giovedì 20 ottobre 2016

Ma perché a dirigere l'Enit ci sono quelli e non ci sono altri ?

e certissimo che mi farebbe un gran piacere di scrivere qualcosa di finalmente ben fatto in quel dell'Enit, ma campa cavallo... le sbagliano tutte (ved. Qui), ma proprio tutte.

Ma la cosa più strana è che lor signori sono là a “guadagnarsi” fior di quattrini, mentre chi quelle str... anezze non le avrebbe mai fatte (ma neanche per sogno), ecco che li sta a criticare... sì, ma costruttivamente e pure a gratis, porca paletta.
Alla faccia del merito tanto menzionato da tutti ma mai attuato anche solo minimamente, e pertanto continuiamo...

... pure a Barcellona (IBTM WORLD) Sicilia e Sardegna ci vanno per cavoli loro (ved. qui).

E poi il Fabio Lazzerini continua con i suoi slogan...

Ma sui tempi nemmeno una parola.
E il sito di ENIT continua a star lì...
Nemmeno capaci di pubblicare un CV, un telefono, una e-mail.
Grandi chiacchiere, ma sostanza immutata.
La Christillin nella sua intervista a TTG ha parlato di 27 persone arrivate da Promuovitalia + 70 ex-dipendenti in attesa di andarsene.
Bene, i 27 di Promuovitalia avranno un contratto privatistico, come in precedenza, di sicuro non hanno potuto optare per tornare alla PA come gli ex-dipendenti (credo...).
Almeno 'sti 27 riusciranno a farli lavorare o no?
Senza contare che pure gli altri lo stipendio lo percepiscono, cavolo, qualcosa dovranno pur fare...
E invece... più che giocare sui social...
E sempre dall'intervista dell'Evelina a TTG:
Significativa la ripresa del tavolo di lavoro con le Regioni che permetterà poi all'Enit di presentarsi a Londra con 9 regioni e all'Itb di Berlino 2017 a gruppo compatto con tutte le realtà territoriali rappresentate.
"Questo mi pare un grande risultato e lo aggiungo alla ripresa delle attività con tutte le associazioni di categoria" - rimarca Christillin.

In realtà, secondo me, semplicemente NON avevano programmato le fiere per tempo.
Riascoltando Gianni Bastianelli e le Regioni durante il famoso Consiglio Federale lo si capisce chiaramente (se non sbaglio è proprio il rappresentante del Trentino che chiede di programmare le fiere 2017 per tempo...).
E poi basta guardare le date di scadenza gare... (ved. qui).

Poi 'sta storia di Lazzerini (ved. Qui)... che bisogna cercare “un soggetto tra gli operatori turistici che sia abbastanza grande da poter rapportarsi con i big player stranieri” spiega Lazzerini.
E che sia in grado di far vincere all’Italia la competizione globale.
Ma voi l'avete capita?
A me, un po', puzza... ma vi sembra un compito dell'ENIT ?

ma davvero pensano che siano/siamo tutti così scemi ?

9 commenti:

sergio cusumano ha detto...

Infatti sei dovuto andare all'estero per fare carriera

;-)))))

:-(((((

Francesco Pedroni ha detto...

@Luciano
Tu hai troppi DIFETTI

Sei onesto
Lavori troppo
Ma la cosa peggiore è che conosci il tuo settore

Dici poco ?

:-DDD

Luciano Ardoino ha detto...

@Francesco @Sergio

... era solo una provocazione, mica per altro, neh!

Quanta gente potrebbe essere là e fare meglio di chi c'è ?

;)

vinc ha detto...

E si, poi assumeresti solo gente come te e cosa farebbero quelli che adesso ci sono ?
Dovrebbero cercarsi un altro lavoro e sai che danno per loro e per chi viene -agevolato- ???

;))

Anonimo ha detto...

Non avevano detto che hanno preso i migliori?

frap1964 ha detto...

Sognano di riprogettare "l'intero ecosistema digitale" e, nella realtà, nemmeno riescono a tenere aggiornato il loro sito istituzionale con le info che hanno l'obbligo di pubblicare per legge.
L'OIV che semestralmente dovrebbe verificare e relazionare non si capisce cosa stia facendo...
Bastianelli rischia quanto riportato nel loro stesso programma triennale per trasparenza e integrità:

Come disposto dall’art. 1, comma 14 della Legge n. 190-2012, in caso di ripetute violazioni delle misure previste dal piano, il responsabile della prevenzione risponde ai sensi dell'articolo 21 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n.165, e successive modificazioni, nonché, per omesso controllo, sul piano disciplinare.
Ai sensi dell’art. 1, comma 13, della Legge 190-2012 la sanzione disciplinare a carico del responsabile della prevenzione non può essere inferiore alla sospensione dal servizio con privazione della retribuzione da un minimo di un mese ad un massimo di sei mesi.


E il MiBACT, organo vigilante, finge di non vedere...

Luciano Ardoino ha detto...

@Frap

Se solo i sogni si avverassero..

;)

Anonimo ha detto...

ma non c'era un ristorante che ne so ...Roma o Napoli ? http://www.ilmitte.com/premio-enit-la-cerimonia-di-premiazione-al-ristorante-nizza/ Atout France ringrazia ...

vinc ha detto...

@Anonimo

Mancavano però i Premi ai blog più critici sul turismo d'Italia [costruttivamente]
Tuttosbagliatotuttodarifare e
Magic Italy

:-DDD