domenica 18 gennaio 2015

Prima e dopo quasi un anno di Dario Franceschini come ministro del turismo italiano

Quasi un anno fa ...


... quasi un anno dopo






3 commenti:

frap1964 ha detto...

"... ci sono decreti per risolvere i problemi più urgenti, per far ripartire il Paese, ma poi parte una grande consultazione, che il ministro guiderà durante tutta l'estate, che a settembre porterà alla predisposizione appunto di un disegno organico, di un piano strategico, diciamo, del turismo e della cultura, molto più articolato... intanto però ci sembrava importante dare subito misure di riduzione fiscale, di incentivi e di semplificazioni".
[G. Delrio]

A parte i decreti attuativi dell'art-bonus, che ancora non si sono proprio visti, la "grande consultazione estiva" io me la sarei anche persa per strada, eh... o sarebbe forse consistita nel TDLAB?
E l'annunciato e "ben più articolato" piano strategico per il turismo e la cultura dove sarebbe poi finito, di grazia?

Ecco, se al BTO 2014 il "direttore artistico" GC avesse mostrato a "Dario", accomodato sul "materasso di design" padovano, questo breve spezzone facilmente reperibile su YT (canale di Palazzo Chigi), invece di proporre le sue inutili slides e sollecitare gli applausi preconfezionati, non avrebbe compiuto un'opera meritoria e, semplicemente, di verità?

Se non altro si sarebbe capito che "Dario" le aveva effettivamente sparate ben più grosse di quanto stava poi mostrando nell'occasione fiorentina.

Beh, e allora grazie per averlo fatto al suo posto.

frap1964 ha detto...

Veniamo ai fatti : l'ospite atteso era ovviamente Beppe Severgnini, ma probabilmente erano inattese le sue affermazioni in un contesto dove le verità danno fastidio e devono essere celate a tutti i costi. Vi consiglio di riascoltarlo e notare imbarazzo e pause degli interlocutori quando Severgnini ha affermato "In Italia non esiste un Ministro del Turismo", 'Firenze ha odore di politica', oppure "Italia.it, un caso da studiare nelle università e nelle aule giudiziare",. Spiazzata e imbarazzata, la Sig.ra Milano, che aveva scritto non molto tempo fa su twittter piu' o meno quanto segue 'Italia.it tutti lo criticano ma nessuno apporta dei cambiamenti'. Peccato che gli spunti di Severgnini, siano caduti nel vuoto e non raccolti, sarebbe stata un'occasione per un barlume di cambiamento.
[A. Correra]

Devo dire che attendo con una certa curiosità e pre-divertimento la pubblicazione del video di ouverture, per ora ci sono solo le foto. ;-)

frap1964 ha detto...

Bye Tourism Online