mercoledì 22 giugno 2016

Ridicoli e buffoni... in merito alla passerella di Christo sul Lago d'Iseo

Della passerella sul lago d'Iseo, l'opera galleggiante di Christo, s'è letto tutto o quasi, ma è quel quasi che invece è mancato del tutto o poco ci manca.


Grande opera, per carità, innovativa, geniale e chi più ne ha più ne metta, ma un belin di niente sull'organizzazione in generale, a dimostrazione che chi s'è “studiata” e organizzata la cosa non è che appaia un gran professionista.


Servizio navette in tilt fin dalle prime ore e treni bloccati dalla prefettura del luogo a causa delle eccessive presenze.
Risultato?


Ore e ore di code sotto il sole cocente (4 all'andata e 4 al ritorno)... gente che si accascia accusando malori... ambulanze che sfrecciano a tutt'andare...


Quindi la totale incapacità di organizzare il servizio pubblico mentre gli assessori preposti (turismo, trasporti e vattelapesca) non fanno altro che auto omaggiarsi della bella trovata... ed ecco perché ancora m'incazzo quando leggo che certa gente, messa lì per motivi che è meglio non dire, è stata incaricata di provvedere al buon funzionamento, ma che di esperienza, volontà e buon senso... vabbeh, ma che lo dico a fare!



Ridicoli e buffoni!... voi e chi lì vi ci ha messo. E pensarci prima no, vero?... né gli uni e né gli altri!

Nessun commento: