martedì 8 settembre 2015

Ma davvero l'Italia è l'unico Paese democratico dove chi arriva in albergo viene registrato dalla questura?


Antonio Preiti, recentemente “promosso” nel CDA dell'Enit, sull'Huffington Post “de noantri” scrive che (ved. Immagine a lato sottolineato in rosso).

… un'emerita mazza frusta, fionda, balestra e pure catapulta che nell'altre nazioni “democratiche” chi arriva in albergo non viene registrato dalla questura o dalla police del posto.
Ometto di aggiungere delle mie personali considerazioni in merito al fatto che se nel CDA dell'Enit ci mandano gente così che non conosce nemmeno 'ste cose, beh; che dire... chissà che tipo di marketing pazzesco riuscirà a produrre nel breve tempo e già che siamo c'aggiungo anche in quello lungo.

Ma dico.
Possibile che non sia mai uscito dai nostri confini ed abbia appurato che... e se l'ha fatto, com'è che non s'è mai informato o si sia reso conto che... vabbeh; ho detto che non voglio entrare nel merito e non lo farò.

E poi la “storia” che negli Stati Uniti sia sufficiente la carta di credito e talvolta neppure quella in qualche Motel... senza sapere che già a priori hai dichiarato tutto l'occorrente alla “police” e che eccetera eccetera...

Antonio Preiti, durante il “regno” in quel di Firenze di Matteo Renzi, fu il direttore dell'ATP appunto di quella città (ved. Foto a lato) e boh... e che ne so!

Ma il CDA dell'Enit non s'è ancora insidiato?
Sul sito risulta ancora Cristiano Radaelli... è da mo che non c'è più.
Se la prendono comoda mi pare.
E detto dopo tempo immemore di commissariamento senza quasi nulla da fare.

P. S.: So bene che questo post sul social non prenderà un gran quantitativo di “mi piace” (vabbeh, non piango di certo) per il motivo che quando scopri “assurde panzane” della gente che occupa “meritocraticamente” delle posizioni di rilievo, et voilà, nessuno ti considera, anzi, se può ti evita pure.
A dimostrazione delle gente che circola sul web, nel qual caso ce ne fosse ancora bisogno descriverne la “qualità”... orsù, meglio perderli che trovarli.
... e contenti loro... ma che picchio vogliono cambiare continuando a fare così, eh! E poi si lamentano?

… manco un “mi piace”, nemmeno un retweet o chessò, almeno nei preferiti (ved. immagini sotto)... no, un belin di niente. Ma come già detto non ci piangerò sopra.

P. P. S.: Poi il come si dovrebbe fare per avere i dati veri in tempo reale con la motivazione del caso e una marea di altre opportunità (sono quasi tre anni che lo spiego in tutte le maniere ai loro predecessori), ma senza l'uso dei Big Data che sono tutt'altra cosa di quello che ho letto nel fondo, all'Enit ormai dovrebbero saperlo... ma campa cavallo.
Mentre altre nazioni, che fesse non sono di certo, ecco che lo copincollano a tutto andare.











6 commenti:

sergio cusumano ha detto...

Il MI PIACE io lo metto ma col cavolo che lo faccio sui social eh. Di quelli non ne voglio sapere niente.

:-DD

vinc ha detto...

Poi quando anche lui sparirà dai meritevoli nazionali, leggeremo una moltitudine di gente che dichiarerà che l'aveva già detto.

Luciano Ardoino ha detto...

@Sergio

Un errore di cui a volte mi pento :)

@Vincenzo

... come al solito

:)

Francesco Pedroni ha detto...

Ho fatto caso che non hai ricevuto nemmeno un retweet

;-)

Luciano Ardoino ha detto...

E te pare strano?

:)

frap1964 ha detto...

Pare proprio che il CdA non si sia ancora insediato...

http://rassegnastampa.enit.it/PDF/2015/2015-09-14/2015091431201552.pdf