domenica 27 marzo 2016

Gianni Berrino e la "sua" svolta epocale

Mi sa che Gianni Berrino diventerà "famoso"... in che cosa lo lascio capire a voi che mi leggete.


Abbiamo superato lo scoglio che pareva insormontabile della permanenza massimo di due notti dei turisti – sostiene l’assessore regionale al turismo Gianni Berrino – siamo alla svolta: il nostro primo obiettivo era consolidare una permanenza di tre notti.

E allora andiamo a vedere se almeno 'sta volta ciò che dice corrisponde al vero.

Annuario Statistico Regionale della Liguria 2013 (ved. qui)


Annuario Statistico Regionale della Liguria 2014 (ved. qui)




Eh già, proprio una svolta epocale... ma dico: è mai possibile che non ne azzecchi una, manco per sbaglio?
E i suoi collaboratori, Simone Torello, Paolo Boz e quell'ultimo arrivato, Carlo Fidanza, che in quanto a pregresso nel turismo è sullo stesso piano di quei due (tre con l'assessore che la materia non l'ha mai trattata, e quindi 4 su 4, che decidono le sorti del nostro turismo ma che il turismo non l'hanno visto forse nemmeno in cartolina), perché gli passano delle informazioni alquanto sciocche?
Che sulla cosa ci vogliano marciare considerato che non dispongono di altre armi per far aumentare davvero il turismo?... che poi la gente magari ci crede pure, neh!

P. S.: Quella "trovata" del paghi due e dormi tre, mica l'hanno inventata loro, eh no!
In Liguria esiste dal tempo che fu, mentre nel resto d'Italia e del mondo esiste da quando i garibaldini sbarcarono a Marsala... pagarono due e dormirono tre notti, si dice...





4 commenti:

Anonimo ha detto...

Buona Pasqua a tutti


Per me i dati se li inventano a tavolino

Renata

vinc ha detto...

Auguri


I love you Luciano.
Grazie per aver ripreso a scrivere sul blog
Così due sane risate me le faccio sempre ogni mattina

:-DDD

Luciano Ardoino ha detto...

@Vincenzo

Vacci piano con gli I love you che di 'sti tempi, si sa mai, neh!

Salutami la consorte e prole, ma ci sentiamo presto per lavoro.

;)

sergio cusumano ha detto...

' Pasqua

A me le festività non piacciono e nemmeno GB

:-))