mercoledì 21 settembre 2016

E se avesse ragione Briatore ?

Ma cosa ha detto?
… ha bacchettato la Puglia per le sue masserie, non adatte a ospitare i ricchi che cercano sistemazioni extra lusso (ved. qui)... ma è chiara l'allusione anche ad altre Regioni... almeno credo.

Ed ha aggiunto... “Ci sono persone che spendono 10-20mila euro al giorno quando sono in vacanza, ma a questi turisti non bastano cascine e masserie, prati e scogliere: vogliono hotel extralusso, porti per i loro yacht e tanto divertimento... a cui aggiungo che è proprio così che si muove l'indotto, e non per altro il più ricercato è appunto il turismo congressuale, che notoriamente, procapite, è quello che porta guadagno a moltissima gente.

Ritengo inoltre che Briatore l'abbia detto sì per criticare, ma costruttivamente, mentre invece da più parti nel web gli si è dato addosso.
E anche se la Puglia dispone degli ottimi 5 stelle è molto probabile che non si sia capito il messaggio... ma si sa che in Italia è sempre così.
Chi davvero sa e dà buoni consigli, ma... da Bocca di Rosa di Fabrizio de Andrè...

... Ma le comari di un paesino
non brillano certo d'iniziativa
le contromisure fino al quel punto
si limitavano all'invettiva.
Si sa che la gente da' buoni consigli
sentendosi come Gesù nel tempio
si sa che la gente da' buoni consigli
se non può dare cattivo esempio...

Ad Aprile, alla chiusura degli Stati Generali del Turismo, Evelina Christillin (Presidente dall’ottobre del 2015 dell’ENIT) aveva dichiarato:
Dobbiamo andare verso Est, in Cina, India, nei Paesi del Golfo, in Corea. La capacità di spesa dell’europeo è mediamente più bassa.
Per aumentare il livello del turismo, non necessariamente bisogna fare leva semplicemente sui numeri, ma serve aumentare il fatturato e cambiare il mix dei turisti.
Ma come, anche lei pensa a turisti più ricchi?... e vuoi vedere che ne ha azzeccata una (questo l'aggiungo io).

Quali politiche turistiche stiamo adottando?
A quale modello turistico ci stiamo ispirando?

Anche la Christillin ha in testa un modello che punta all’aumento del fatturato, a turisti più ricchi.
Di base, sconsolante è il panorama comunicativo in cui ci muoviamo: al momento non sembra esserci un coordinamento capace di far risaltare le bellezze che il mondo ci invidia e ogni giorno ci ritroviamo davanti a politiche di cattiva gestione del patrimonio culturale ed artistico.
E se dobbiamo far riferimento alle campagne digitali apparse in estate, forse qualche riflessione in più potrebbe aiutare.
Avete mai avuto modo di osservare la campagna ENIT che abbinava le medaglie olimpioniche italiane alle specialità enogastronomiche dei rispettivi luoghi di origine.
Una cosa che forse neanche... vabbeh, ma cosa lo dico a fare.

Ma ve lo immaginate il ricco turista asiatico, che preso durante le olimpiadi da una irrefrenabile voglia di Italia, consulta su twitter i profili social di Enit e scopre che sarà uno spasso poter assaggiare il Bollito Misto che ha scoperto grazie ad una brutta foto che celebra una medaglia italiana?




… e mi sa che Briatore abbia proprio ragione !
… mentre in Italia è sempre la stessa zuppa...


E poi leggi il marketing della Liguria, quello che i preposti (naturalmente tutti senza pregresso nel settore ma tutti di Fratelli d'Italia) dichiarano d'essere così produttivo e che fa aumentare le presenze (... e per forza, è a gratis) ... sì quello del "paghi due notti e ne dormi tre" che è contro ogni logica della qualità, del commercio e che fa perdere un sacco di palanche al ricettivo, che così anziché aumentare la... ma cosa lo dico a fare.


Di Paola Crema e un pochettino anche di me (e vale a dire quelle frasi che gli sciocchi reputano cattivissime). 



8 commenti:

Ferruccio Gianola ha detto...

La sensazione che sia una mossa di Briatore per trovare investitori utili ai suoi progetti non me la toglie nessuno.

In realtà il discorso del lusso credo sia molto più complesso. Per conto mio ci sono posti che hanno talmente storia e bellezza alle spalle che vedrei solo per quello, forse "rimodernati" perderebbero fascino

Luciano Ardoino ha detto...

@Ferruccio

Sì certo, ma le Puglie sono grandi.
E concordo sul fatto che è probabilmente una mossa per trovare degli investitori.

;)

sergio cusumano ha detto...

Sono d'accordo completamente.

Francesco Pedroni ha detto...

Nella maggior parte dei casi il web gli da torto ma è facile che non vogliano studiare attentamente il consiglio.

Nemmeno si può dire che Briatore non conosca l'argomento.........

;-)))

vinc ha detto...

Interessante il tuo punto di vista, Luciano.




Luca Moschini ha detto...

Ciao Luciano, Briatore non è certo uno che attira simpatie, ma se vedi il video del suo intervento non è poi così fuori luogo. Di certo usa la provocazione per sostenere le sue tesi, tesi non del tutto strampalate. Si sente di peggio in giro. Ciao

Luciano Ardoino ha detto...

@Francesco

E certo che Briatore conosce l'argomento.
Sarà quel che si vuole e può anche non piacere, ma il turismo pare lo conosca abbastanza bene.

Luciano Ardoino ha detto...

@Luca

Non è assolutamente fuori luogo, e se facciamo due conti anche a mente sull'indotto che muove (è o non è il settore più trasversale che esista al mondo?)... ancor di più.

Ciao