Bilancio del 2013 … mentre ricordo che siamo alla fine del 2014 e che la Legge impone l'obbligo di pubblicazione nell'anno susseguente.
L'ultimo, infatti, risale al 2012!!

Per non parlare poi che i visti in Cina delle Ambasciate e dei Consolati italiani li fanno ancora a mano … e siccome l'Unione europea adesso li vorrebbe addirittura con l'aggiunta delle impronte digitali per merito di qualche bontempone che non sapendo che cippa fare s'è studiato 'sta str...anezza … e quindi campa cavallo.

Che i Buoni Vacanze non esistono più dal 2012 (Easy Italia ha chiuso da mo') ma fanno ancora capolino sul sito del ministero della Cultura e del Turismo …

Che all'Ontit (Osservatorio Nazionale del Turismo) ... non pubblicano più niente dal maggio scorso (problema però risolto ma chi l'ha risolto non viene chiamato a spiegare il come si fa) ... e lì non scrivono più nulla per forza, ovvio era di Promuovitalia che stà passando i suoi bei guai con la magistratura.

Che a italia.it alla fin fine sono rimasti solo in tre. Anche Arturo Di Corinto se n'è definitivamente andato!?!

Che l'Enit non ha le palanche nemmeno per pagare gli stipendi ?

Che il Comitato Permanente si riunisce in seduta ristretta (come a dire che chi c'è c'è, mentre chi non ci sarà, pazienza … tanto per quello che serve) ogni tre mesi, e in seduta plenaria (qui ci devono essere tutti oppure sarà sufficiente la giustificazione dei genitori?) con cadenza semestrale.
Eppure Franceschini e Fassino dicono di avere premura ...


… probabile quindi l'innesto all'ultimo minuto del bradipo tridattilo per velocizzare la Commissione Permanente e quindi le decisioni del MIBACT.
Mentre di mettere a posto e risolvere o aggiornare le problematiche che ogni qualvolta si presentano in questo settore, ovviamente non se ne parla nemmeno.

Notare che i componenti NON hanno diritto nemmeno al rimborso spese: si viaggia gratis in Italia, notoriamente.
Sarà un vero successone, ne sono sicuro, al pari del TDLAB o forse più.
Comunque segnalo il punto d) dell'articolo 4 comma 2 (ved. immagini sotto) ... che siccome è già stato risolto dal tempo che fu (e non solo quel problema), ecco che loro lo discutono ancora. Ma lo fanno senza chiamare chi l'ha studiato e poi realizzato, dando così l'idea che il tutto è solo ed unicamente dell'aria fritta, e per di più contaggiosa come il peggiore dei virus malefici.

Ah... e naturalmente dopo il, anzi i piani strategici, quello "generale" e quello digitale, c'è anche il programma attuativo annuale delle linee strategiche da scrivere e poi da attuare, finalmente, "nell'ambito delle risorse disponibili" del MIBACT.

Cioè... tiriamo pure giù a capocchia tutto quel che ci passa per la testa, che tanto, visti i tagli della legge di stabilità, di soldi per fare le cose nel prossimo triennio non ce ne sono ... mentre quel "qualcuno" che l'avrebbe anche trovate (le palanche) non ci pensano nemmeno a chiamarlo (già detto sopra, pardon).

E' "l'aria fritta che viene da Roma" con cui contaminarsi a piacere mentre qualcuno ci crede davvero, neh!! ... e tutti i casi appena sopraddetti, non sono che una goccia nel mare.

E poi che picchio vorrebbero innovare con tutta quella gente che ... vabbeh, lasciamo perdere, va. Mentre di mettere prima a posto (basterebbero cinque minuti) tutte le str...anezze che hanno sempre fatto e che fanno, non se parla davvero.








5 commenti:

frap1964 ha detto...

Non è curioso che in un comitato permanente del turismo ci sia un rappresentate di un laboratorio digitale provvisorio che ha già chiuso i battenti alla data di emanazione del decreto di cui sopra?

Da morir dal ridere poi il sottocomitato del comitato, quello che si riunirebbe in seduta ristretta per elaborare il "piano strategico" poi trasmesso al comitato allargato per le dovute osservazioni.

Ma mica è finita qui, eh intendiamoci..., perché poi c'è la procedura formale per l'approvazione del piano (dal decreto citato, convertito in legge 17/12/2012 n.221):

1. Su proposta del Ministro con delega al turismo, entro il 31 dicembre 2012, sentita la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano, il Governo adotta, previo parere delle competenti Commissioni parlamentari, un piano strategico di sviluppo del turismo in Italia, di durata almeno quinquennale.
2. Il piano e' aggiornato ogni due anni con le procedure di cui al comma 1.
3. Il Ministro con delega al turismo adotta ogni anno, nell'ambito delle risorse disponibili a legislazione vigente, un programma attuativo delle linee strategiche individuate dal piano di cui al comma 1.

In pratica: dal sotto-comitato al comitato per le osservazioni, dal comitato alla Conferenza Stato-Regioni per il parere, dalla Conferenza alle due commissioni parlamentari, ciascuna con separato parere naturalmente, e infine al Governo che dovrebbe approvare il piano.
Se ancora è in carica, naturalmente.
Altrimenti si ricomincia tutto daccapo.
E ogni due anni, naturalmente, riparte la trafila per il previsto aggiornamento.

Una roba bizantina che definire RI-DI-CO-LA è poco.
Tutto per rinviare sine die le cose da fare.
Perché naturalmente il piano operativo necessita ovviamente PRIMA dell'approvazione del piano strategico da parte del Governo.

E tutto questo in una legge di conversione di un decreto legge per "ulteriori misure urgenti per la crescita del Paese" emanato dal governo Monti (due governi fa).
Da allora nemmeno è cominciata la prima trafila di approvazione.

Altro che bradipo tridattilo: quello lì, in confronto, si muove alla velocità di un giaguaro.

Il turismo, in questo Paese, con queste procedure qui, non cambierà mai: mettiamocela via.

frap1964 ha detto...

Mi correggo... per la precisione.

- dal sotto-comitato al comitato
- dal comitato al MIBACT
- dal MIBACT alla Conferenza Stato-Regioni
- dalla Conferenza alla X Commissione della Camera
- dalla X Commissione della Camera alla X Commissione del Senato
- e infine al Consiglio dei Ministri che approva il piano strategico.

Solo per questo: MESI e MESI.

vinc ha detto...

@Luciano

Due giorni senza leggerti e nemmeno sentirti (cellulare staccato o non prende) sono troppi.

Ci sei?
Problemi?

vinc ha detto...

@Luciano

Due giorni senza leggerti e nemmeno sentirti (cellulare staccato o non prende) sono troppi.

Ci sei?
Problemi?

Luciano Ardoino ha detto...

@Vincenzo

:)