venerdì 13 maggio 2016

E lo chiama LAVORO ?

Lui è Simone Torello (Fratelli d'Italia), 'lavora', almeno dovrebbe, in Regione Liguria e più precisamente con l'assessore del turismo, Gianni Berrino, e fa o segue un sacco di cose.... almeno così afferma.

Infatti lui dice che si occupa di tutto: turismo, trasporti, lavoro, rapporti sindacali, diritti dei consumatori, personale... e pare che ne manchi anche un tocco.


Però nonostante sostenga a più riprese che si fa un mazzo tanto con dedizione e gran onestà, ecco che sta sui social, ad esempio facebook, per delle ore... ben otto per rispondere al sottoscritto (ved. qui)... dalle 10:58 alle 19:00.

E lo chiama LAVORO ?

E poi si capisce il perché... (ved. qui)... giusto per dire... ma le causali credo che siano ben altre... comunque si vede che l'hanno incaricato di stare sui social per delle ore, oppure... e che ne so!

P. S.: ovviamente di tutti i commenti ho fatto lo screenshot... si sa mai con 'sta gente.



11 commenti:

sergio cusumano ha detto...

Caro Luciano, ho seguito tutto fin dalle prime battute ma non sono intervenuto perché so bene che tu non vuoi al di fuori del blog.

Non ho parole e non vorrei nemmeno scriverle per non esagerare nelle mie considerazioni.

Dico solo che hai la mia massima stima e di loro non vorrei parlarne più.

n.b: credo che tentino il tuo silenzio attaccandoti simultaneamente sempre che non ne arrivino degli altri.

Fammi sapere!!

Luciano Ardoino ha detto...

@Sergio

parafrasando...

Venite pure avanti, o voi col passo storto,
signori imbellettati, io più non vi sopporto!
Infilerò ragioni ben dentro al vostro orgoglio
perché con questa penna vi uccido quando voglio.
Venite pure avanti campioni sgangherati,
inutili cantanti di giorni sciagurati,
buffoni che campate di versi senza forza
avrete soldi e gloria ma non avete scorza;
godetevi il successo, godete finché dura
ché il popolo è ammansito e non vi fa paura
e andate chissà dove per vendere le tasse
col ghigno e l’ignoranza dei primi della classe.
Son solo un povero cadetto ligure del ponente
però non la sopporto la gente prepotente.
Gli orpelli? L’arrivismo? All’amo non abbocco
e al fin della licenza io non perdono e tocco.
Facciamola finita, venite tutti avanti
giovin docenti e vecchi, politici rampanti;
venite portaborse, ruffiani e mezze calze,
feroci conduttori di trasmissioni false
che avete spesso fatto del qualunquismo l’arte;
coraggio statalisti, buttate giù le carte
tanto ci sarà sempre chi pagherà le spese
in questa benedetta città, dell’assurdo bel paese.
Non me ne frega niente se anch’io sono sbagliato,
spiacere è il mio piacere, io amo essere odiato;
coi furbi e i prepotenti da sempre mi balocco
e al fin della licenza io non perdono e tocco.
Venite gente vuota, facciamola finita:
profeti squilibrati che date un’altra vita;
se come giusto c’è, un Dio nell’infinito
guardatevi nel cuore, l’avete già tradito
e voi materialisti, col vostro chiodo fisso
di far cader l’uomo in fondo a questo abisso,
le verità cercate per terra, da maiali,
tenetevi le ghiande, lasciatemi le ali;
tornate a casa nani, levatevi davanti,
per la mia rabbia enorme mi servono giganti.
Ai dogmi e ai pregiudizi da sempre non abbocco
e al fin della licenza io non perdono e tocco.
Io tocco i miei nemici col senno e l’esperienza
ma in questa vita oggi non trovo più pazienza,
non voglio rassegnarmi ad essere cattivo
qualcuno può salvarmi, e quest’io lo scrivo;
dev’esserci, lo sento, in terra in cielo o un posto
dove non si soffre e tutto sarà più giusto.
Profeti del turismo, colpevoli veggenti
venite pure in molti, venite tutti quanti
Coi bulli e gli spacconi da sempre mi balocco
e al fin della licenza io non perdono e tocco.

:)

vinc ha detto...

@Sergio

Non penso abbia bisogno di noi

:-DDD




vinc ha detto...

@Luciano

GRANDE

:-))))

Francesco Pedroni ha detto...

L'ho già detto ma lo ridico

NON LI VOTERO' MAI PIU'

E lo facevo dal 1976

BRANCA DORIA ha detto...

Mio Dio

Sono allibito da cotanta arroganza

Se hai bisogno sono presente ma non credo.

Luciano Ardoino ha detto...

... spero solo che capiscano.
Ma è dura davvero per loro; non credo siano in grado.
Bah, ma la speranza è sempre l'ultima....

:(

Anonimo ha detto...

@Luciano

Ho notato un certo rilassamento su facebook tra te e quel Torello.
Sbaglio?

:-DDD

frap1964 ha detto...

"Capace di creare empatia con clienti e con persone con cui entra in contatto.
Migliorare sempre."

Questo recita il profilo linkedin, che svela anche, come percorso professionale, una quindicennale esperienza da agente immobiliare.
Magari in Airbnb potrebbe essere interessati... in fondo si tratta di turismo anche lì.

Sul punto 1 (empatia), a leggere il thread su Fb, verrebbe qualche legittimo dubbio.
Sul punto 2 il proposito è senz'altro condivisibile e la strada da fare ancora parecchia, però, nello specifico comparto del turismo, così a naso.

Ma perchè scendere anche qui in polemica con chi, palesemente, non ha competenze nel merito?
Secondo me ha poco senso ed è tempo perso...

Luciano Ardoino ha detto...

@Frap

Sì, è vero quello che scrivi: ... perché scendere in polemica con chi, palesemente, non ha competenze nel merito!
Perché l'abbiamo sempre fatto! :)
Vedi l'amicone Paolo Rubini, il piccione viaggiatore che nonostante ricoprisse delle notevoli cariche nell'ambito ed è ancora sempre presente laddove si discuta di questo settore, beh; di turismo puntini puntini senza però nemmeno una virgola di vera sapienza.
M.M. e la VMB, che anche loro del comparto e nonostante la loro alta posizione, avevano delle grossissime pecche.
Gnudi, Franceschini, Bray e potrei andare avanti all'infinito.
Sì è anche vero che questa gente aveva delle responsabilità maggiori del Torello, ma consentimi d'essere preoccupato (oltre a qualche altra personale cosa che per mia fortuna m'è ormai completamente sparita) per il fatto che amministrano la mia Regione che come ben sai potrebbe dare molto di più nel turismo.
E se alcune volte siamo riusciti a fermare qualche loro fesseria...

:)




Luciano Ardoino ha detto...

... come è anche vero che in quelle persone di cui ne contestavamo l'operato, mai s'erano lette delle parole del gatto.
Questione di educazione e di saggia e vera empatia?

Oppure perché sapevano bene che sarebbero state lette e la brutta figura era garantita?

:)