venerdì 27 marzo 2015

Io se fossi Dio... a Conegliano

O il sindaco di Conegliano, Floriano Zambon, pensa che il “basta che se ne parli” sia l'essenziale per il marketing, oppure qualcosa non va da quelle parti.

In verità esiste anche l'opzione che ci sia qualcuno (il solito genio e per di più anche ben pagato) che lo consiglia sul come si fa ma non sul come si dovrebbe.
E vengo al dunque.

In meno di due giorni in quel di Conegliano capita che...

una nuova tassa si aggiunge al libro paga dei commercianti: quella sull'ombra.
Una barzelletta?
Macchè, piuttosto una cosa all'italiana, realmente accaduta.
L'ennesimo balzello preteso dalla Pubblica Amministrazione.
Il motivo?
L'ombra che occupa il suolo pubblico è soggetta ad una tassa di 8,40 euro al metro quadrato.
La tassa fa parte della famigerata Tosap, ovvero l'imposta sull'occupazione del suolo pubblico. Dunque, facendo due conti, se uno ha una tenda di quattro metri quadrati, ecco che questa è stata tassata dal comune per 33,6 euro.

Mica finità eh!...

gli hanno tassato la pedana per disabili, installata a proprie spese all’entrata di un condominio privato.
Voleva eliminare le barriere architettoniche permettendo anche alle carrozzine di entrare nel suo studio di fisioterapia, ma per lo Stato quella piccola pedana occupa il suolo pubblico, e quindi deve sottostare alla famigerata Tosap: 34 euro da pagare entro il 31 marzo, o scatterà la multa.


Ora c'è da dire che Conegliano nell'ultimo anno ha migliorato di molto le presenze turistiche, almeno così dicono loro, e non so fino a che punto 'ste cose potranno contribuire ad aumentare l'arrivo di nuovi turisti o a mantenere quelli che già ci vanno.
Resta comunque il fatto che la cosa mi pare alquanto insensata anche perché la gente non ne può più di... vabbeh, s'è capito.


E aspettando la terza str... anezza, buona giornata.




 

1 commento:

frap1964 ha detto...

La TOSAP applicata al marciapiede privato, in quanto di "uso pubblico", è veramente il TO(sa)P.