lunedì 16 marzo 2015

Al MIBACT licenzieranno quasi tutti i dirigenti?

Il ministro o la ministra (come cippa si deve dire adesso?) Marianna Madia, annuncia che i dirigenti inadeguati potranno essere licenziati... ma perché prima non si poteva?
Mah!

Certo che se la cosa fosse vera e non dovessero sottostare a fattori politici... come per qualche trombato politico o amico dell'amico che..., ecco che la gran parte dei dirigenti del Mibact (ministro Dario Franceschini compreso?) dovrebbero cominciare a trovarsi un altro lavoro.
Cosa che nel caso davvero avvenisse, beh; non mi porterà di certo a versare nemmeno una lacrima manco a pagarmi, ma vediamo di capire il come e il perché.

Alla domanda “In concreto come cambierà la figura del dirigente pubblico?”, la Madia risponde:
"Dovrà superare un concorso per l’abilitazione ed entrerà così nel ruolo unico dei dirigenti. Dirigenti della Repubblica italiana e non, come adesso, dirigenti della singola amministrazione o di una Regione. Dovrà esserci un rapporto osmotico tra i dirigenti dei diversi livelli dello Stato, si potrà passare dal centro alla periferia e viceversa. Prevediamo l’istituzione di una commissione super partes composta da tecnici che deciderà quali sono i dirigenti adatti per un determinato incarico anche sulla base del lavoro svolto in precedenza e sulla base della loro stessa capacità di valutare i propri collaboratori. La carriera dei dirigenti dipenderà da queste valutazioni: si potrà scendere o salire. Finirà la stagione dei dirigenti sempre allo stesso posto. L’incarico sarà affidato per tre anni e sarà rinnovabile una sola volta. Poi si ricomincerà".

Quindi dovrà superare un concorso per l'abilitazione;
Una commissione super partes (ha ha ha, pardon per la risata ma non sono riuscito a trattenerla) composta da tecnici, deciderà quali sono i dirigenti adatti per un determinato incarico anche sulla base del lavoro svolto in precedenza e sulla base della loro stessa capacità di valutare i propri collaboratori.
Quali tecnici e... chissà se quella valutazione sarà conforme alle proprie opinioni politiche, o qualcosa di simile e, magari in accordo di quelle dei super partes?

Vabbeh, ho capito!!... qualcuno dica a quelli del Mibact di dormire sogni tranquilli.

Pertanto il tutto resterà com'è, e se al Governo c'è la sinistra, toh, i dirigenti saranno della medesima corrente (mastrussi pregressi compresi... mastrussi è la definizione della parola atta ad indicare soprattutto manipolazioni interpersonali, tipicamente politiche), mentre se ci sarà la destra... come sopra.


Ma non è già così?




Nessun commento: