martedì 20 gennaio 2015

Ancora una volta ho rimasto solo

Eh già!

Infatti 'sta cosa s'era pronosticata su queste pagine dal tempo che fu, senza per altro trovare nessun riscontro in quelli (i genii del turismo) che s'aggirano sul web e pure chi al MIBACT ci lavora, i quali lasciano intendere la loro grande saggezza ma che in verità … vabbeh!!

Secondo il Corriere della Sera il provvedimento (Art Bonus) dovrebbe andare oggi in CdM.
Ed è probabile che l'ipotecata fusione ICE, Enit, Invitalia salterà e verrà semplicemente creata una "cabina di regia" … (leggete: un po' di soldi a Montezemolo perché metta a disposizione i suoi contatti, come già fece con Unicredit, facendo "entrare" gli arabi).

In poche parole il nuovo Statuto dell'Enit conterà come una mazza fionda di fronte ad una portaerei, o almeno non come s'erano prefissati. 
Ciò vorrebbe dire che il semestrale del commissario Cristiano Radaelli, di cui non si conosce ancora l'emolumento (alla faccia della trasparenza), beh; inutile continuare poiché s'è ben capito.
Forse se chiedeva a tempo debito a chi di dovere che queste cose le mastica da molto più tempo di lui e che gli avevamo gratuitamente offerto, ecco che avrebbero avuto ben più valore.sia il suo tempo che lo sconosciuto emolumento.
Ma campa cavallo.

e ancora una volta ho rimasto solo … anzi, siamo in due.

Infatti tra chi se l'immaginava che finiva così, c'era anche e solo Frap1964, tanto per dire e per la sua immancabile e certosina precisione.






7 commenti:

frap1964 ha detto...

A meno che non sia finito tra le "varie" o nel decreto legge su sistema bancario e investimenti, nell'ordine del giorno dell'attuale CdM n. 45 non si vede annuncio di alcuna traccia di provvedimenti del genere (il che non è che sorprenderebbe troppo).
Conviene attendere il report di fine CdM.

Luciano Ardoino ha detto...

Giusto per mantenere l'andazzo nazionale


:(

frap1964 ha detto...

Secondo il Sole24Ore dall'ultima bozza del decreto sarebbe scomparsa, per il momento, la creazione dell'Agenzia unica per gli investimenti che avrebbe dovuto accorpare ICE, ENIT e una business unit di Invitalia.
Ci sarebbero da "limare" dettagli operativi e giuridici, nonché da verificare se Montezemolo è effettivamente disponibile a seguire tutto il nuovo ipotizzato baraccone renziano oppure no.
E intanto mancano 3 mesi e 10 gg ad Expo ed ENIT non è più operativo all'estero, se è vero che, come si è letto, tutti i dirigenti delle sedi estere sono stati richiamati a Roma.
Davvero furbi.

frap1964 ha detto...

Verificata la conferenza stampa.
Nulla di fatto.

frap1964 ha detto...

En passant sono andato a verificare i numeri di Invitalia che, va ricordato, è l'agenzia per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa.
Di fatto è costituita di 4 separate imprese di cui una è Italia Turismo della quale Invitalia detiene una partecipazione pari al 58% mentre il restante appartiene a CdP immobiliare.
Italia Turismo cura lo sviluppo e la riqualificazione di strutture ricettive localizzate nelle Regioni del Sud.
Il patrimonio immobiliare si compone di 6 immobili, 2 complessi immobiliari e 8 villaggi, il tutto comprendente 3.000 camere
e oltre 400 ettari di aree che sono ad alto potenziale di sviluppo a medio termine. I villaggi sono gestiti attraverso affitti di ramo azienda con importanti catene alberghiere
nazionali e internazionali.
L’obiettivo di Italia Turismo è quello di sviluppare il business, garantirne la stabilità e assicurare adeguati ritorni occupazionali e finanziari, creando un forte legame tra l’investimento immobiliare e lo sviluppo turistico e del territorio.

Qualche numero di Invitalia (2013):

Ricavi € 108.844.000
Costi operativi € 46.870.000
Retribuzioni € 56.081.000
Altri costi € 3.789.000
Utile € 2.104.000

Praticamente il 50% dei ricavi se ne vanno per pagare gli 809 dipendenti, di cui 693 assunti a tempo indeterminato: 58 dirigenti, 187 quadri, 564 impiegati.
A Italia Turismo sono in 9, di cui 2 dirigenti (1 uomo e 1 donna), 5 quadri (tutti uomini) e 2 impiegati (1 uomo e 1 donna); tutti a tempo indeterminato.

Cosa facciano in concreto gli 800 e passa sarebbe interessante scoprirlo, ma di fatto Invitalia sarebbe il "braccio operativo" del Ministero dello Sviluppo Economico.

Ora pensiamo di aggiungerci i 430 e passa di ICE + quelli di ENIT. Si arriverebbe ad oltre 1300 persone.
Non so se mi spiego... (sic!)

Luciano Ardoino ha detto...

Alla faccia dell'utile

:(


frap1964 ha detto...

Più che attrarre investimenti attraggono stipendi...