martedì 15 marzo 2016

La Liguria lancia un concorso per scegliere un animale simbolo: i luassi?

… e poi c'è qualche buffone che sostiene che lor signori in Regione ascoltano e si confrontano con tutta la gente?


Magari prima, e vale a dire in campagna elettorale tra gli immancabili finti sorrisi, false strette di mano ed anche tanti abbracci come a premiarti di chissà che.
Poi il nulla, il deserto totale.


Ed in suffragio ecco che non mancano i giornalieri esempi tra cui l'ultimo nel silenzio generale.
La Liguria lancia un concorso per scegliere l'animale simbolo (ved. qui).
E tutti zitti, nessuno ha fiatato. Zero polemiche e ancor meno dei suggerimenti.


Ma come?
Prima chiedevano qualsiasi stronzata a tutta la popolazione per farli sentire partecipi, mentre adesso...
Di quel concorso non si sa nulla e nello stesso sito regionale della Liguria non v'è menzione alcuna, figurati sul web... a parte quel sito linkato sopra.

Loro dicono d'essere arrivati alla disamina quasi finale: una lucertola (spero non sia l'ululone della cui salvaguardia c'è già costato 179.000 euro, neh! Lucertola che oltretutto è una vera rompicoglioni poiché ogni minuto emette per 40 volte dei suoni pazzeschi) e una tartaruga, ma che nelle prossime settimane, con il contributo creativo dell’opinione pubblica qualificata ligure (?), potranno individuare il testimonial per i prossimi anni.
E dove cavolo è scritta 'sta cosa qua?

E che cavolo vuol dire con il contributo creativo dell'opinione pubblica qualificata ligure?
Che ci voglia una qualifica per dare un simile suggerimento?
Che picchio di laurea è?


E allora perché nel turismo c'hanno messo 4 soggetti che è come l'aver messo 4 luassi (branzini) ad arrampicarsi su di un cedro libanese?... considerato che in entrambe gli esempi di pregresso non ce n'è manco a parlarne.
Lì non serviva nessuna belin di qualifica, eh?




3 commenti:

frap1964 ha detto...

Vabbè scusa, ma se non mi segui il Toti su Fb, poi per forza che non sei aggiornato, eh.
Così ti perdi delle perle di commenti tipo:

Gabriella Tripepi - E a quelli che continuano a contestare.....il rilancio del turismo passa "anche" attraverso la ricerca di testimonial....di un simbolo....cerchiamo di essere propositivi e meno "mugugnosi"....

:-))

La tartaruga di Albenga pare molto quotata nei commenti: slow but sure.
Certo che il tarantolino di Quezzi... peccato che il geco ce l'abbia già Formentera.

Però, diciamolo dai, il terzo candidato, lo scazzone o magnarone, ha il suo bravo perché: senza la consonante iniziale è la vera immagine simbolo di chi partorisce queste indiscutibili genialate.

:-))

frap1964 ha detto...

Comunque i contributi creativi in materia turistica, volendo, non mancano di certo... ;-)

Luciano Ardoino ha detto...

@Frap

Non seguo Toti a causa del mio fegato... ci tengo.

Comunque avrei preferito il "verme" o lombrico poiché si adatta perfettamente alla Liguria.
Il lombrico è produttivo anche se "questi" non lo sono poi tanto...
Il lombrico si presta benissimo ad eventuali disegni simpatici...
Ma al di là di questo, penso che un animale marino sia più azzeccato.
La Liguria è bagnata dal mare per oltre 370 km. e...

:)

Il "luasso" (branzino) mi pare azzeccato
:)