giovedì 27 ottobre 2016

Enit: tasso di assenza dei dirigenti

Tutta 'sta gente di cui parlerò di seguito percepisce degli stipendi di non poco conto, ma non pare che renda molto per quelle palanche che percepisce.


Parlo della dirigenza dell'Enit ed in particolare dei 5 dirigenti rimasti che sono stati richiamati in Sede dall'estero.


I tassi di assenza sono qui e riguardano il periodo che intercorre tra gennaio e maggio 2016... mentre da giugno spariscono del tutto... boh!


Si parte da gennaio 2016 con un tasso di assenza del 45,26% fino ad arrivare al top di marzo con una percentuale di disimpegno del 51,82%.
In poche parole, nel mese di marzo, a fronte di 110 gg. lavorativi, i giorni di assenza sono stati 57... più della metà. 


Ovvio è che questi numeri possano essere imputabili a molte considerazioni...
… la nuova dirigenza (il cda etc.) non sa che farsene ?
… oppure sono loro a non sapere che cosa fare ?... però di altre causali ce ne sono ancora un sacco e mezzo.
Ma quei 5 dirigenti non dovrebbero aver maturato una notevole esperienza e quindi essere fonte di consigli e bla bla bla... ?



E così continuo a rimanere della stessa idea di sempre, e vale a dire che non esistono cattivi collaboratori ma solo ed esclusivamente dei pessimi capi.

1 commento:

frap1964 ha detto...

Da giugno spariscono i dati perchè a fine maggio i 5 dirigenti richiamati in sede sono stati definitivamente trasferiti ad altre amministrazioni.
Curioso invece come non ci siano,apparentemente, i tassi di assenza dei NUOVI dirigenti.
Ma come sappiamo sullla trasparenza la nuova gestione va veramente fortissima.
Le 17 persone dei sistemi informativi tecnologici hanno evidentemente ben altri impegni che preoccuparsi della pubblicazione dei dati prevista dalla LEGGE.
O forse chi dovrebbe fornire le info da pubblicare, semplicemente non gliele fornisce.