giovedì 4 agosto 2016

Piano Strategico del Turismo (parte II)

Ieri (ved. qui) le prime 17 pagine del nuovo Piano Strategico del Turismo (in tutto sono 97... ved. qui) e le prime 17 pagine sono solo un bla bla bla sul piano, sulla metodologia utilizzata, ecc. ecc... di una noia che, se non proprio mortale, di certo non ti fa star bene.

Oggi sono/siamo arrivato/i entrambi circa a pag. 42/50... mannaggia a noi (Frap1964 e me)
Da pag. 17 a pag 42 c'è una tale serie di supercazzole, tipo ad es. (pag. 41)... per unanime opinione.

A2. Promuovere la valorizzazione integrata delle destinazioni turistiche emergenti... da averlo subito riportato alla memoria questo pezzo di Antonio Albanese che vide a teatro diversi anni fa sull'analisi delle gestione integrate... 


Le parti di SCENARIO COMPETITIVO e VISIONE e STRATEGIE sono... incommentabili.
Ora sto/stiamo leggendo le linee di intervento dell'obiettivo generale A ed il livello delle supercazzole è talmente deprimente che rischiamo un serissimo attacco di depressione fulminante da cui potrei/potremmo anche non riprenderci.

Questa parte qui sembra scritta e pensata da un burocrate ministeriale completamente fuori dalla realtà (… e sul chi ne è l'autore un'idea l'avremmo pure).
Purtroppo è molto peggio di quel che potessimo immaginare, almeno sino a pag. 50.
Verificare per credere.


A questi punti vogliamo andare a ripescare il PST di Gnudi... se lo ricordo bene, poiché nel confronto dovrebbe essere ORO PURO.
E quello di Gnudi costò solo 35.000 euro... mentre questo 1,5 milioni di euro.

... ma riuscirò/riusciremo a leggerlo tutto.... a dopo... 

1 commento:

vinc ha detto...

Non nutro la minima invidia per questa vostra lettura

:-)))))

hahahahahaha