mercoledì 11 marzo 2015

Turismo: mi sa che piove

What time is it, please?
It's going to rain!!

Ai più potrà sembrare una risposta non coerente, ma seguitemi un po e capirete che...

all'ITB di Berlino, Cristiano Radaelli, il commissario dell'Enit, risponde così alla domanda del giornalista:

Domanda:
Please tell us more about the “new” ENIT and what is changing in the way you operate?

Risposta:
Since its foundation, ENIT has a great responsibility as it stands at the forefront r e p r e s e n t i n g I t a l i a n lifestyle, culture, passions and dreams abroad. Our goal at ENIT is to define the best strategy to promote the tourism of the entire nation.

Mah, avrà capito o avrà fatto finta di non capire?
Quello che però non capiamo noi è che a distanza di otto mesi non si sia ancora visto il decreto del PdC (su proposta di Franceschini) che fissa il compenso spettante a Radaelli.

Mica per altro, solo per la precisione e per comprendere quanto venga pagato uno Statuto di cui è meglio non dire... anche perché s'è già detto innumerevoli volte.

E la storia continua inesorabilmente...






2 commenti:

sergio cusumano ha detto...

€It’s five o’clock
And I walk through the empty streets
Thoughts fill my head
But then still
No one speaks to me
My mind takes me back
To the years that have past me by

It is so hard to believe
That it’s me
That I see
In the window pane
It is so hard to believe
That all this is the way
That it has to be

;-)

Chissà se anche lui fa fatica a credere d'essere lui

vinc ha detto...

Per me lo sa d'essere quello che è
o forse no?

Bah